Attività di febbraio 2020 – Newsletter n° 16

Diciamocelo: da molti punti di vista il 2020 non è partito per affatto bene, una tendenza che si è purtroppo confermata in pieno a febbraio. 

Proprio in questo mese la diffusione del coronavirus partita in Cina ha preso forza anche in Italia portando ben presto a situazioni di grandissima difficoltà nelle Regioni che circondano la nostra che a sua volta non si è dimostrata immune dall’epidemia. Inutile negare che il momento è difficile, l’unica maniera per uscirne è lavorare insieme e mostrare senso di responsabilità rispettando le regole.

Sul piano politico interno al M5S trentino abbiamo dovuto registrare una situazione sgradevolissima e per molti aspetti folle, con una persona espulsa dal M5S che però pretende di restarne capogruppo in Trentino mentre per di più si candida contro lo stesso M5S alle comunali di Trento. Una situazione che non si è ancora chiusa e che, temo, porterà a un contenzioso in tribunale.

Per quanto riguarda il mio impegno come consigliere provinciale il lavoro non è comunque mancato nemmeno a febbraio, ecco un breve sunto delle mie attività.

  • Il 1° di febbraio sono partito di buon ora alla volta di Roma per una riunione generale tra i facilitatori del M5S, seguita da una riunione tematica tra i facilitatori tematici delle relazioni esterne. È stato tutto molto interessante. Il processo di riorganizzazione del M5S prosegue e ci saranno presto novità (coronavirus permettendo, ovviamente). La giornata è passata veloce ma fra le note positive c’è anche il fatto che sono riuscito a tornare a casa poco prima di mezzanotte!
  • Il 4 febbraio ho sollecitato la Provincia a tenere conto dello studio commissionato dall’associazione apicoltori della Val di Sole sugli inquinanti utilizzati nel settore agricolo e di procedere con i necessari accertamenti di concerto con il Ministero dell’Ambiente.
  • Il 6 febbraio ho partecipato al tavolo di quartiere di progettazione partecipata organizzato presso la circoscrizione di Sacco-San Giorgio di Rovereto nell’ambito dell’iniziativa che era partita ad ottobre S’io fossi regina… S’io fossi re e che prima dell’arrivo del coronavirus era nella sua fase più interessante. Se anche voi siete interessati fatemi un fischio che vi metto in contatto con gli organizzatori.
  • L’8 febbraio ho partecipato a un incontro con gli educatori che si è svolto in Consiglio, un evento che ho sostenuto con decisione e che ha avuto una partecipazione numerosa, a dimostrazione della delicatezza del tema. Di fronte all’enorme passione ed amore per il proprio lavoro messo in campo da queste persone è difficile chiudere gli occhi non riconoscendone il ruolo fondamentale in settori delicati come quello del sociale. A riguardo a gennaio avevo presentato anche un’interrogazione ma che è ancora senza risposta nonostante l’incertezza per il futuro di chi lavora nel Terzo settore regni sovrana.
  • Ho incontrato la responsabile dell’ufficio politiche della casa della Provincia per verificare le azioni possibili da portare avanti nel perimetro normativo sul co-housing che abbiamo definito a dicembre in finanziaria. Mi sono impegnato a fornirle i dettagli delle iniziative avviate sul territorio a vario livello come ad esempio la petizione comunale lanciata nel 2018 a Rovereto, la proposta di UIL Pensionati per l’edificio di Borino a Povo o la proposta contenuta nella mozione approvata ad Arco nel settembre 2019 su proposta della consigliera comunale del M5S Lorenza Colò. Un passo alla volta arriveremo alla meta.
  • Nelle audizioni svolte a gennaio sul disegno di legge sulle funzioni del Garante dei minori erano stati sollevati molti punti importanti riguardo a questa figura di garanzia e su come migliorarne l’azione anche ascoltando i minori laddove necessario (sembrerebbe ovvio in effetti…). Per questo ho presentato un paio di emendamenti al testo della proposta di legge. Attualmente l’iter è stato sospeso, ma presumibilmente verranno discussi non appena la proponente, consigliera Masè, deciderà di riattivarla.
  • In Consiglio regionale sono intervenuto a sostegno del disegno di legge di Brigitte Foppa per assicurare almeno un componente di genere femminile nelle commissioni consiliari comunali (vedi video del mio intervento in Consiglio regionale).
  • Sempre a febbraio ho partecipato al convegno Nuove concessioni idroelettriche. Opportunità e benefici per le comunità locali organizzato dai Bacini Imbriferi Montani della Provincia di Trento. Un incontro da cui ho tratto spunto intervenendo nel corso dei lavori della Terza commissione per chiedere di organizzare una conferenza di informazione sul tema del rinnovo delle concessioni, che come noto è di assoluta rilevanza (seduta 24/2/29). Ho anche preparato un’interrogazione con la quale oltre a chiedere una conferenza di informazione e un allungamento dei tempi della discussione propongo una serie di audizioni con esperti e rappresentanti dell’associazionismo. Abbiano chiesto di audire i professori Geremia Gios, Michele Andreaus, Alessandro Muraca e Maurizio Siligardi e i rappresentanti delle associazioni Amici della Terra valle Sabbia e lago d’Idro, Pescatori Dilettanti Trentini, Provinciale A.S.U.C. del Trentino e una lunga serie di organizzazioni che si occupano della tutela del territorio a partire dal Comitato permanente per la salvaguardia delle acque del Trentino.
  • A metà mese ho partecipato all’assemblea annuale dell’Avis di Pieve di Bono di cui sono peraltro donatore. In questo contesto ho avuto l’onore di premiare l’agronese Emiliano Facchini (foto), presidente del sodalizio e donatore di platino con ben 60 donazioni! Tanto per capirci nel corso della sua vita ha donato sangue per una quantità 6 volte superiore a quello che circola nell’organismo di un essere umano medio (Avis Pieve, 320 donazioni – L’Adige).
  • Insieme a Massimo Di Felice ho discusso di cittadinanza, ambiente e reti sensoriali nell’ambito della presentazione del libro La cittadinanza digitale, svoltasi a Rovereto. È un tema caldissimo che affronteremo nuovamente sempre con Massimo, col quale ci siamo nuovamente dati appuntamento in Trentino nei prossimi mesi. Con lui vogliamo organizzare degli incontri mirati per far comprendere a tutti le possibili applicazioni della cittadinanza digitale nel campo della mobilità e della gestione delle acque.
  • Il 19 febbraio si è svolta l’assemblea annuale del Forum per la Pace. Vi ho preso parte in qualità di membro nominato in rappresentanza delle minoranze consiliari. Ho assistito all’annuncio della commemorazione di due eventi tristissimi ma al tempo stesso epocali: 80 anni dall’entrata in guerra dell’Italia e 75 anni dai bombardamenti atomici sulle città giapponesi di Hiroshima e Nagasaki. Nella riunione propedeutica all’assemblea ho proposto di contattare Mario Antolini “Muson” per fare tesoro e divulgare la sua esperienza come missionario religioso salesiano in Giappone tra il 1939 e il 1947 proprio nei pressi di Nagasaki e quindi come sfortunato protagonista del tragico evento. Ho anche messo in contatto il forum con gli autori della rockopera Dolomitenfront al fine di valorizzare una produzione artistica di assoluto pregio e originalità in un’ottica di educazione alla cittadinanza e di consapevolizzazione riguardo all’orrore di tutte le guerre.
  • Il 21 febbraio ho detto la mia nella serata organizzata dal Comitato Lavoro Porfido a Baselga di Pinè illustrando come le scelte politiche della maggioranza provinciale e il disinteresse dei media abbiano bloccato il varo dell’Osservatorio sulla criminalità organizzata in provincia di Trento (I buchi neri del settore estrattivo – L’Adige). Incidentalmente nei giorni successivi, dopo l’interessamento del senatore M5S Nicola Morra in risposta alle nostre sollecitazioni, si è svolta anche la seconda serie di audizioni presso la Commissione bicamerale antimafia per acquisire elementi in ordine alle infiltrazioni criminali nell’economia legale in Trentino. Il 26 febbraio si è svolta infatti l’audizione del Maresciallo Maggiore dei Carabinieri Nichilo Cataldo. La prima audizione ebbe luogo il 6 novembre 2019 quando furono chiamati a relazionare il dottor Marco Galvagni e Vigilio Valentini del Coordinamento Lavoratori Porfido.
  • Sempre a febbraio in Prima commissione si è svolto un incontro per esprimere un parere sull’applicazione del principio di rotazione nell’ambito dei contratti pubblici. Avevo sollecitato ed ottenuto l’audizione dei rappresentanti della Consulta per le politiche sociali (osservazioni Consulta) che unitamente ai sindacati e al coordinamento imprenditori (osservazioni coordinamento) hanno potuto esprimere i loro rilievi. L’aspetto soddisfacente di questa audizione è che i loro suggerimenti che poi sono stati puntualmente presi in considerazione nella predisposizione della delibera di Giunta, di conseguenza modificando la versione iniziale delle linee guida.
  • A fine mese insieme all’europarlamentare Sabrina Pignedoli ho effettuato degli incontri istituzionali: Europe Direct, A22, APPA e Commissariato del Governo. Avrebbe dovuto aver luogo anche un incontro pubblico con attivisti e simpatizzanti ma è saltato per via del coronavirus. Sabrina tornerà presto. Intanto le abbiamo chiesto di fare alcuni approfondimenti sulle modalità di affidamento degli appalti a livello europeo e sui parametri di riparto dei fondi FSE e FESR. Qui una breve video registrato in piazza Duomo a Trento.
  • Durante tutto il mese ho accompagnato il percorso di composizione delle liste di Trento, Rovereto e Riva del Garda. Su questo versante si iniziano a vedere i primi frutti, visto che sabato 29 febbraio ho accompagnato Carmen Martini nella sua presentazione come candidata sindaco per Trento, che si è svolta contestualmente al primo gazebo organizzato per dire  Sì alla modifica costituzionale per il taglio dei parlamentari.

Sempre a tema elezioni va ricordato come proprio in questi giorni il M5S trentino stia completando la composizione delle liste. Ne approfitto per LANCIARE UN ULTIMO APPELLO ad aiutare i candidati sindaci di Trento, Rovereto e Riva del Garda nel loro lavoro di chiusura delle liste. Se siete interessati ad impegnarvi in prima persona per un Trentino più libero, onesto e migliore non esitate a farmelo sapere e io vi metterò subito in contatto con i nostri candidati.

Sommario:

  • Good news
  • Bad news
  • Elenco interrogazioni presentate a febbraio
  • Risposte a interrogazioni ottenute nel mese
  • Incontri, commenti e interventi pubblici

Good news

Cassa Depositi e Prestiti ha aperto un proprio sportello territoriale a Rovereto, all’evento era presente il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Riccardo Fraccaro che ha lavorato con grande impegno al conseguimento di questo importante risultato per il mondo economico trentino.

⭐⭐ L’analisi del carico burocratico su cittadini e imprese verrà misurata per la prima volta in Trentino grazie al M5S, che ha ottenuto questa analisi fosse inserita nel piano di attività triennale dell’Istituto Provinciale di Statistica. Se si vuole combattere la burocrazia bisogna iniziare quantificandola, altrimenti si fa solo demagogia da 4 soldi!

⭐⭐⭐  Accettata la proposta del M5S trentino di aumentare il numero delle audizioni in commissione di esperti, rappresentanti del mondo economico e dell’associazionismo in modo che possano fornire il loro punto di vista sulla legge che porterà a riassegnare le concessioni idroelettriche trentine. È un buon passo, cui ne dovranno seguire però altri, ad esempio una conferenza di informazione su un tema che vale svariate centinaia di milioni di euro e che, trattando della risorsa acqua, riguarda la vita di tutti noi.

⭐⭐⭐⭐ Il Governo ha impugnato la legge per mettere i segretari comunali sotto il controllo dei sindaci. Nell’aula del Consiglio regionale il M5S si era fatto sentire ma purtroppo dai banchi della minoranza eravamo riusciti a far poco. A febbraio ci ha pensato il Governo a metter mano a una norma che crea una pericolosa promiscuità tra chi esercita il potere politico negli enti locali e chi deve assicurare la regolarità amministrativa dei procedimenti. Ben fatto!

Bad news

🚫 La Giunta provinciale non ritiene prioritario mettere in campo strumenti che garantiscano sostegno ai datori di lavoro che consentono ai loro dipendenti di intervenire come volontari dei Vigili del Fuoco in caso di necessità. Una risposta miope che ignora una delle minacce più gravi alla sopravvivenza dei corpi di vigili del fuoco volontari trentini!

🚫🚫 La Giunta provinciale non accoglie la proposta di installare dei pannelli informativi per invitare gli automobilisti che transitano sulle strade e sui viadotti trentini a non scaricare rifiuti, elettrodomestici e materiali di vario tipo e di varia dimensione negli ambienti naturali circostanti (video interrogazione, risposta e replica). L’interrogazione in cui avevo richiesto misure per prevenire il lancio di rifiuti nella forra del Fersina sotto il viadotto dei Crozzi che potevano essere applicate ai lati delle altre strade trentine era stata presentata nel luglio del 2019. A quanto pare, nonostante il tempo trascorso, non vi è stato il tempo di trovare una soluzione alla problematica…

🚫🚫🚫 Ancora oggi il sacrificio degli alberi di viale Trento a Rovereto lascia un profondo senso di amarezza e delusione in chi ha combattuto per salvarli venendo infine sconfitto da una sorta di blitz militare. Quelle bellissime e maestose piante non ci sono più e mancano alla città e ai suoi abitanti. Non è abbastanza per trasformare un ricordo simile in una buona notizia ma da quel brutto evento almeno è germogliata l’imposizione a tutti i Comuni trentini sopra i 15 mila abitanti di pubblicare il proprio bilancio arboreo, in modo da comunicare ai cittadini in che condizioni versi il verde pubblico nei luoghi dove abitano e quindi cosa si possa fare per migliorare la situazione. Anche in questo caso ci siamo impegnati e l’abbiamo portata a casa. Serve comunque fare di più… e lo faremo! Intanto abbiamo chiesto alla Giunta di verificare che questo obbligo sia ottemperato.

🚫🚫🚫🚫 Le risposte fornite alle nostre interrogazioni sulle modalità di affidamento degli impianti sportivi che garantiscono una resa economica restano insoddisfacenti. In pratica la Provincia se ne lava le mani sostenendo di non avere giurisdizione (o di averla limitata). Tanto è bastato per far contento il sindaco di Nago-Torbole ma nel merito le criticità restano tutte, perché non è possibile che un Comune decida di affidare strutture pubbliche di valore facendo in pratica come gli pare. Per questo ho ritenuto doveroso rivolgermi direttamente all’Autorità della Concorrenza e del Mercato per chiedere un parere circa la regolarità dei bandi (risposta all’interrogazione). 

Elenco interrogazioni presentate a febbraio

1159/XV del 3-feb-2020
Uso di agrofarmaci, con particolare riguardo alla val di Sole (vedi post)

1160/XV del 3-feb-2020
Reparto di ortopedia di Tione e centro ortopedico di Madonna di Campiglio

1166/XVI del 5-feb-2020
Pubblicazione delle informazioni inerenti il bilancio arboreo sui siti internet dei Comuni di Trento, Rovereto, Pergine Valsugana, Arco e Riva del Garda (vedi post)

1169/XVI del 7-feb-2020
Monitoraggio sull’attuazione del Protocollo d’intesa per favorire l’accesso al credito delle piccole imprese e micro imprese della Provincia autonoma di Trento e coinvolgimento dell’Ente Nazionale Microcredito

1175/XVI dell’11-feb-2020
Azioni di informazione e sensibilizzazione sul rischio di infiltrazione mafiosa e solidarietà alle vittime di atti intimidatori e di violenza mafiosa (vedi post)

1184/XVI del 13-feb-2020
Approfondimenti svolti dalla Giunta provinciale sulla variante generale al PRG del Comune di Nago Torbole

1185/XVI del 13-feb-2020
Esenzione fiscale per l’occupazione di suolo pubblico per la raccolta di firme finalizzate a promuovere petizioni, referendum ed iniziative dei cittadini europei

1194/XVI del 18-feb-2020
Composizione della commissione per l’accesso alla qualifica di direttore presso il consiglio provinciale

1196/XVI del 19-feb-2020
Audizioni relative al recente progetto di legge sulle concessioni idroelettriche

1222/XVI del 27-feb-2020
Verifiche relative ad apporti di materiale nel lago di Lases

Risposte a interrogazioni ottenute nel mese

5-feb-2020 risposta all’interrogazione 107/XVI dell’11-dic-2018
Misure premiali a favore dei datori di lavoro che favoriscono l’espletamento da parte del volontariato di protezione civile delle attività di soccorso in occasione di calamità (vedi post)

24-feb-2020 risposta all’interrogazione 635/XVI del 25-giu-2019
Attivazione di percorsi di educazione alimentare all’interno delle scuole e campagne di sensibilizzazione attraverso i medici di base

24-feb-2020 risposta all’interrogazione 636/XVI del 25-giu-2019
Comunicazione istituzionale riguardante iniziative e progetti legati alle buone pratiche alimentari

5-feb-2020 risposta all’interrogazione 659/XVI del 8-lug-2019
Transito di autoveicoli sul viadotto dei Crozi e abbandono di rifiuti nella forra sottostante

26-feb-2020 risposta all’interrogazione 1060/XVI del 30-dic-2019
Affidamento di un impianto sportivo a Torbole

25-feb-2020 risposta all’interrogazione 1118/XVI del 22-gen-2020
Sul bando di affidamento di gestione dell’impianto sportivo di tiro con l’arco indetto dal comune di Rovereto

26-feb-2020 risposta all’interrogazione 1141/XVI del 29-gen-2020
Allargamento della partecipazione al Forum trentino per la pace

4-feb-2020 risposta all’interrogazione 1156/XVI del 30-gen-2020
Conseguenze della chiusura di un campeggio a San Martino di Castrozza (articolo Il Dolomiti)

21-feb-2020 risposta all’interrogazione 1159/XV del 3-feb-2020
Uso di agrofarmaci, con particolare riguardo alla val di Sole

Incontri, commenti e interventi pubblici

04 Febbraio 2020
Grazie alle api tracciati numerosi inquinanti in Val di Sole: la Provincia intervenga a tutela della salute dei cittadini e dell’ambiente

06 Febbraio 2020
Viale Trento non dimentica: ora i Comuni maggiori del Trentino dovranno pubblicare il loro bilancio arboreo!

06 Febbraio 2020
Porfido trentino, troppe cose non tornano!

08 Febbraio 2020
Basta ambiguità. Il candidato sindaco di un’altra forza politica non può essere capogruppo del M5S!

09 Febbraio 2020
Raccolta firme per promuovere il biodistretto trentino!

10 Febbraio 2020
L’attacco di Filippo Degasperi al M5S: le mie risposte e qualche domanda

11 Febbraio 2020
Presentazione libro “La Cittadinanza Digitale”

12 Febbraio
In difesa della fascia lago di Riva del Garda!

14 Febbraio 2020
Rosa Rizzi in Commissione dei 12

14 Febbraio 2020
Infiltrazioni mafiose nel porfido trentino: la giunta provinciale prenda posizione e si schieri dalla parte delle vittime di intimidazioni e violenze

14 Febbraio 2020
Il Governo ha impugnato la legge per mettere i segretari comunali sotto il controllo dei sindaci. Ora le opposizioni continuino la battaglia in Consiglio regionale!

16 Febbraio 2020
Attivisti del M5S a Roma per protestare contro i vitalizi

17 Febbraio 2020
Il miglior antidoto per la burocrazia? Agire con serietà!

19 Febbraio 2020
Sostegno ai vigili del fuoco volontari: anche venire incontro alle esigenze di dipendenti e datori di lavoro è prioritario!

19 Febbraio 2020
Prg Nago-Torbole: a che punto sono le verifiche promesse dalla giunta provinciale?

21 Febbraio 2020
Concessioni idroelettriche: fondamentale garantire la massima trasparenza, correttezza e partecipazione al processo legislativo!

25 Febbraio 2020
Salta incontro pubblico con l’europarlamentare Pignedoli causa coronavirus!

27 Febbraio 2020
Video intervista con Sabrina Pignedoli

27 Febbraio 2020
Ecco gli incontri effettuati con Sabrina Pignedoli a Trento

⭐ Newsletter dei mesi precedenti ⭐

Iscriviti alla newsletter mensile ⭐

2 Replies to “Attività di febbraio 2020 – Newsletter n° 16”

  1. Io direi invece che sul piano politico interno al M5S trentino abbiamo dovuto registrare una situazione sgradevolissima e per molti aspetti folle, con la diffusione del C******virus partita dal Degasperi, una persona espulsa dal M5S che però pretende di restarne capogruppo in Trentino mentre per di più si candida contro lo stesso M5S alle comunali di Trento. L’unica maniera per uscirne è lavorare come per il Coronavirus: insieme e mostrare senso di responsabilità rispettando le regole, isolandolo, e fargli trovare il paziente zero (per cento) nell’urna al candidato sindaco di Baraonda Civica Trentino.

    Caro Alex, lasciamelo dire: da molti punti di vista il 2020 non è partito affatto bene, ma abbiamo avuto il miracolo di avere, come gestione della crisi, non Bertolaso o De Gennaro col cdx bensì due persone colte e responsabili come Conte e Mattarella. Se chiudo gli occhi e immagino che se ci fossero stati oggi, Salvini, Meloni e Renzi al posto di Conte, vado subito in panico; per fortuna posso aprire gli occhi e vedere che c’è Giuseppe Conte Presidente del Consiglio e Mattarella Capo dello Stato.

  2. Ti ringrazio Alex che mi proteggi sempre con la censura ma, dal Dizionario, che ti allego qui sotto, io quando penso al Degasperi Filippo lo intendo nel suo significato (politico) come al punto 2. E perdipiù contagioso come un virus. Giammai lo intenderei come al punto 1.

    carogna
    /ca·ró·gna/
    sostantivo femminile
    1.
    Corpo di bestia in putrefazione.
    “le iene si cibano di carogne”
    2.
    Persona subdola e maligna, capace d’ogni perfidia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...