Attività di ottobre 2021 – Newsletter n° 36

Ottobre 2021 ci ha portato delusioni ma anche qualche soddisfazione. Riguardo alle prime, che sono state purtroppo tante, citiamo l’ennesima conferma della mancanza di volontà delle forze politiche trentine di mettere in campo strumenti reali di contrasto alla criminalità organizzata. Per le seconde cito invece l’approvazione di una nostra mozione al Dreier Landtag, la seduta congiunta delle diete di Innsbruck, Bolzano e Trento, sulla quale tornerò più avanti, e di un ordine del giorno in ricordo del neuroscienziato Valentin von Braitenberg.

Più nel dettaglio, ecco alcune delle iniziative ed eventi interessanti accaduti nel mese scorso.

Sabato 2 ottobre, nel teatro di Bersone (foto), ho assistito alla proiezione dei cortometraggi Chés – La partita del fiume Chiese di Arianna Favalli e Al passo del Chiese di Carlo Neviani e al dibattito che ne è seguito insieme a Mirko Savi, promotore e protagonista del cammino lungo tutta l’asta del fiume Chiese dalla confluenza con l’Oglio fino alle sorgenti della val di Fumo e Gianluca Bodriga, per Il tavolo delle associazioni che amano il fiume Chiese. Il giorno successivo ho invece dato il mio contributo, insieme agli atleti della Valchiese e ad alcuni soci della SAT di Storo, alla staffetta che è partita prima dell’alba dalla val di Fumo, nel tratto tra Darzo e Ponte Caffaro (video staffetta).

Il 7 ottobre ho organizzato e preso parte all’incontro “Mafie nel Nord Italia” con la graditissima presenza dell’ex vicepresidente della commissione antimafia Luigi Gaetti. Siamo entrati nel dettaglio della diffusione della criminalità organizzata nel settentrione del nostro Paese, un fenomeno molto più diffuso e preoccupante di quanto emerga dalle cronache ma anche dal sentire comune. La verità è che le mafie operano ovunque ci siano soldi e quindi a maggior ragione nel Nord Italia. La differenza col Sud è principalmente che da noi preferiscono agire in maniera silenziosa, evitando azioni spettacolari e quindi di sollevare allarme sociale. Questo fa sì che si possa raccontare la favoletta della mafia che “da noi non c’è” a dispetto dei fatti che emergono quasi quotidianamente. Il rischio è di fare la fine della rana nell’acqua tiepida che non si accorge che la temperatura sta salendo… fino a che non finisce bollita!

Sul tema delle infrastrutture, sono stato intervistato da Vicenza Today riguardo al prolungamento dell’Autostrada Valdastico in terra trentina, un’opera che la giunta leghista vuol portare a casa a tutti i costi, nonostante le enormi criticità che essa pone (e tutte a svantaggio del nostro territorio…). Purtroppo il modo di agire di questi soggetti non è nemmeno più orientato ad ignorare l’interesse pubblico ma esplicitamente a danneggiarlo!

Il 14 ottobre ho invece seguito la presentazione del progetto lanciato da ConfindustriaDuemilaventuno – Futuro Presente”. Il Presidente Manzana parlando esplicitamente di uno sviluppo industriale ispirato ai valori di un nuovo umanesimo, ha illustrato le proposte in tre ambiti che saranno cruciali nel futuro prossimo: Centralità dell’individuo e della qualità della vita; Transizione sostenibile; Società Trentino 5.0. Ritengo che sulla carta le intenzioni siano buone ma resta il problema di come saranno tradotte nella realtà. Il timore è che risulti difficile trovare un riscontro concreto in termini fattuali. Per questo è necessario che tutte le parti in causa si rimbocchino le maniche e che remino nella stessa direzione, altrimenti di questo passo non ci sarà nessun nuovo umanesimo ma un disastro con danni irreparabili all’ambiente e al patto sociale su cui si basa il nostro sistema democratico.

Nel corso del mese c’è stato anche un incontro fra i consiglieri provinciali e i membri trentini della Commissione dei 12 (l’organo che si occupa di proporre norme di attuazione della nostra Autonomia), che ci ha aggiornato sugli ultimi sviluppi in fatto di giudici onorari di pace, personale e magistrati della Corte dei conti e orari di apertura degli esercizi commerciali. Ne ho approfittato per avanzare 3 proposte: (1) coinvolgere l’Euregio sul tema dei grandi carnivori. (2) Prestare maggiore attenzione ai costi scaricati sulla collettività rispetto ai ricorsi in tribunale da parte delle amministrazioni locali (tradotto: in linea di principio va bene rivolgersi ad un avvocato di fiducia invece che all’Avvocatura, ma non bisogna abusare di questa possibilità, specie se si è operato male). (3) Rendere disponibile l’archivio della Commissione dei 12 anche ai consiglieri provinciali di Trento e Bolzano, in modo da poter approfondire le questioni trattate con cognizione di causa, un impegno dovuto ai cittadini quando si parla di amministrazione pubblica.

Nel mese di ottobre si sono svolte due sessioni di Consiglio provinciale: 4-5-6 e 26-27-28 ottobre. Nella prima ho discusso un question time in materia di misure di prevenzione rispetto all’aumento esponenziale della quantità di denaro a fini di riciclaggio che circola nel sistema trentino. La giunta ha controbattuto con una “non risposta” da parte dell’assessore Gottardi. Ho inoltre presentato una mozione sui comuni confinanti che però è stata bocciata. Bocciate anche le proposte di ordine del giorno collegate al disegno di legge di iniziativa giuntale sui consorzi di bonifica. Per quanto riguarda il disegno di legge per l’inserimento delle persone con disturbi dello spettro autistico, ho presentato due ordini del giorno. Uno è stato approvato ed uno bocciato. Nel dibattito scaturito sulle altre mozioni ho fatto anche una serie di considerazioni sulla governance delle ASUC e sulle modalità di gestione sul patrimonio degli usi civici in Trentino.

Nella seconda sessione consiliare di ottobre ho invece discusso: un question time per chiedere aggiornamenti sulle iniziative della Giunta nell’ambito del co-housing (l’assessora Segnana ha risposto che è in corso la stesura dei criteri per sperimentare forme di collaborazione e di coabitazione); una risoluzione per chiedere di rispettare le norme urbanistiche e sulla partecipazione nell’elaborazione del progetto riguardante l’Ospedale di Cavalese (video intervento); una mozione per raccogliere le segnalazioni e le richieste di interramento degli elettrodotti sul territorio trentino (approvata con emendamento); e un’interrogazione a risposta orale con cui chiedevo di avere informazioni sulla copertura telefonica nelle gallerie stradali e sui piani per coprire le aree scoperte (per colmare le lacune della risposta ho presentato un ordine del giorno collegato a un disegno di legge giuntale che verrà discusso nei prossimi mesi).

Ci sono poi i lavori di commissione. Nella seduta di Prima Commissione che si è svolta il 19 ottobre la maggioranza ha dimostrato chiusura totale su tutte le proposte per assicurare il buon funzionamento della democrazia: no al disegno di legge per istituire un osservatorio sulla criminalità organizzata in Trentino; no al disegno di legge per rimediare all’inadeguatezza della disciplina in materia di referendum; no agli emendamenti per adeguare alcune storture della legge elettorale (qui la sintesi dei lavori).

Nella seconda settimana di ottobre si sono svolti i lavori in Consiglio regionale. Il 12 ottobre sono intervenuto per in discussione generale sulle Modifiche a pacchetto famiglia e previdenza sociale per invocare maggiore collaborazione nei territori per ridurre i divari sociali e per un’informazione più capillare sui temi della previdenza sociale. Il mattino del 13 ottobre ho illustrato l’ordine del giorno per chiedere il sostegno previdenziale alle donne che sono vittime di violenza e per studiare misure per ridurre il gap degli importi delle pensioni erogate tra uomini e donne. Nel pomeriggio ho illustrato il mio punti di vista su una serie di pareri che il Consiglio ha espresso su proposte di modifica dello Statuto di autonomia.

Il 14 ottobre si è riunite invece la prima commissione legislativa regionale. Dopo aver discusso il disegno di legge di iniziativa giuntale di Manfred Vallazza per disciplinare l’ambito d’azione delle cooperative di comunità, la maggioranza Patt-Lega-Svp-destre ha bocciato la proposta di legge con cui proponevo la digitalizzazione della raccolta delle firme per promuovere referendum e per sostenere liste di candidati nelle campagne elettorali.

Sommario:

Good news 
Bad news
Elenco interrogazioni presentate in ottobre
Risposte a interrogazioni ottenute nel mese di ottobre
Incontri, commenti e interventi pubblici

Good news

⭐ Mozione Dreier Landtag per potenziare gli i diritti politici dei cittadini dell’Euregio
Approvata la nostra mozione al Dreier Landtag per verificare la funzionalità degli strumenti per consentire l’esercizio del diritto dei trentini a partecipare alla vita politica provinciale in comparazione con quelli previsti negli ordinamenti dell’Alto Adige/Südtirol e del Tirolo. La condivisione all’unanimità della proposta è il segno che quando ci si confronta con i colleghi che lavorano nei territori alpini si riesce anche a fare passi avanti sulla strada della democrazia, cosa che risulta molto più difficile quando l’interlocutore è solo provinciale. 

⭐⭐ Cattedra al Cimec da intitolare a Valentino Braitenger
Una proposta del M5S è stata convertita nell’ordine del giorno 429/XVI per impegnare la Giunta provinciale ad avviare il dialogo con l’università per valutare l’opportunità di istituire una cattedra intitolata a Valentino Braitenberg, con il supporto finanziario e operativo delle organizzazioni della società civile e del mondo imprenditoriale nell’ambito dell’attività di ricerca delle scienze cognitive, con particolare riferimento ai progetti strategici del CIMeC – Centro interdipartimentale mente/cervello.

Bad news

🚫 La politica trentina non vuole fare niente contro la criminalità organizzata!
Il 4 ottobre avevamo presentato un Question Time per sollecitare ancora una volta la realizzazione dell’Osservatorio sulla criminalità organizzata nella nostra Regione/Provincia. L’assessore Gottardi ha replicato che la presidenza della regione è da pochi mesi passata in capo al presidente della Provincia di Trento e sarà in quella sede che verrà presa in considerazione l’istituzione dell’osservatorio. L’11 ottobre, nella capigruppo regionale ho sollecitato nuovamente il Presidente del Consiglio regionale Noggler a valutare la presentazione di un’iniziativa istituzionale per recepire i due schemi di legge elaborati dalla conferenza dei presidenti delle assemblee regionali in materia di osservatorio sulla criminalità e di gestione dei beni confiscati alle mafie. Indovinate come è andata a finire

🚫🚫 Bocciatura mozione fondo comuni confinanti
Il Fondo Comuni Confinanti (FCC) destina ogni anno decine di milioni di euro ai territori limitrofi al Trentino in modo da lenire le differenze più eclatanti dovute alla diversa autonomia che caratterizza le 2 Province autonome rispetto alle Regioni a Statuto ordinario. Un’istanza anche giusta, che però in passato ha prodotto risultati assai discutibili. Siccome le opere sul confine impattano direttamente sui Comuni trentini e visto che coordinandosi fra loro le amministrazioni locali potrebbero evitare danni, ho proposto che venissero poste le basi per coinvolgere i Comuni (trentini e non) nella programmazione delle opere finanziate dal FCC. Sembra logico, no? Non per tutti, visto che la maggioranza ha pensato bene di rifiutarsi di farlo. Motivo? Chissà, la mia opinione è che si preferisca decidere cosa fare e come trattando “in alto” e poi calare i risultati delle scelte su chi ne “beneficia” (con i risultati che stiamo vedendo tutti…).

🚫🚫🚫 Le prove generali della privatizzazione della sanità trentina si fanno a Cavalese
A fine ottobre è deflagrata nell’opinione pubblica e quindi anche in Consiglio provinciale la vicenda dell’ospedale di Cavalese. In sintesi, la giunta provinciale sta meditando di buttare a mare la ristrutturazione dell’ospedale esistente per costruirne uno tutto nuovo su terreni agricoli di pregio. In realtà lo sta facendo da un po’, visto che l’idea circolava in segreto da circa un anno ma si è concretizzata solo dopo che un gruppo di  privati l’ha resa pubblica. La solerte giunta provinciale leghista ha quindi provveduto a bloccare i lavori che sarebbero dovuti partire per la ristrutturazione dell’attuale nosocomio, aprendo contestualmente alla proposta di partenariato pubblico/privato avanzata dagli imprenditori. Una proposta che implica costi triplicati e pure di lasciare la gestione dell’ospedale ai privati. Naturalmente Fugatti & Co, sono entusiasti. Visti i disastri avvenuti in Lombardia durante la pandemia in effetti non vedevano l’ora di riproporre la privatizzazione della sanità pubblica anche in Trentino! Ovviamente sono intervenuto sulla cosa in Consiglio!

🚫🚫🚫🚫 Bocciata proposta per sostenere la partecipazione alla vita pubblica delle persone con disabilità
Come opporsi ad una proposta di lavorare per ridurre ed eliminare i limiti che contraddistinguono la partecipazione alla vita pubblica e politica delle persone disabili? Io non lo so ma la nostra “meravigliosa” maggioranza ci è riuscita, bocciando senza colpo ferire una mia proposta di ordine del giorno che mirava proprio a questo obiettivo. La battaglia per dare sostegno e dignità alle persone affette da handicap è lunga e impervia ovunque, ma in Trentino, con politici come questi, lo è purtroppo più che altrove…

🚫🚫🚫🚫🚫 Bocciata proposta per garantire la copertura previdenziale alle donne vittime di violenza
In Consiglio regionale nuova sconvolgente prova della maggioranza Lega-SvP. Dopo aver fatto carte false per alzarsi gli stipendi i nostri prodi consiglieri di maggioranza si sono vigorosamente opposti ad una proposta del M5S che mirava a dare sostegno ai versamenti previdenziali delle donne vittime di violenza e a ridurre le differenze fra le pensioni di uomini e donne. Per la serie: aumentarsi lo stipendio è buono e giusto e i soldi ci sono, sostenere le vittime di violenza invece non si può.

🚫🚫🚫🚫🚫🚫 Ripristino e rinaturazione corpi idrici: la maggioranza dice no
Tutti parlano di transizione ecologica ma nei fatti in pochi vogliono davvero cogliere le opportunità poste dal PNRR. Ne è un esempio la bocciatura delle nostre proposte riguardo alla Fossa granda di Darzo, un corso d’acqua devastato dall’attività umana che potrebbe tornare a nuova vita. Sul tema avevo presentato un ordine del giorno proponendo che la Provincia si attivasse con interventi di ripristino e rinaturazione. Dopo che è stato ritenuto inammissibile (chissà perché…) ho presentato un’interrogazione. Vedremo se anche stavolta riusciranno a tenere assieme la propaganda con i loro effettivi comportamenti…

Elenco interrogazioni presentate ad ottobre

3078/XVI dell’1-ott-2021
Monitoraggio e analisi del fenomeno del turismo di ritorno a seguito della gratuità delle visite ai musei trentini da parte degli italiani residenti all’estero, con particolare riferimento agli iscritti all’AIRE dei Comuni della Provincia di Trento

3082/XVI del 4-ott-2021
Valutazione dei presupposti per la costituzione di parte civile nel procedimento legato all’ ”operazione porfido” e comunicazione dell’esito al Consiglio provinciale

3085/XVI del 5-ott-2021
Interventi di rinaturazione e di ripristino del flusso idrico e della funzionalità ecologica della Fossa Granda di Darzo

3098/XVI dell’11-ott-2021
Introduzione di un nuovo sistema digitalizzato per la presentazione, la gestione e la trattazione degli emendamenti

3106/XVI del 18-ott-2021
Installazione di un ponte provvisorio modello “Bailey” fra i due ponti attualmente presenti sul torrente Caffaro

3123/XVI del 21-ott-2021
Definizione dei requisiti e delle condizioni di accesso agli alloggi adibiti a cohousing

3134/XVI del 25-ott-2021
Funzionamento del fondo di solidarietà per i familiari delle vittime di incidenti mortali sul lavoro o in attività di volontariato

3141/XVI del 26-ott-2021
Valorizzare la natura pubblica del bene acqua e favorire modelli di gestione che prevedano il coinvolgimento degli Enti locali

3142/XVI del 26-ott-2021
Realizzazione di un campo da golf in località Dione a Nago Torbole

3148/XVI del 26-ott-2021
Sanzioni comminate dalla Provincia per le violazioni delle norme in materia di sicurezza ed igiene del lavoro

3149/XVI del 26-ott-2021
Azioni intraprese dalla Provincia per promuovere il sistema economico trentino all’estero

3151/XVI del 27-ott-2021
Trasparenza e accessibilità alle proposte di progetto da finanziare con fondi del PNRR e alle relative modalità di realizzazione (tema ripreso da L’Adige e nuovamente da L’Adige)

3152/XVI del 27-ott-2021
Verifiche sulla situazione di conflitto di interessi di un componente della commissione edilizia del comune di Nago Torbole

3154/XVI del 27-ott-2021
Pubblicazione dei programmi di legislatura depositati dai candidati alla Presidenza della Provincia autonoma di Trento per le elezioni provinciale del 2018

3161/XVI del 28-ott-2021
Riparto delle somme derivanti dal d.l. n. 146 del 2021 all‘Ispettorato nazionale del lavoro e alle Aziende sanitarie locali

Risposte a interrogazioni ottenute nel mese di ottobre

17-giu-2021 risposta all’interrogazione 1160/XV del 3-feb-2020
Reparto di ortopedia di Tione e centro ortopedico di Madonna di Campiglio

28-ott-2021 risposta all’interrogazione 1461/XVI del 12-mag-2020
Osservatorio per il contrasto alla criminalità organizzata e mafiosa e promozione trasparenza

28-ott-2021 risposta all’interrogazione 1598/XVI del 16-giu-2020
Partecipazione del Consiglio provinciale alle sedute del coordinamento delle commissioni e osservatori sul contrasto della criminalità organizzata

21-ott-2021 risposta all’interrogazione 1724/XVI del 21-ago-2020
Rimborsi alle emittenti radiofoniche e televisive locali per la comunicazione politica

28-ott-2021 risposta all’interrogazione 1953/XVI del 12-nov-2020
Ricezione del segnale telefonico nelle gallerie stradali trentine

21-ott-2021 risposta all’interrogazione 2670/XVI del 17-mag-2021
Iniziative per risolvere i problemi collegati al rumore causato dall’attraversamento dei convogli ferroviari nelle aree urbane sull’asse del Brennero

21-ott-2021 risposta all’interrogazione 2839/XVI dell’8-lug-2021
Ricognizione delle modalità di nomina e di funzionamento degli organi collegiali e di controllo delle agenzie e degli enti strumentali della Provincia autonoma di Trento

27-ott-2021 risposta all’interrogazione 2846/XVI del 12-lug-2021
Partecipazione del Consiglio delle Autonomie Locali all’attività legislativa ed amministrativa della Provincia autonoma di Trento

4-ott-2021 risposta all’interrogazione 2976/XVI del 6-set-2021
Sottoscrizione di nuove convenzioni con il Difensore Civico da parte di enti e soggetti pubblici

7-ott-2021 risposta all’interrogazione 2978/XVI del 7-set-2021
Integrazione della dotazione organica dell’ufficio stampa del Consiglio provinciale  

27-ott-2021 risposta all’interrogazione 2988/XVI del 10-set-2021
Trasmissione della diretta streaming sul sito del Consiglio nei periodi elettorali e/o referendari 

12-ott-2021 risposta all’interrogazione 2989/XVI 10-set-2021
Adozione di iniziative per la corretta attuazione dell’art. 106 del Regolamento consiliare

14-ott-2021 risposta all’interrogazione 2993/XVI del 13-set-2021
Utilizzo dei risparmi di spesa del Consiglio provinciale per finanziare attività divulgative e informative a favore della cittadinanza

8-ott-2021 risposta all’interrogazione 2999/XVI del 15-set-2021
Accertamenti svolti in merito alla sentenza del T.R.G.A. di Trento n. 125 del 7 giugno 2018 e acquisizione di elementi sui conseguenti provvedimenti assunti dal Comune di Nago-Torbole (vedi anche interrogazione parlamentare su GardaPost e La Busa)

19-ott-2021 risposta all’interrogazione 3001/XVI del 16-set-2021
Spese sostenute dal Consiglio provinciale in relazione al contenzioso dinanzi al giudice del lavoro (tema ripreso da Il Dolomiti)

22-ott-2021 risposta all’interrogazione 3031/XVI del 24-set-2021
Costituzione di comunità energetiche sul territorio provinciale

4-ott-2021 risposta all’interrogazione 3046/XVI del 29-set-2021
Attuazione dell’ordine del giorno 165/XVI “Istituzione di un osservatorio per il contrasto della criminalità organizzata

26-ott-2021 risposta all’interrogazione 3123/XVI del 21-ott-2021
Definizione dei requisiti e delle condizioni di accesso agli alloggi adibiti a cohousing

Incontri, commenti e interventi pubblici

01 ottobre 2021 – Mafie in Trentino: riciclaggio di denaro sporco triplicato in un anno e arrivano anche cosa nostra e camorra!

01 ottobre 2021 – Il M5S sollecita interventi di contrasto e adattamento al cambiamento climatico, tutela del paesaggio e lotta alla povertà energetica

01 ottobre 2021 – La Provincia di Trento faccia la sua parte per combattere la corruzione all’interno della pubblica amministrazione!

03 ottobre 2021 – La staffetta in difesa del fiume Chiese continua! (Video)

03 ottobre 2021 – Prosegue triste la melina sull’Osservatorio anticriminalità

05 ottobre 2021 – Virginia Raggi, grazie di tutto!

06 ottobre 2021 – Il Consiglio provinciale rifiuta di difendere i disabili

07 ottobre 2021 – Mafie nel Nord Italia, convegno con Luigi Gaetti (Video)

10 ottobre 2021 – Sostegno alla legge per controllare le Lobby

10 ottobre 2021 – Assalto alla sede della CGIL, mala tempora currunt

11 ottobre 2021 – La maggioranza provinciale dice NO al coinvolgimento dei Comuni trentini nella gestione delle opere finanziate dal Fondo Comuni confinanti!

12 ottobre 2021 – A Bolzano il comitato referendario e l’associazione Initiative für mehr Demokratie lottano in difesa della democrazia

12 ottobre 2021 – Presentati un ordine del giorno e un’interrogazione per sollecitare il recupero della Fossa Granda di Darzo

13 ottobre 2021 – Contro il prolungamento dell’Autostrada Valdastico, intervista a Vicenza Today (Video)

14 ottobre 2021 – Le pessime frequentazioni (e la faccia di bronzo) di certa politica

17 ottobre 2021 – Giornata di relax raccogliendo castagne

18 ottobre 2021 – La maggioranza Lega-SVP-PATT respinge proposte di equiparazione fra le pensioni di uomini e donne!

18 ottobre 2021 – Prolungare l’Autostrada della Valdastico in Trentino è inutile e dannoso

20 ottobre 2021 – Le cause del presidente Kaswalder sono finora costate 111 mila euro ai contribuenti e il conto si appresta a salire…

22 ottobre 2021 – Il Dreier Landtag approva proposta del M5S a sostenere gli istituti di partecipazione popolare (Video)

22 ottobre 2021 – Hotel Panorama di Nago-Torbole, il M5S deposita interrogazione parlamentare su condotta Comune

22 ottobre 2021 – Il Dreier Landtag approva una mozione del M5S per potenziare la partecipazione popolare e combattere l’astensionismo

26 ottobre 2021 – Davvero la Provincia di Trento ha messo 4 milioni per il terzo ponte sul Caffaro?

26 ottobre 2021 – Fugatti e Kompatscher intervengano su Draghi per prorogare il Superbonus 110% per le abitazioni singole

28 ottobre 2021 – Piccole derivazioni idroelettriche. Il M5S sollecita la giunta provinciale alla tutela dell’acqua pubblica

29 ottobre 2021 – PNRR. Le scelte sui 32 progetti provinciali vanno condivise con i cittadini e l’opinione pubblica

⭐ Newsletter dei mesi precedenti ⭐

Iscriviti alla newsletter mensile

* * * * *

Segui i canali per restare aggiornato:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...