Richiesti criteri di merito oggettivi e maggiore confronto nella nomina delle figure di garanzia

Questa mattina presentato un’interrogazione con cui chiedo alla giunta provinciale di valutare bene come muoversi per la nomina di 3 importanti figure di garanzia, il Garante dei Minori, il Difensore Civico e il Garante dei Detenuti. Auspico che i nomi scelti per questi ruoli siano di alto profilo, condivisi con tutte le forze politiche e soprattutto selezionati tramite al confronto e a criteri di merito oggettivi.

Segue il testo integrale dell’interrogazione 359/XVI “Nomine e designazioni e audizione in commissione consiliare di associazioni di categoria e ordini professionali interessati”: Continua a leggere “Richiesti criteri di merito oggettivi e maggiore confronto nella nomina delle figure di garanzia”

Cultura e musei. L’indegna apologia del ladro di libri

Oggi ho dovuto commentare per l’ennesima volta le notizie di stampa uscite sulla nomina di Vittorio Sgarbi al MART. Sempre a tema cultura e musei segnalo, invece, un’altra vicenda che da l’idea dello scadimento generale dell’editoria italiana.

Continua a leggere “Cultura e musei. L’indegna apologia del ladro di libri”

Morte di Imane Fadil, vicenda oscura in cui l’unica certezza sono i morti

Il primo di marzo (ma si è saputo solo ieri) è morta Imane Fadil. Era la teste chiave dei processi “Ruby bis” (condanne a Fede, Mora e Minetti in primo e secondo grado), e “Ruby ter” (che riguarda la supposta corruzione di testimoni da parte di Silvio Berlusconi perché non raccontassero cosa davvero accadeva durante le “cene eleganti” di Arcore). Il suo decesso è avvenuto in un ospedale di Milano dopo un mese di ricovero. A quanto riporta la stampa oggi, pare che la causa sia da attribuirsi ad avvelenamento da metalli pesanti. I lati oscuri abbondano e si sommano alle dichiarazioni rilasciate dall’ex avvocato di Ruby, Egidio Verzini, anch’egli deceduto tramite suicidio assistito in una clinica svizzera. Verzini sostenne che a Karima El Marhoug erano stati versati 5 milioni di euro in cambio del suo silenzio sulle vicende del “Bunga Bunga”. Della vicenda si stava occupando il giornalista de “La Stampa” Emilio Randacio. Anche lui è morto, trovato senza vita in casa sua lo scorso 13 febbraio. Aveva 49 anni e il suo decesso è giunto senza preavviso alcuno.

Continua a leggere “Morte di Imane Fadil, vicenda oscura in cui l’unica certezza sono i morti”

Trasporto pubblico gratuito per over 70: richiesti dati e analisi per studiare nuove politiche urbane ed extraurbane

Già a fine gennaio mi ero espresso favorevolmente nei confronti della decisione della giunta provinciale di rendere gratuiti i trasporti pubblici agli over 70. Si tratta di una norma che ritengo di civiltà, da cui partire per poi allargare il campo anche ad altre categorie di cittadini e spiace vedere che tanti esponenti politici la criticano su base ideologica o per puro partito preso. Continua a leggere “Trasporto pubblico gratuito per over 70: richiesti dati e analisi per studiare nuove politiche urbane ed extraurbane”

Serodoli resti Serodoli, depositata interrogazione provinciale

Come ampiamente previsto e prevedibile, da qualche tempo si è riaperta la questione “Serodoli”. Per farla breve: in Val Rendena c’è una società impiantistica che desidera allargarsi su una zona naturale di altissimo pregio – Serodoli sopra Madonna di Campiglio, appunto – che per di più risulta pure essere la più rilevante di tutto il Trentino per concentrazione e qualità dell’acqua. Continua a leggere “Serodoli resti Serodoli, depositata interrogazione provinciale”

Fondi statali per i messaggi autogestiti gratuiti: la Provincia solleciti il Governo e si tenga pronta a ricorrere alla Corte Costituzionale

Le elezioni europee e politiche si avvicinano. Con il loro approssimarsi cresce di pari passo la necessità di varare misure per assicurare il massimo pluralismo. È in quest’ottica che ieri ho presentato un question time (QT) con cui sollecitato il presidente della provincia ad affrontare la stortura della mancata erogazione dei fondi per i messaggi autogestiti gratuiti (MAG) da destinare alle emittenti radiotelevisive locali private trentine. Continua a leggere “Fondi statali per i messaggi autogestiti gratuiti: la Provincia solleciti il Governo e si tenga pronta a ricorrere alla Corte Costituzionale”

Relazione del Difensore Civico. Approvate due proposte di ordine del giorno per valorizzare la figura

Ci sono ottime notizie per la tutela dei diritti dei cittadini. Nella seduta di oggi il Consiglio Provinciale ha approvato all’unanimità i 2 ordini del giorno che ho proposto per far sì che gli uffici del difensore civico ottengano più personale per svolgere il loro lavoro (proposta odg 1/XV – integrale a piè di pagina) e affinché siano stanziate le risorse per divulgare l’attività che svolgono (proposta odg 2/XVI), facendola meglio conoscere alla cittadinanza per cui sono pensati e nel cui interesse operano. A questi si aggiunge l’impegno del presidente del consiglio per far sì che tutti i comuni del Trentino sottoscrivano la convenzione con il difensore civico (interrogazione 333/XVI). Continua a leggere “Relazione del Difensore Civico. Approvate due proposte di ordine del giorno per valorizzare la figura”

Soddisfazione per le promesse di rilancio dell’ex ospedale di Ala

C’è una buona notizia per il presidio socio sanitario di Ala e di conseguenza per i cittadini bisognosi di assistenza e cure residenti . Ieri il presidente della Provincia si è impegnato a potenziare la struttura sanitaria utilizzando gli spazi disponibili per ampliare l’offerta di servizi destinati alla popolazione locale ed in particolare quelli riferiti alla lungodegenza e alle residenze sanitarie assistenziali. Continua a leggere “Soddisfazione per le promesse di rilancio dell’ex ospedale di Ala”

Attività di febbraio 2019 – Newsletter n.4

Tanto per cambiare il lavoro nel mese scorso non è mancato. Per fortuna però siamo riusciti a prenderci anche qualche soddisfazione. Continua a leggere “Attività di febbraio 2019 – Newsletter n.4”

Scomparsa Sandro Canestrini, esempio che vive e vivrà per sempre

Ieri è venuto a mancare l’avvocato Sandro Canestrini. Ex partigiano e uomo retto, ha sempre combattuto dalla parte dei più deboli contro i soprusi del potere. Prese le difese dei cittadini nei processi per il disastro del Vajont e per quello di Stava. Sostenne la parte civile nei processi per le stragi di Piazza Loggia Brescia e della bomba dell’Italicus. Si schierò per la salute dei cittadini nella triste e quanto mai attuale vicenda d’inquinamento della Montecatini di Mori.

Continua a leggere “Scomparsa Sandro Canestrini, esempio che vive e vivrà per sempre”