Smantellano gli ospedali di Valle? E allora almeno rimborsino le spese di trasporto!

I fautori della riduzione dei servizi sanitari nelle valli trentine spesso ignorano o fanno finta di non sapere che i risparmi ottenuti chiudendo interi reparti si traducono in costi scaricati sui valligiani stessi. È una verità scomoda ma al tempo stesso banale. Se abiti in una valle e non puoi recarti nell’ospedale più vicino perché i servizi che ti servono sono stati concentrati tutti in città, dovrai sobbarcarti viaggi lunghi ore, su strade dalla percorrenza tortuosa e accidentata, e, se la degenza risulterà lunga, ai tuoi stessi famigliari si porrà il problema di come fare a seguirti e a supportarti senza svenarsi.

Continua a leggere “Smantellano gli ospedali di Valle? E allora almeno rimborsino le spese di trasporto!”

Via al tavolo di coordinamento sui bocconi avvelenati dopo 10 anni: grazie al M5S!

La risposta molto esaustiva fornita dall’assessore Stefania Segnana alla mia seconda interrogazione riguardo alla diffusione di bocconi ed esche avvelenati in Trentino (la 526/XVI) dimostra che il fenomeno è diffuso e persistente. Dal 2016 a oggi i Comuni in cui è stata denunciata la loro presenza ammonta a 48 e in gran parte dei casi si tratta di azioni volute e mirate a nuocere agli animali, selvatici e domestici. Sono comportamenti riprovevoli e vigliacchi, che andrebbero perseguiti con la massima intransigenza ma che vengono purtroppo spesso ignorati dalla politica, anche e soprattutto nei luoghi dove si verificano più di frequente, prova ne sia il fatto che ci sono voluti 10 anni, la forte insistenza del M5S e la disponibilità del nuovo commissario del Governo affinché il tavolo di coordinamento sui bocconi avvelenati per la Provincia di Trento tornasse a riunirsi.

Continua a leggere “Via al tavolo di coordinamento sui bocconi avvelenati dopo 10 anni: grazie al M5S!”

Alcol in Consiglio provinciale: cosa volevo dire e cosa chiedo

A qualche giorno dall’esplodere di una polemica in gran parte ingiustificata ritengo opportuno tornare sulla questione dei Consiglieri provinciali che si recano alla buvette durante le sedute di Consiglio. Siccome in molti hanno equivocato le mie parole, attribuendomi termini che non ho pronunciato (ubriaconi ma anche alcolizzati) e che non rispecchiano affatto il mio pensiero, voglio provare a chiarire meglio, partendo dal presupposto che non avevo alcuna critica morale da rivolgere ai colleghi riguardo al consumo d’alcol in sé.

Continua a leggere “Alcol in Consiglio provinciale: cosa volevo dire e cosa chiedo”

Formazione personale sanitario: giudizio di inammissibilità su due proposte di buon senso su educazione alimentare e prevenzione su raggi UV

Ieri il Consiglio provinciale ha discusso e approvato all’unanimità un disegno di legge per la formazione dei giovani medici. È stata introdotta la possibilità di allungare di un anno i percorsi formativi e di specializzazione dei medici che abbiano ottenuto la borsa di studio della Provincia. Lo scopo del provvedimento è di migliorare la preparazione del personale medico presente in Trentino e tutti lo abbiamo votato con convinzione. Anch’io avrei voluto dare un contributo e per questo avevo presentato 2 ordini del giorno a tema sanitario che però sono stati inspiegabilmente dichiarati inammissibili dalla presidenza del Consiglio. Continua a leggere “Formazione personale sanitario: giudizio di inammissibilità su due proposte di buon senso su educazione alimentare e prevenzione su raggi UV”

Incidenti a motociclisti: i costi morali, sociali e economici sono altissimi, bisogna intervenire

L’estate non è ancora iniziata ma sulle strade del Trentino è già iniziata la tragica conta dei motociclisti vittime di incidenti mortali. Sono già troppi, 2 solo domenica scorsa, più altri 4 nelle 2 settimane precedenti. Persone uscite di casa per visitare le bellezze naturali della nostra Provincia che tragicamente non faranno più ritorno dai loro cari.
È brutto dirlo ma i motociclisti che affollano le nostre strade si dimostrano spesso indisciplinati, corrono e poi si trovano a dover fare i conti con una viabilità che invece richiederebbe prudenza. I risultati sono purtroppo sotto gli occhi di tutti.
I controlli non sempre si rivelano efficaci a dissuadere queste condotte. 
Continua a leggere “Incidenti a motociclisti: i costi morali, sociali e economici sono altissimi, bisogna intervenire”

Selezione direttore Apsp di Pellizzano: presentata interrogazione

Le notizie diffuse dalla stampa in merito all’iter di selezione per il nuovo direttore dell’A.P.S.P. “dott. A. Bontempelli” di Pellizzano creano uno squarcio inquietante ma, temo, assai realistico, sul sistema con cui spesso vengono formulate le nomine in Trentino, mortificando il merito e premiando l’appartenenza. Continua a leggere “Selezione direttore Apsp di Pellizzano: presentata interrogazione”

Cambiamenti climatici, quali sono gli effetti sulla salute delle persone?

Un esempio concreto di come il cambiamento climatico ponga problemi per la salute gli esseri umani? Le zecche, animali capaci di diffondere malattie pericolose, che con l’aumento delle temperature sono “a caccia” mesi prima del solito e con un raggio d’azione molto più ampio. Continua a leggere “Cambiamenti climatici, quali sono gli effetti sulla salute delle persone?”

Bocconi avvelenati nelle frazioni di Saltaria, Moietto e Zaffoni: le autorità intervengano con rigore

Spargere bocconi avvelenati è una pratica crudele ed insensata che uccide indiscriminatamente molti animali, facendoli soffrire tormenti indicibili. Purtroppo questa piaga interessa anche Rovereto, dove alcuni individui dei quali ancora non si conosce l’identità hanno vigliaccamente sparso le loro esche velenose nei pressi delle frazioni di Saltaria, Moietto e Zaffoni. Continua a leggere “Bocconi avvelenati nelle frazioni di Saltaria, Moietto e Zaffoni: le autorità intervengano con rigore”

Soddisfazione per le promesse di rilancio dell’ex ospedale di Ala

C’è una buona notizia per il presidio socio sanitario di Ala e di conseguenza per i cittadini bisognosi di assistenza e cure residenti . Ieri il presidente della Provincia si è impegnato a potenziare la struttura sanitaria utilizzando gli spazi disponibili per ampliare l’offerta di servizi destinati alla popolazione locale ed in particolare quelli riferiti alla lungodegenza e alle residenze sanitarie assistenziali. Continua a leggere “Soddisfazione per le promesse di rilancio dell’ex ospedale di Ala”

Struttura sanitaria di Ala: si destini a funzioni di RSA e di lungodegenza

Riaprire l’ospedale di Ala, destinando la struttura agli anziani e alla riabilitazione dei lungodegenti. Questa la soluzione proposta dal M5S per dare una nuova speranza di sviluppo al nosocomio alense dopo che tutte le promesse dei politicanti provinciali sono andate puntualmente disattese. Continua a leggere “Struttura sanitaria di Ala: si destini a funzioni di RSA e di lungodegenza”