La maggioranza dice no alla trasparenza sui premi ai dirigenti provinciali? Il M5S torna a chiederla con un’interrogazione!

In Provincia di Trento a differenza che nel resto d’Italia non si rivelano i dati specifici in merito ai premi di risultato dei dirigenti, in quella che è una palese violazione delle raccomandazioni dell’Anac.

Non viene rivelato l’ammontare complessivo dello stipendio, della retribuzione di risultato e del trattamento accessorio collegato alla performance individuale dei dirigenti e nemmeno c’è disponibilità a far luce sui criteri, le procedure e i sistemi di misurazione e valutazione delle loro performance. Come viene premiato ciascuno specifico dirigente e perché? In Trentino non si dice, e peggio, non si vuol dire. Continua a leggere “La maggioranza dice no alla trasparenza sui premi ai dirigenti provinciali? Il M5S torna a chiederla con un’interrogazione!”

Il M5S trentino propone una legge per liberare le figure di garanzia dalle catene della lottizzazione partitocratica.

Lo abbiamo ormai ripetuto alla nausea: per poter svolgere appieno le loro funzioni le figure di garanzia (Difensore Civico, Garante dei Detenuti, Garante dei Minori) devono essere svincolate dai meccanismi delle nomine partitiche e dal sottostante e pervasivo spoils system che premia l’apparetenenza e la fedeltà cieca al padrino politico di turno. Al contrario serve istituire meccanismi che premino il merito e stabilire regole certe che consentano a chi riveste gli incarichi di poter svolger eal meglio le proprie funzioni al servizio della cittadinanza senza tema di ritorsioni o “scomuniche” politiche da parte dei loro “danti causa”.

Continua a leggere “Il M5S trentino propone una legge per liberare le figure di garanzia dalle catene della lottizzazione partitocratica.”

Interrogazione sulla digitalizzazione dei processi per risparmiare carta, tempo e fatica. Lo fanno in Lombardia, perché non in Trentino?

Un aspetto che spesso passa sotto traccia riguardo alle procedure che precedono la discussione in Aula delle leggi riguarda la presentazione degli emedamenti. Per chissà quale ragione vanno presentati rigorosamente su foglio cartaceo e in tale formato vengono poi gestiti dagli uffici. Questo da un lato comporta un non indifferente spreco di carta (si pensi che solo per il recente assestamento alla finanziaria sono stati presentati più di 7 mila emendamenti…) mentre dall’altro costringe gli uffici a scansionarli tutti e a creare dei file immagine per ciascuno, passaggi francamente inutili, che potrebbero essere facilmente saltati se solo si accettasse di far inviare ai consiglieri gli emendamenti in formato digitale.

Continua a leggere “Interrogazione sulla digitalizzazione dei processi per risparmiare carta, tempo e fatica. Lo fanno in Lombardia, perché non in Trentino?”

Trasparenza? No grazie! La maggioranza provinciale boccia un emendamento per fare chiarezza sui premi di risultato dei dirigenti provinciali!

Come al solito la provincia di Trento dimostra di essere diversamente speciale rispetto al resto d’Italia.

Ovunque nel Paese le pubbliche amministrazioni hanno l’obbligo di pubblicare nell’apposita sezione del sito istituzionale le informazioni relative ai criteri, alla valutazione e all’importo della retribuzione di risultato delle figure dirigenziali. Questioni su cui in Trentino, chissà perché, continuiamo a restare una triste eccezione, nonostante sul tema ci siano state precise raccomandazioni da parte dell’Autorità Nazionale Anticorruzione.

Continua a leggere “Trasparenza? No grazie! La maggioranza provinciale boccia un emendamento per fare chiarezza sui premi di risultato dei dirigenti provinciali!”

Diritto di accesso dei consiglieri comunali al registro di protocollo degli enti locali

Come ormai riconosciuto da numerose sentenze, tutti i consiglieri comunali hanno il diritto di accedere al protocollo informatico del loro Comune e ciò vale anche per la possibilità di farlo dal proprio computer di casa. Ciò nonostante questo diritto è spesso messo in dubbio o addirittura negato dalle amministrazioni comunali. Continua a leggere “Diritto di accesso dei consiglieri comunali al registro di protocollo degli enti locali”

Titoli professionali Sgarbi: ma che verifiche fa la Provincia?

In questi giorni è arrivata una divertentissima risposta dell’assessore Bisesti ad una mia interrogazione sulla verifica che la Provincia avrebbe (o non avrebbe) effettuato rispetto ai titoli professionali di Vittorio Sgarbi prima che fosse scelto come presidente del Mart. Sentite un po’:

Continua a leggere “Titoli professionali Sgarbi: ma che verifiche fa la Provincia?”

Nomine figure di garanzia: Merito SÍ, lottizzazione NO!

L’Autonomia è una enorme risorsa potenziale, che ha portato grandi vantaggi alla Provincia di Trento. Negli ultimi anni è però stata usata male, un esempio chiaro lo stiamo vivendo in questi giorni con i partiti politici impegnati a spartirsi le nomine per gli organi di garanzia (Difensore Civico, Garante dei Minori e Garante dei Detenuti) secondo una deteriore logica tribale del tutto avulsa dal concetto di merito, dedita com’è alla sola ricompensa dell’appartenenza politica.

Continua a leggere “Nomine figure di garanzia: Merito SÍ, lottizzazione NO!”

Un “barometro della burocrazia” per quantificarla e sconfiggerla nei fatti e non solo a parole

La burocrazia non piace a nessuno. Il termine evoca alla mente immagini in bianco e nero: noiosi mezze-maniche intenti a venerare procedure dal significato imponderabile, timbri giganteschi, scartoffie che vagano senza meta da un ufficio all’altro scritte in una lingua che nessuno sa davvero interpretare perché frutto dell’unione innaturale fra il sanscrito e l’aramaico antico, e, in generale, comportamenti arcani, ripetitivi ed insensati che finiscono con l’abbattersi sul cittadino inerme e vessato.

Continua a leggere “Un “barometro della burocrazia” per quantificarla e sconfiggerla nei fatti e non solo a parole”

Trasparenza: è ora di rendere completamente pubblici i verbali delle commissioni consiliari

In democrazia i verbali delle sedute delle commissioni consiliari dovrebbero essere pubblici e liberamente consultabili da parte di tutti i cittadini. Nella civilissima e avanzata Provincia di Trento però non è così. O meglio, i verbali sono pubblici in teoria ma in pratica non tutti lo sono davvero, perché a quelli delle sedute di commissione è possibile accedere solo dopo essere passati per un’esplicita richiesta alla segreteria di competenza. È una situazione ingiustificata e che per tanto va “normalizzata”. A tal fine ho presentato un’interrogazione che spero potrà indurre chi di dovere a riportare le cose nell’alveo della democrazia moderna, rendendo pubblici e quindi consultabili anche i verbali delle varie commissioni provinciali. Continua a leggere “Trasparenza: è ora di rendere completamente pubblici i verbali delle commissioni consiliari”

Consiglio provinciale Cronache, la rivista gratuita per informarsi sull’attività istituzionale

“Consiglio provinciale – Cronache” è il periodico redatto dall’ufficio stampa del Consiglio Provinciale di Trento che riassume tutta l’attività istituzionale svolta in aula e nelle commissioni. È una rivista che da spazio all’attività di tutte le forze politiche e dei consiglieri provinciali. Vi sono inoltre illustrate anche le attività e le iniziative promosse degli organi di garanzia incardinati presso il consiglio quali il Difensore Civico, Garante di Minori, Garante dei Detenuti, Comitato provinciale per le Comunicazioni, Forum Trentino per la Pace, Commissione provinciale per le Pari Opportunità Donna-Uomo. Particolare non da poco, è reperibile sia in formato elettronico che in forma cartacea in maniera completamente gratuita. Continua a leggere “Consiglio provinciale Cronache, la rivista gratuita per informarsi sull’attività istituzionale”