Disagi alla popolazione di Quaere. Le soluzioni sono ben lungi dall’essere implementate

Oggi in aula ho avuto modo di chiedere lumi al presidente della Provincia su cosa la sua maggioranza intenda fare riguardo all’incresciosa situazione con cui da anni si ritrovano a convivere i residenti di Quaere, frazione di Levico Terme, dove uno stabilimento che produce e distribuisce asfalto è sorto ed opera a ridosso delle case. Come è facile immaginare i cittadini devono loro malgrado convivere con olezzi nauseabondi, rumorosità costante e pesante incidenza di traffico pesante da e per lo stabilimento in questione. Da ridere, per non piangere, il fatto che i permessi che consentono un simile stato di cose derivano da un clamoroso errore materiale, ovvero presumono che lo stabilimento non sorga nei pressi dell’abitato come invece è nei fatti. Gli abitanti di Quaere sono comprensibilmente sconfortati da questo stato di cose, non ritengono che gli interventi di mitigazione del danno fin qui messi in atto abbiano sortito risultati apprezzabili e per questo hanno avanzato alla politica una serie di proposte, l’ultima delle quali riguarda il trasferimento dell’impianto produttivo in una vecchia area di cava posta a distanza dal loro abitato.

Ebbene, nella sua risposta la Giunta provinciale ci ha fatto sapere che la Provincia sta ancora eseguendo controlli e che pertanto non è ancora in grado di dare risposte precise agli abitanti di Quaere. Considerato che la coalizione politica di Fugatti da sempre chiede il voto agli elettori in virtù di una supposta capacità di far funzionare velocemente le cose, e come la questione di Quaere si trascini da almeno un lustro, si vede bene quale sia la distanza fra la propaganda politica incessantemente portata avanti dalla destra trentina e la realtà concreta dei fatti. I problemi di Quaere sono arcinoti e documentati, ma quando c’è da agire nell’interesse dei cittadini di colpo saltano fuori mille distinguo. Veloci solo quando fa comodo a loro insomma!

Il 14 settembre scorso avevo avanzato una richiesta di audizione presso la Terza commissione per ascoltare i rappresentanti della frazione di Quaere e del Comune di Levico Terme e la relazione dei primi esiti dei monitoraggi da parte dei funzionari di APPA. Il presidente Ivano Job ha posto la questione all’ordine del giorno della prossima seduta. Vedremo se riusciremo a saperne qualcosa in più in quella sede.
* in considerazione della richiesta del 14 settembre nella seduta della Terza commissione del 20.10.2020 i componenti della commissione hanno deciso di effettuare un sopralluogo insieme ai tecnici APPA presso l’impianto di Edipavimentazioni

* * *

Testo dell’interrogazione a risposta immediata 1830/XVI del 13 ottobre 2020 e della risposta fornita in aula il 19 ottobre 2020:

“Disagi causati agli abitanti della frazione di Quaere a Levico Terme dalla vicina presenza dell’area produttiva”

L’11 settembre scorso si è svolta a Quaere di Levico Terme un’assemblea della medesima frazione alla presenza della giunta e del Consiglio comunale di Levico, del sindaco di quel Comune e di alcuni consiglieri provinciali. Nel corso di detta riunione i residenti della frazione hanno sollevato l’annosa questione dei disagi causati al loro abitato dalla presenza dell’area produttiva della ditta Edilpavimentazioni in termini di emissioni di cattivi odori, rumorosità eccessiva e problematiche inerenti al traffico dei mezzi pesanti. I cittadini hanno sottolineato come i meccanismi di mitigazione del danno implementati ad oggi per ridurre le succitate problematiche non abbiano conseguito i risultati prefissati e come le autorizzazioni e il volume di lavorazione concessi all’azienda si basassero anche su un errore oggettivo, ovvero la non presenza di abitazioni civili nei pressi degli impianti, cosa assolutamente non corrispondente al vero. A fronte di tali constatazioni gli abitanti di Quaere hanno avanzato alle autorità presenti la proposta di spostare gli impianti nell’ex cava “Rossi”, sul bivio tra via per Vezzena e Caldonazzo.
Si chiede al Presidente della Provincia quali siano stati gli esiti dei controlli posti in essere da Appa riguardo alle problematiche sollevate dai cittadini di Quaere e come intenda procedere per risolvere in maniera efficace le stesse.

Risposta fornita il 19 ottobre 2020:

One Reply to “Disagi alla popolazione di Quaere. Le soluzioni sono ben lungi dall’essere implementate”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...