Attività di marzo 2022 – Newsletter n° 41

Anche marzo se ne è andato. Siamo oltre il mese di guerra in Ucraina con tutte le terribili conseguenze del caso. Possiamo solo sperare che la ragione prevalga e che i tenui segnali di pace che si profilano all’orizzonte possano concretizzarsi già questo mese.

Prima di entrare nel dettaglio dell’attività svolta nello scorso mese di marzo, alcune informazioni di servizio riguardo agli appuntamenti pubblici sulla riqualificazione edilizia che si svolgeranno nei prossimi giorni con la partecipazione del deputato Riccardo Fraccaro e di rappresentanti di ordini professionali e imprese. 

  • Sabato 9 aprile, alle ore 18.00, la sala polifunzionale di Condino (Borgo Chiese) ospiterà l’evento SuperEcoBonus e investimenti nell’efficientamento energetico (locandina). Sul palco, l’ex ministro Riccardo Fraccaro, ideatore del superecobonus, il consigliere del collegio dei geometri Flavio Zanetti, Luca Martinelli dell’Associazione Artigiani e l’ingegner Marco Loreti, esperto in sistemi integrati di riscaldamento. 
  • (EVENTO RINVIATO!) Lunedì 11 aprile, sempre alle 18.00, nella sala di rappresentanza del palazzo della Regione a Trento, avrà luogo l’incontro SuperEcoBonus e conversione ecologica del patrimonio immobiliare (locandina). Fra i relatori il mio collega di Bolzano Diego Nicolini, l’ex ministro Riccardo Fraccaro, il presidente dell’Associazione Artigiani Marco Segatta, il presidente dell’ordine degli architetti Marco Giovanazzi, il presidente dell’ordine dei periti industriali Gabriele Cassietti e il presidente dell’ANACI trentina, Gilberto Magnani.

Manca circa un anno e mezzo alle elezioni provinciali e la campagna elettorale ha definitivamente ingranato la marcia. Propaganda e dichiarazioni ad effetto hanno preso il totale sopravvento sulla discussione razionale dei problemi, sia in Aula che sui giornali, occupando anche quel poco spazio rimasto per sviluppare riflessioni tecniche nel merito dei provvedimenti legislativi e dell’attività amministrativa degli uffici provinciali. Mettendo da parte il disagio nell’assistere a tale fenomeno, il punto è che l’intero sistema trentino sconta comportamenti che nulla hanno a che vedere con l’interesse collettivo e il benessere dei cittadini. Il problema non è la contrapposizione politica, che se è sincera e onesta rappresenta il cuore stesso della democrazia. La questione riguarda il modo troppo spesso ipocrita col quale il gioco politico viene condotto. In pubblico si fa la faccia feroce e si promettono battaglie, in privato non si fa niente o ci si mette d’accordo. 

Per evitare di essere accomunato a questo poco edificante teatrino maggioranza-opposizione, messo in atto per nascondere la sostanziale unità nel mantenimento dell’attuale sistema eterno ed immutabile, ho scelto di dare le dimissioni dall’assemblea delle minoranze, in modo da poter proseguire senza distrazioni (e senza eccessivi mal di pancia) il lavoro avviato nel corso della legislatura. Nel frattempo a livello nazionale Giuseppe Conte è stata confermato alla guida del M5S. Questo potrà portare benefici anche per l’attività a livello locale.

Sul fronte giudiziario a marzo c’è stata la surreale prosecuzione della vicenda giudiziaria/politica che vede protagonista il deputato Vittorio Sgarbi per la causa civile che ha mosso (e perso) contro di me. Ci sono stati due passaggi in Giunta per le elezioni della Camera dei Deputati. Strano a dirsi (?), la questione è quasi passata sotto silenzio a livello locale mentre ne ha parlato il Fatto Quotidiano con un articolo di Ilaria Proietti (I deputati pronti a salvare Sgarbi: “Insulti social? Attività politica”).  

Ricordate l’iniziativa FacciamoEcoScuola? Dopo un anno di pandemia, un altro dei beneficiari dell’iniziativa tramite la quale sono stati impiegati i 70.000 euro di restituzioni dei portavoce del M5S ha terminato i lavori. Il 4 marzo ho fatto visita all’istituto Lorenzo Guetti di Tione di Trento per vedere con i miei occhi lo spazio conviviale ricavato nel piano terra del giro scale della scuola realizzando così il progetto “Tanti piccoli passi per ridurre la nostra impronta sulla Terra” che era stato lanciato con un bando interno e una grande partecipazione tra gli studenti (qui un rendering di uno dei progetti partecipanti). In tal modo sono state eliminate le macchinette delle merendine confezionate per essere sostituite da uno spazio ristoro dove verranno messi a disposizione alimenti più genuini prodotti da fornitori locali. L’altra parte del progetto, l’installazione di una stazione per la ricarica di bici elettriche, dovrebbe essere realizzata dal comune di Tione congiuntamente con il Bim del Sarca anche grazie al mio interessamento, proseguendo il percorso che l’amministrazione comunale aveva già avviato grazie alle risorse del cosiddetto emendamento Fraccaro.

Il 4 marzo ho risposto alle domande di Marika Terraneo nella trasmissione Confronti su RTTR TV alternandomi negli interventi col consigliere Claudio Cia. Ho parlato del conflitto in Ucraina, delle misure per l’accoglienza e per il sostegno alle imprese con crediti pendenti, della necessità di attuare le misure previste dal bilancio energetico della Provincia, dell’aumento della pressione fiscale tramite l’aumento delle aliquote dell’addizionale regionale Irpef, del supposto prolungamento autostradale della Valdastico Nord e degli aumenti di remunerazione dei consiglieri provinciali.

Nei giorni dall’8 al 10 marzo si è svolta una sessione in Consiglio provinciale.

Il 9 marzo prima dell’inizio della seduta consiliare è stato convocato per la prima volta dalla sua costituzione il Tavolo di Valutazione delle Leggi. Ho innanzitutto chiesto delucidazioni sulle iniziative per rendere accessibili le delibere giuntali creando dei collegamenti ipertestuali permanenti alle stesse e per desecretare le delibere antecedenti il 2016 che riguardano l’attuazione di leggi provinciali (vedi interrogazione senza risposta). Ho inoltre richiesto che la legge sul governo dell’autonomia del Trentino (la legge sulle comunità di valle e sulle partecipate) sia sottoposta all’attenzione del tavolo. La proposta (c’era da aspettarsi qualcosa di diverso?) è stata rispedita al mittente da parte del resto della commissione. Il Tavolo dopo aver dormito per più di tre anni concluderà la legislatura senza lasciare alcun segno per dare un senso alla legge che lo ha istituito (verbale di seduta).

L’11 marzo alla puntata di A tu per tu su Trentino TV ho risposto alle domande di Marilena Guerra cogliendo l’occasione per ribadire le proposte in materia di reddito energetico, comunità energetiche e misure di efficientamento energetico. Ho commentato l’esito dell’esame dell’aula consiliare del disegno di legge che ha modificato la disciplina dell’addizionale regionale Irpef ed ha introdotto il comitato tecnico scientifico di Trentino Sviluppo Spa senza però considerare misure per assicurare maggiore trasparenza sull’operato delle società partecipate

Il 15 marzo ho partecipato alla seduta della Quarta commissione nel corso della quale sono stati ascoltati i rappresentanti delle organizzazioni del Terzo settore. Nel corso della consiliatura mi sono occupato più volte delle problematiche che li riguardano. Questa volta non sono riuscito a nascondere un sentimento di impotenza che sto vivendo nel ruolo di consigliere rispetto a una serie di adeguamenti burocratici che rischiano di soffocare la vitalità nell’ambito dei servizi socio-assistenziali e dunque la capacità di dare risposte ai bisogni sociali della cittadinanza.

Nella seduta del Consiglio regionale del 16 marzo sono intervenuto per illustrare la posizione e le proposte emendative del M5S in ordine al disegno di legge di iniziativa giuntale in materia di società partecipate regionali. Ho criticato l’approccio arrogante della maggioranza regionale nel replicare agli interventi delle minoranze e nel presentare proposte emendative fuori dai termini previsti dal regolamento forzando in maniera sistematica i principi di base della discussione democratica (video 1° intervento e 2° intervento).

Nella seduta del 17 marzo ho dichiarato l’appoggio del M5S all’emendamento al dispositivo concordato tra la consigliera Sara Ferrari e il consigliere Alessandro Urzì della mozione di quest’ultimo relativamente agli eventi bellici in Ucraina (video) sottolineando tre aspetti riguardanti l’impegno della Regione, che esiste e va valorizzata, non umiliata. Sono necessari, (1) interventi da un punto di vista finanziario per affrontare la crisi umanitaria susseguente al conflitto (vedi anche interrogazione 116/XVI che avrebbe essere discussa congiuntamente alla mozione), (2) interventi diplomatici, operando all’interno del comitato delle Regioni a Bruxelles, (3) interventi di maggior coordinamento sulle politiche energetiche provinciali. Ci siamo tuttavia astenuti sulle premesse del documento per via del riferimento troppo esplicito alle misure di offesa militare.

Nel pomeriggio del 17 marzo i capigruppo dei gruppi consiliari regionali hanno concordato la procedura da seguire per la trattazione della proposta di modifica al regolamento predisposta dal presidente del Consiglio Noggler sulla base delle proposte emendative che furono presentate nella scorsa consiliatura (proposta di modifica sui cui i gruppi consiliari si dovranno esprimere). Per quanto mi riguarda, da un lato ritengo che l’aggiornamento del regolamento sia un tema stimolante se affrontato nell’ottica di modernizzare i lavori consiliari ma dall’altra credo che, visto e considerato il già arrendevole comportamento dell’opposizione e la prepotenza della maggioranza, si corra il rischio di un’ulteriore e preoccupante compressione delle prerogative delle minoranze consiliari.

Il 18 marzo il presidente della prima commissione regionale ha comunicato il rinvio dell’audizione del Presidente del Consiglio regionale della Basilicata, delegato per il Coordinamento delle Commissioni regionali e degli Osservatori sul contrasto della criminalità organizzata e la promozione della legalità. Contestualmente è stato rinviato l’esame del disegno di legge per istituire un osservatorio sulla criminalità organizzata nella nostra regione (TrentoToday). Nello stesso giorno il Consiglio delle autonomie locali di Trento ha espresso parere negativo sul disegno di legge regionale a mia firma e di Diego Nicolini sulla gestione dei beni confiscati alle mafie. Nei giorni successivi è arrivato anche il parere negativo del Consiglio dei comuni di Bolzano. Come si vede, nei nostri politici, a tutti i livelli, c’è proprio una gran voglia di opporsi alla criminalità organizzata…

Sabato 19 marzo mi sono recato a Bondone dove lo stesso giorno era stato appiccato un incendio che ha devastato il territorio circostante. A causa della siccità e delle condizioni del bosco, i vigili del fuoco sono riusciti a fermare l’incendio solo dopo una decina di giorni di duro lavoro e con l’impiego dei mezzi aerei della protezione civile statale. Sono andati in fumo circa 300 ettari di territorio! 

Il 21 marzo sono stato ospite della trasmissione Filo diretto su Trentino Tv a un dibattito sulla crisi energetica e sull’aumento incontrollato dei prezzi. Mi sono confrontato con il vicepresidente della Provincia Mario Tonina, il presidente di Dolomiti Energia Massimo De Alessandri, il presidente dell’Associazione Artigiani Trentino Marco Segatta, del presidente della Cooperazione Trentina Roberto Simoni e il direttore generale di Confindustria Trentino Roberto Busato.

Il 23 marzo ho partecipato ai lavori della Terza commissione nel corso della quale è stata trattata la petizione per opporsi alla localizzazione di un impianto sperimentale di termossidazione di rifiuti a Pergine Valsugana ed è stata approvata la relazione conclusiva sulla petizione relativa all’impianto di produzione di asfalto di Quaere. Purtroppo la petizione sull’impianto di Quaere non ha sortito alcun effetto nei confronti dell’amministrazione provinciale, la quale, per inciso, non ha ancora risposto alle due interrogazioni depositate nel 2021 per chiedere come intendesse facilitare la risoluzione del problema (2736/XVI e 3239/XVI).

Verso la fine del mese si è acceso il dibattito pubblico sulla carenza di personale presso la casa circondariale di Spini di Gardolo e sulle condizioni di sicurezza. Mi sono sentito in obbligo di richiamare l’attenzione della Giunta provinciale su un problema irrisolto da troppo tempo, come abbiamo ampiamente sottolineato negli anni passati, e che merita certamente una maggiore e più fattiva interazione tra Stato e Provincia autonoma (TrentoToday).

Sulla questione delle  specie ittiche alloctone, nonostante l’impellente necessità di chiarire la situazione in termini certi, nel mese di marzo non è stata fornita alcuna risposta all’interrogazione del 14 febbraio. Nel frattempo le associazioni hanno predisposto un documento elencando i danni che il settore sta subendo e le tragiche conseguenze in attesa di provvedimenti che diano indicazioni chiare su come procedere (comunicato stampa del 24 marzo 2022). Mettere fine all’assenza di risposte, in spregio ai termini previsti dal regolamento, sarebbe il minimo. Il trattamento che migliaia di volontari stanno subendo da parte della Giunta provinciale è prova di un silenzio e un’inerzia del tutto inaccettabili.

Nel mese di marzo dalla lettura della relazione della Procura regionale della Corte dei Conti abbiamo appreso della condanna degli amministratori del comune di Nago Torbole per le eccessive consulenze affidate per l’elaborazione di un parere sull’ammissibilità di un referendum per la tutela dell’area verde urbana del Parco Pavese situata in fascia lago (LaBusa). Strano a dirsi la commissione in questione bocciò il referendum proposto dai cittadini.

Nel corso del mese ho presentato una serie di interrogazioni per riprendere alcuni concetti già articolati in passato nell’ambito dell’energia. Sono state inoltre fornite risposte a diverse interrogazioni. Non sempre in maniera soddisfacente. 

Sommario:

Good news 
Bad news
Elenco interrogazioni e mozioni presentate marzo
Risposte a interrogazioni ottenute nel mese di marzo
Incontri, commenti e interventi pubblici

Good news

⭐Approvata proposta M5S sul Garante del Contribuente
Approvata proposta di risoluzione del M5S che impegna la Giunta provinciale ad avviare un’interlocuzione con il Governo italiano al fine di verificare la disponibilità dello Stato a riformare l’istituto del Garante dei contribuenti. L’obiettivo è consentire alle Province autonome di Trento e di Bolzano di implementare le funzioni dello stesso senza oneri a carico delle Province medesime in modo da far funzionare meglio il Garante nell’ambito della nostra Autonomia. 

⭐⭐ Partecipazione politica dei disabili
È stata approvata una proposta di risoluzione del M5S che impegna la Giunta provinciale: (1) a promuovere un’indagine per individuare i limiti, le criticità e le opportunità in ordine alla piena attuazione dell’articolo 29 della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità sulla partecipazione alla vita politica e pubblica; (2) a riportare alla commissione consiliare competente l’esito dell’indagine riguardo all’attuazione dell’articolo 29 della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità e alle eventuali misure che potrebbero essere implementate per rimuovere gli ostacoli che limitano di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini e in particolare per rendere effettiva la partecipazione alla vita politica e pubblica delle persone con disabilità. Bene. Ora però bisogna passare dalle parole ai fatti.

⭐⭐⭐ Dotazione di autosnodati sbarrierati sulla linea di trasporto pubblico Trento – Sarche – Riva del Garda
Rispondendo alle sollecitazioni del sottoscritto e del cittadino Paolo Minotto il Presidente della Provincia Fugatti ha affermato che è in programma la sostituzione dei pullman autosnodati più datati e che c’è la volontà di verificare la possibilità di acquistare almeno un paio di tali mezzi dotati la pedana, che potranno essere utilizzati sulla linea che collega Trento a Riva del Garda, al fine di aumentare le possibilità di viaggio da parte della clientela con problemi di mobilità. Nell’interrogazione 3229/XVI “Mappatura delle fermate extraurbane provinciali idonee al trasporto dei disabili e potenziamento dei mezzi adeguati a tale tipo di trasporto” avevamo chiesto qualche impegno in più ma qualcosa abbiamo ottenuto. Rimane tuttavia ancora molto da fare e per questo andremo avanti con altre iniziative in questo ambito.

Bad news

🚫 Forum fiscali
A inizio marzo sono stati bocciati tutti i nostri emendamenti per ridurre la pressione fiscale sulle fasce più deboli della popolazione ma anche la proposta di creare degli spazi di confronto con associazioni di categoria, sindacati e cittadini per la definizione concertata delle politiche fiscali ed economiche. Avevamo proposto soluzioni concrete ed innovative ma sono state bocciate senza appello. In sede di discussione nessuno si è sognato di appoggiarle, salvo poi leggere sui giornali appelli e richieste per una maggiore inclusione. Questa non è politica, è teatro dell’assurdo (o forse tragicommedia…)!

🚫🚫 Risposte insoddisfacenti alle interrogazioni
Nel mese di marzo sono giunte numerose risposte ad interrogazioni presentate nei mesi scorsi. Nella maggior parte dei casi le spiegazioni fornite dalla Giunta non sono state particolarmente rassicuranti. Ne segnalo alcune di seguito mentre l’elenco integrale lo trovate nella sezione “Risposte” di questa newsletter:
(1) Cambiamenti climatici. Nel febbraio del 2019, confidando in una maggiore consapevolezza sul fenomeno del surriscaldamento globale a seguito della tempesta Vaia, avevamo chiesto di investire risorse sulle produzioni cinematografiche per favorire la diffusione di audiovisivi che affrontassero il tema dei cambiamenti climatici. Dopo più di tre anni ci hanno risposto (244/XVI) dicendo che hanno la certificazione Green Film (che avevamo citato anche nell’interrogazione) e che questo può bastare.
(2) Affidamento di incarichi dirigenziali a personale in quiescenza. Tra le stranezze della risposta (2954/XVI) l’aspetto che più colpisce è che nel prossimo biennio compiranno 65 anni 11 dirigenti ma che il loro collocamento a riposo è subordinato alla maturazione dei requisiti pensionistici dei quali l’Amministrazione non sempre ha contezza. Insomma, sugli incarichi dirigenziali si naviga a vista…
(3) Depuratore del Linfano. Avevamo chiesto come la Provincia intendesse coordinare interventi con le amministrazioni comunali di Arco e di Nago-Torbole per affrontare le criticità a monte dell’impianto di depurazione e che sono diretta conseguenza della non corretta separazione delle acque bianche dalle acque nere (3006/XVI). Ci hanno risposto che la Provincia non ha competenza per intervenire sui collettori comunali e pertanto le eventuali verifiche sul corretto allacciamento, come il controllo della corretta tenuta dei collettori, spettano ai Comuni. Anche in questo caso il problema rimane irrisolto nell’attesa del prossimo acquazzone e delle relative conseguenze. Siamo sicuri che i cittadini e le imprese che hanno a che fare con sversamenti nauseabondi saranno rassicurati nel sapere che la Provincia se ne lava le mani e scarica sui Comuni, i quali preferiscono lavorare sui PRG anziché sulla rete fognaria.
(4) Tariffe agevolate dei parcheggi gestiti dalla Società Aeroporto Catullo a favore dei residenti dei trentini. Fugatti ci ha risposto che per consentire un calmieramento sul costo del parcheggio dell’aerostazione agli avventori trentini, la Provincia si troverebbe nella condizione di dover sottoscrivere un’apposita convenzione con la società al fine di compensare le mancate entrate registrate dalla medesima, in conseguenza dello sconto tariffario (3015/XVI). Ci chiediamo perché per le tratte urbane di A22 la Provincia non abbia esitato ad assicurare i passaggi gratuiti (rimborsando i costi alla società A22) ma non voglia nemmeno considerare uno “sconto” sui parcheggi dell’aeroporto di cui è socia.
(5) Prevenzione della corruzione e violazioni del codice di comportamento dei dipendenti pubblici. Nell’interrogazione 3030/XVI avevo posto la questione delle segnalazioni dei whistleblowers al responsabile della corruzione e del ruolo del Comitato unico di garanzia in relazione alle violazioni del codice di comportamento dei dipendenti pubblici. Il presidente Fugatti risponde specificando alcuni aspetti riguardanti la normativa e rimarcando come la Provincia tratti le due questioni a compartimenti stagni. Dalla risposta emerge come nemmeno all’interno della pubblica amministrazione via sia la consapevolezza rispetto alla connessione tra discriminazioni sul luogo di lavoro, benessere organizzativo e comportamenti corruttivi. In questo ambito rileviamo ancora un livello di misconoscenza su cui si deve intervenire utilizzando non solo gli strumenti giuslavoristici ma anche quelli psicosociali. La strada è lunga ma è necessario percorrerla se si vuole promuovere il progresso e la produttività nella pubblica amministrazione.
(5) Trasparenza nell’impiego dei fondi del PNRR. Nell’ottobre scorso chiedevo al presidente Fugatti se non ritenesse di predisporre una sezione specifica del sito istituzionale della Provincia per caricare gli aggiornamenti riguardanti le proposte progettuali della Provincia autonoma di Trento da finanziarsi con i fondi del PNRR e alle modalità di realizzazione delle stesse al fine di assicurare un monitoraggio attento (3151/XVI). Fugatti ha risposto che è stata costituita una Cabina di regia, che verrà istituito un Tavolo di Lavoro Permanente e che è in via di definizione un’area del sito istituzionale della Provincia dedicata all’aggiornamento delle proposte progettuali finanziate dal PNRR per il territorio trentino. Dal primo elenco che avevo recuperato nel 2020 non ci sono più stati comunicati aggiornamenti rispetto ai piani della PAT. Non ci resta che attendere il sito. Una delle poche certezze che sembrano esserci è che il PNRR si trasformerà in una grande colata di cemento.
(6) Riduzione rumore convogli ferroviari. Com’era la storia che il bypass ferroviario serve per migliorare la qualità della vità dei trentini? Nel novembre scorso, visto e considerato che Stato e Provincia sono entusiasti di spendere 900 milioni per realizzare il tunnel ferroviario di Trento, avevamo presentato un’interrogazione per chiedere con quali modalità la Provincia intendesse sollecitare RFI affinché realizzi in tempi adeguati gli interventi per il contenimento del rumore a salvaguardia della qualità di vita delle comunità residenti nei territori attraversati dai binari ed in particolare nei comuni di Trento, Rovereto, Calliano, Ala, Lavis, Avio, Trento, Volano, Besenello, Mezzocorona, San Michele all’Adige. La risposta (3260/XVI) è che l’eventuale revisione delle priorità e delle tempistiche degli interventi di risanamento acustico non ancora realizzati è legata alle previsioni di traffico, legate al potenziamento del corridoio del Brennero e che per ora non se ne parla. In sintesi: a Trento la ferrovia crea disagi e facciamo un bypass per alleviare parte del problema (quelli di Trento Nord si attaccano al treno) mentre per il resto della Provincia dobbiamo attendere la realizzazione delle mega opere sull’asse del Brennero prima di intervenire…
(7) Prevenzione della corruzione nel settore delle autorizzazioni ambientali. La realtà che tocchiamo tutti con mano da anni è assai preoccupante (basti vedere i procedimenti penali pendenti) ma la Provincia dice che “forse” in futuro valuterà di aumentare i controlli e le verifiche nel settore delle autorizzazioni ambientali, per adesso niente. Di potenziare l’organico non se ne parla nemmeno. Tanto poi il costo dei danni ambientali lo pagheranno altri, quelle “future generazioni” sul cui conto piace tanto spendere due lacrimucce a favor di telecamera.
(8) Rotatoria quadrata asimmetrica sul fiume Caffaro. La saga continua … 

Elenco interrogazioni presentate a marzo

3497/XVI del 1-mar-2022
Iniziative di sostegno economico/finanziario a favore delle imprese trentine danneggiate dalle conseguenze del conflitto russo-ucraino (Gazzetta della Valli)

3508/XVI del 2-mar-2022
Redigere un bilancio ambientale del Consiglio provinciale ed adottare forme di climatizzazione più parsimoniose (blog)

3526/XVI del 3-mar-2022
Iniziative per estendere la misurazione dei consumi, la pubblicazione dei dati nonché l’impiego di tecnologie innovative di gestione dell’energia nel settore produttivo (Consiglio provinciale)

3534/XVI dell’8-mar-2022
Costi e ricadute del concerto di Vasco Rossi e dell’evento “Euregio rock – Vasco live”

3539/XVI del 10-mar-2022

Istituzione di comitati per il trasporto di persone, dell’alloggiamento ed assistenza temporanea, dell’assistenza sanitaria e dell’assistenza immediata alla popolazione proveniente dall’Ucraina con ingressi dagli Stati confinanti con la nostra regione

3540/XVI del 10-mar-2022
Valorizzazione dei prodotti della filiera agroalimentare locale all’interno dell’arena in cui si svolgerà il concerto di Vasco Rossi

3549/XVI del 16-mar-2022
Previsione di bandi per favorire la sostituzione di vecchi generatori a biomassa con impianti di ultima generazione

3550/XVI del 16-mar-2022
Valutare preventivamente e ridurre l’impatto delle grandi opere, pubbliche e private, dal punto di vista del consumo complessivo di energia e della diffusione dell’anidride carbonica e degli altri gas climalteranti (Il Dolomiti) (blog)

3556/XVI del 17-mar-2022
Valutazione di incidenza ambientale sul progetto di riaccensione dei forni del cementificio di Sarche (L’Adige)

3557/XVI del 17-mar-2022
Procedure per introdurre la valutazione preventiva dei disegni di legge di competenza della Giunta provinciale in ordine alla coerenza con i contenuti della Strategia provinciale per lo sviluppo sostenibile e della Strategia nazionale e provinciale sui cambiamenti climatici

3561/XVI del 18-mar-2022
Costo di riscaldamento ed energia elettrica degli edifici di proprietà della Provincia e bilancio energetico degli interventi di efficientamento    

3562/XVI del 21-mar-2022
Effetti della siccità dell’inverno 2021/2022 sulla produzione energetica del gruppo Dolomiti Energia e lotta alla povertà energetica attraverso il reddito energetico provinciale

3571/XVI del 22-mar-2022
Valutazioni sull’organizzazione della prossima seduta congiunta del Consiglio provinciale con il Consiglio delle autonomie locali e la Giunta provinciale

3582/XVI del 26-mar-2022
Lavori di reimpianto, ripristino e completamento del Libro fondiario dei comuni catastali di Armo, Bollone, Magasa, Moerna, Persone e Turano nei Comuni amministrativi di Magasa e di Valvestino (provincia di Brescia)

3583/XVI del 27-mar-2022
Iniziative intraprese da Itea per beneficiare delle misure del Superbonus 110% e programma degli interventi da eseguire entro le scadenze previste dalla normativa statale al fine di beneficiare del credito fiscale      

In Consiglio regionale

116/XVI del 15-mar-2022

Per sapere dal Presidente della regione se intende creare una pagina sul sito della regione, in cui siano inserite tutte le informazioni del comitato consultivo previsto dall’articolo 4 del testo unificato delle norme regionali concernenti iniziative umanitarie e se non ritiene di convocare urgentemente questo comitato consultivo in considerazione degli eventi bellici in Ucraina e delle conseguenze umanitarie

117/XVI del 16-mar-2022
Per avere informazioni dal Presidente della regione sulle società partecipate dalla regione, in particolare in riferimento all’attuazione dell’articolo 10 della legge regionale n. 16 del 2016, di recepimento del testo unico statale in materia di società a partecipazione pubblica (decreto legislativo n. 175 del 2016)

118/XVI del 24-mar-2022
Per avere informazioni dalla Giunta regionale sull’istituzione del gruppo di lavoro per l’elaborazione del Protocollo d’intesa per le iniziative di cooperazione e sinergia promosse congiuntamente dalla regione e dalle Province di Trento e di Bolzano in ambiti di loro competenza (mozione n. 7/XVI), nonché per avere informazioni sull’iter normativo di trasferimento delle competenze ordinamentali regionali in materia di enti locali alle Province autonome, in attuazione di quanto definito nel defr 2021-2023

Risposte a interrogazioni ottenute nel mese di marzo

23-mar-2022 risposta all’interrogazione 244/XVI del 13-feb-2019
Promozione di iniziative culturali tese a favorire la diffusione di audiovisivi che affrontino il tema dei cambiamenti climatici

11-mar-2022 risposta all’interrogazione 2925/XVI del 24-ago-2021
Criticità del servizio di trasporto pubblico e scolastico delle valli Giudicarie e soluzioni da concordarsi con la Provincia di Brescia e l’Agenzia del TPL del bacini di Brescia (Giudicarie.com)

11-mar-2022 risposta all’interrogazione 2939/XVI del 31-ago-2021
Utilizzo della tecnologia blockchain per la tracciabilità in ambito agroalimentare e per la valorizzazione dei prodotti della filiera corta

14-mar-2022 risposta all’interrogazione 2954/XVI dell’1-set-2021
Prosecuzione incarico dirigenziale a personale in quiescenza

11-mar-2022 risposta all’interrogazione 3006/XVI del 17-set-2021
Criticità dell’impianto di depurazione sito a Linfano di Arco (LaBusa)

11-mar-2022 risposta all’interrogazione 3015/XVI del 21-set-2021
Sottoscrizione di una convenzione per la riduzione delle tariffe dei parcheggi gestiti dalla Società Aeroporto Valerio Catullo Spa a favore dei residenti della Provincia autonoma di Trento

11-mar-2022 risposta all’interrogazione 3030/XVI del 24-set-2021
Produzione di una relazione sull’impatto della normativa per la tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti, analizzando il numero, la tipologia e l’esito

11-mar-2022 risposta all’interrogazione 3053/XVI del 29-set-2021
Visualizzazione di tutti i numeri telefonici degli uffici provinciali

28-mar-2022 risposta all’interrogazione 3106/XVI del 18-ott-2021
Installazione di un ponte provvisorio modello “Bailey” fra i due ponti attualmente presenti sul torrente Caffaro (Blog)

11-mar-2022 risposta all’interrogazione 3151/XVI del 27-ott-2021
Trasparenza e accessibilità alle proposte di progetto da finanziare con fondi del PNRR e alle relative modalità di realizzazione

11-mar-2022 risposta all’interrogazione 3154/XVI del 27-ott-2021
Pubblicazione dei programmi di legislatura depositati dai candidati alla Presidenza della Provincia autonoma di Trento per le elezioni provinciale del 2018

23-mar-2022 risposta all’interrogazione 3229/XVI del 17-nov-2021
Mappatura delle fermate extraurbane provinciali idonee al trasporto dei disabili e potenziamento dei mezzi adeguati a tale tipo di trasporto

23-mar-2022 risposta all’interrogazione 3260/XVI del 24-nov-2021
Realizzare interventi di contenimento del rumore causato dall’attraversamento dei convogli ferroviari nei Comuni trentini

7-mar-2022 risposta all’interrogazione 3290/XVI del 5-dic-2021
Introduzione della disability card a livello nazionale e adozione della carta provinciale per i disabili

23-mar-2022 risposta all’interrogazione 3305/XVI del 17-dic-2021
Mancato rispetto delle disposizioni previste dalla legge 28/2000 per assicurare la parità di accesso ai mezzi di informazione durante le campagne elettorali e referendarie e per la comunicazione politica

23-mar-2022 risposta all’interrogazione 3340/XVI del 7-gen-2022
Inclusione dei settori delle autorizzazioni ambientali e della gestione dei rifiuti tra le strutture considerate esposte a maggior rischio di corruzione (blog)

25-mar-2022 risposta all’interrogazione 3508/XVI del 2-mar-2022
Redigere un bilancio ambientale del Consiglio provinciale ed adottare forme di climatizzazione più parsimoniose (blog)

8-mar-2022 risposta all’interrogazione 3526/XVI del 3-mar-2022
Iniziative per estendere la misurazione dei consumi, la pubblicazione dei dati nonché l’impiego di tecnologie innovative di gestione dell’energia nel settore produttivo

25-mar-2022 risposta all’interrogazione 3571/XVI del 22-mar-2022
Valutazioni sull’organizzazione della prossima seduta congiunta del Consiglio provinciale con il Consiglio delle autonomie locali e la Giunta provinciale

Risposte ottenute dal Consiglio regionale

15-mar-2022 risposta all’interrogazione 114/XVI del 4-feb-2022
Per sapere dalla Giunta regionale quali iniziative intende adottare per ottemperare alle indicazioni fornite dalla Commissione europea in ordine alle procedure di affidamento della concessione per la gestione dell’autostrada del brennero e all’evoluzione del quadro normativo dell’UE in materia di mobilità e corridoi trasportistici

Incontri, commenti e interventi pubblici

02 marzo 2022 – Guerra in Ucraina, la PAT agisca per ridurre le tensioni e per tutelare le imprese trentine

03 marzo 2022 – Disegno di legge su Irpef, Imis e Trentino Sviluppo: il M5S presenta una relazione di minoranza

03 marzo 2022 – Consumo energetico del Consiglio provinciale: il M5S presenta interrogazione per chiedere efficientamento in pianta stabile

04 marzo 2022 – Crisi energetica: il M5S chiede conto a Fugatti dei mancati impegni sull’efficientamento del sistema industriale trentino

05 marzo 2022 – Meno tasse ai redditi medio-bassi. Il M5S presenta emendamenti a Legge Provinciale su addizionale IRPEF

07 marzo 2022 – Trasparenza su tutte le partecipate provinciali e su Trentino Sviluppo in particolare!

08 marzo 2022 – Festa della Donna e politiche di genere

12 marzo 2022 – Garante del contribuente. Approvata proposta del M5S per chiedere allo Stato di disciplinare l’organizzazione dell’istituto autonomamente

12 marzo 2022 – Strategia europea 2021-2030 sui diritti delle persone con disabilità. Approvata proposta del M5S per promuovere il loro diritto a partecipare alla vita politica e pubblica

13 marzo 2022 – I Marini a Londra

14 marzo 2022 – Partecipate regionali. Il M5S presenta emendamenti per assicurare trasparenza sulle nomine in A22 e Pensplan

17 marzo 2022 – PNRR: trasparenza NO grazie!

18 marzo 2022 – Osservatorio criminalità organizzata: Lega-Patt-SvP architettano l’ennesimo rinvio

19 marzo 2022 – La lotta dei vigili del fuoco contro l’incendio di Bondone (video)

19 marzo 2022 – Beni confiscati alle mafie. Il Consiglio delle autonomie non si smentisce: parere negativo alla proposta del M5S

19 marzo 2022 – Carenze organico polizia penitenziaria: Fugatti si sveglia di colpo ma conosceva il problema da anni

21 marzo 2022 – Riforma fiscale e Irpef: dalla giunta di Trento uno schiaffo a lavoratori e imprenditori

23 marzo 2022 – Le mie dimissioni dall’Assemblea delle Minoranze

23 marzo 2022 – Efficienza energetica delle scuole trentine. Il M5S propone di stanziare fondi a bilancio per finanziare le misure previste dal bilancio energetico provinciale

25 marzo 2022 – La Corte dei Conti condanna gli amministratori di Nago Torbole per aver garantito eccessivi compensi ai membri della commissione che affondò il referendum sul mantenimento del parco Pavese

26 marzo 2022 – La giunta usa i soldi del PNRR per inondare di cemento il Trentino e inasprire il cambiamento climatico

26 marzo 2022 – Criminalità organizzata in Trentino: la Provincia non inserisce il settore delle valutazioni ambientali fra quelli a maggior rischio corruzione

29 marzo 2022 – Conte riconfermato alla guida del M5S

30 marzo 2022 – Rotatoria di Ponte Caffaro. Arriva il terzo ponte ma il secondo resta chiuso senza un perché

30 marzo 2022 – Grazie a Sabrina Pignedoli per la solidarietà sugli insulti di Sgarbi

30 marzo 2022 – Sgarbi, condannato dalla Giustizia e salvato dalla politica? Ecco i fatti.

⭐ Newsletter dei mesi precedenti ⭐

Iscriviti alla newsletter mensile

* * * * *

Segui i canali per restare aggiornato:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...