Fugatti e Kompatscher intervengano su Draghi per prorogare il Superbonus 110% per le abitazioni singole

“Prorogare il superbonus 110% escludendo le abitazioni singole sarebbe un gravissimo errore, a danno di tanti cittadini e imprese, ma anche di tutto l’impianto di una norma che ha sin qui avuto un successo straordinario, rilanciando il settore edilizio e allo stesso tempo facendo fare passi importanti al nostro Paese verso la transizione ecologica e il rispetto dei conseguenti impegni assunti a livello internazionale. Lanciamo un appello affinché i presidenti delle province autonome di Trento e di Bolzano facciano sentire al Governo Draghi la voce del Trentino-Alto Adige/Südtirol, mettendo in chiaro che la proroga del Superbonus 110% per i soli condomini produrrebbe pesanti conseguenze economiche e sociali, pregiudicando ancora di più la credibilità dell’intero sistema politico nazionale”. Lo affermano i consiglieri regionali Alex Marini e Diego Nicolini commentando quanto filtrato dal Consiglio dei ministri della scorsa settimana riguardo al taglio dei benefici del superbonus 110% per le abitazioni monofamiliari.

“Per quanto riguarda la nostra Regione -aggiungono Marini e Nicolini- i dati Enea aggiornati al 30 settembre scorso sanciscono come il totale degli investimenti ammessi a detrazione per il superbonus 110% ammonti a 117.943.735,39 euro mentre il totale degli investimenti per lavori conclusi ammessi a detrazione sia di 72.544.227,71 euro, cioè il 61,5% del totale. Gli interventi su edifici unifamiliari in Trentino-Alto Adige/Südtirol sono sin qui stati 192 per un investimento complessivo di 19.866.032,35 mentre i lavori realizzati si sono attestati a 15.317.936,63 euro, con un investimento medio di 103.468,92 euro. Per quanto riguarda le unità immobiliari funzionalmente indipendenti (cioè quelle dotate di almeno tre impianti di proprietà esclusiva tra quelli per l’acqua, per il gas, per l’energia elettrica e per il riscaldamento), le asseverazioni sono state 113, il totale degli investimenti di 9.940.731,51 euro e i lavori effettivamente realizzati ammontano a 6.944.579,93 euro, con un investimento medio di 87.971,08 euro. Le asseverazioni condominiali sono invece state 207, con un investimento di 88.136.971,53 euro a fronte di lavori condominiali già realizzati per 50.281.711,15 euro e un investimento medio di 425.782,47 euro”.

“Da un lato questi numeri certificano l’innegabile impatto che il Superbonus 110% ha avuto e sta avendo sulla nostra economia, a tutto vantaggio delle famiglie e delle imprese trentine. Dall’altro però mettono in chiaro come esista il rischio concreto che non tutti i lavori possano essere terminati entro la scadenza del giugno 2022, oltre a tagliare fuori dall’accesso al superbonus un numero consistente di cittadini ancora impegnati nella messa a punto delle relative pratiche. Per tutti questi motivi è imperativo che il governo regionale interceda presso l’esecutivo nazionale affinché i Superbonus 110% sia mantenuto anche per gli edifici monofamiliari e plurifamiliari. Fare altrimenti significherebbe dare uno schiaffo a tantissimi cittadini, danneggiare la ripresa economica e il conseguimento degli impegni relativi alla transizione ecologica, una prospettiva grave, che tutti dovrebbero voler scongiurare, a prescindere dalle appartenenze di parte” concludono i consiglieri Marini e Nicolini.

* * * * *

Segui i canali per restare aggiornato:

One Reply to “Fugatti e Kompatscher intervengano su Draghi per prorogare il Superbonus 110% per le abitazioni singole”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...