Linguaggio d’odio: grazie a una proposta del M5S il Consiglio provinciale incarica il Forum per la Pace di monitorare la situazione e stilare rapporti annuali

Il Forum per la Pace e i Diritti Umani della Provincia autonoma di Trento sarà chiamato a redigere una relazione annuale in merito all’odio online e alla violenza verbale. Questo grazie all’approvazione, che ha avuto luogo proprio nella corrente sessione di Consiglio provinciale, di una proposta di risoluzione presentata dal M5S.

Continua a leggere “Linguaggio d’odio: grazie a una proposta del M5S il Consiglio provinciale incarica il Forum per la Pace di monitorare la situazione e stilare rapporti annuali”

Consigli per la Salute: approvato emendamento per informare i cittadini sulle politiche sanitarie territoriali

La sessione consiliare della legge di stabilità provinciale 2021 è stata indubbiamente amara di soddisfazioni. Le proposte del M5S andavano tutte nella direzione del rafforzamento delle politiche di sviluppo equo e sostenibile e dell’efficientamento della pubblica amministrazione e non prevedevano impegni di spesa significativi. Nonostante questo sono state rigettate senza alcun confronto da parte della giunta. Tutti gli emendamenti sono stati bocciati, così come le tre proposte di ordine del giorno (progetto di gestione del fiume Chiesepiano provinciale per la banda largamanutenzione ordinaria della strada provinciale SP241 di Riccomassimo verso la Lombardia). Due sole le eccezioni: un emendamento in materia sanitaria e un emendamento in materia di referendum.

Continua a leggere “Consigli per la Salute: approvato emendamento per informare i cittadini sulle politiche sanitarie territoriali”

Referendum locali. Le Comunità di valle non rispettano stato di diritto e diritti fondamentali in materia di partecipazione popolare, la Provincia complice boccia proposta M5S

Correva l’anno 2014. Il Consiglio regionale approvava una legge per modernizzare gli istituti referendari definendo soglie massime del quorum di partecipazione e regole uniformi sulla disciplina degli istituti referendari negli enti locali del Trentino-Alto Adige / Südtirol. Gli enti locali della regione avevano 12 mesi per adeguare il proprio statuto. Continua a leggere “Referendum locali. Le Comunità di valle non rispettano stato di diritto e diritti fondamentali in materia di partecipazione popolare, la Provincia complice boccia proposta M5S”

Serodoli: giri di parole per nascondere le intenzioni della giunta. Il M5S dice NO alla sottomissione dell’interesse pubblico alle brame degli impiantisti

Si è manifestata nei giorni scorsi la risposta dell’assessore al turismo Failoni alla nostra interrogazione del 12 marzo scorso riguardo alle intenzioni dell’attuale Giunta riguardo all’area protetta di Serodoli, sopra Madonna di Campiglio. Spiace constatare la brevità e la vaghezza delle argomentazioni dell’assessore. Purtroppo, anche a causa delle sue uscite sui giornali precedenti all’interrogazione, si sa già fin troppo bene cosa gli piacerebbe fare con Serodoli. Prenda il coraggio a due mani e lo ribadisca, invece di nascondersi. Sapremo cosa rispondergli. Continua a leggere “Serodoli: giri di parole per nascondere le intenzioni della giunta. Il M5S dice NO alla sottomissione dell’interesse pubblico alle brame degli impiantisti”

Pianificazione del territorio nelle comunità di valle: diamo dignità alla partecipazione dei cittadini

I processi partecipativi previsti dalle leggi provinciali vigenti sono una farsa. Può sembrare un’affermazione forte ma è solo la constatazione della triste realtà venuta a galla una volta di più grazie al lavoro sul campo dei comitati e delle associazioni ambientaliste nell’ambito della formazione del piano stralcio della mobilità della Comunità Alto Garda e Ledro. Non si tratta solo di una valutazione personale ma è il crudo riassunto della conclusione cui è arrivato l’ufficio del Difensore Civico. Continua a leggere “Pianificazione del territorio nelle comunità di valle: diamo dignità alla partecipazione dei cittadini”