Hotel Panorama di Nago-Torbole, il M5S deposita interrogazione parlamentare su condotta Comune

Quella dell’hotel Panorama di Nago-Torbole è una vicenda assai istruttiva riguardo al funzionamento di certi meccanismi in alcune località del nostro Trentino. 

La storia è la seguente: nel 1996 la corte di appello di Venezia verificava che dei 3.504 metri cubi della struttura, che sorge in area sottoposta a vincolo, solo 1.570 erano in regola mentre il resto era abusivo. Nonostante ciò negli anni seguenti a livello comunale venivano emanati permessi a costruire, varianti e delibere ma nel 2018 il TAR di Trento confermava le conclusioni della corte di Venezia annullando tutto. Scattavano le demolizioni? Macché! Per tutta risposta il Comune di Nago-Torbole emanava una nuova concessione edilizia con volumi superiori ai precedenti (4.070 metri cubi)! 

Di tutto questo avevamo chiesto conto alla Provincia di Trento (interrogazione n.1820/XVI del 7 ottobre 2020). La risposta è stata che le strutture provinciali si sono limitate a chiedere informazioni al Comune, il quale in sostanza ha fatto sapere che va tutto bene, che gli abusi sono stati sanati e che non c’è niente da vedere.

È così? Noi non ne siamo così sicuri e onestamente la condotta del Comune in tutta questa vicenda è tale da sollevare qualche legittimo sospetto. Limitarsi ad accettare la loro versione senza fare verifiche non ci pare proprio il massimo della serietà. Visto e considerato che a livello provinciale gira così, abbiamo chiesto ed ottenuto che a muoversi sia il Parlamento, con il deputato Riccardo Fraccaro che ha presentato a sua volta un’interrogazione con la quale si chiede al Ministero della Transizione Ecologica di effettuare le verifiche del caso sulla questione (Interrogazione a risposta scritta 4-10491). 

Speriamo in questo modo di far piena luce su una vicenda che non ci pare faccia particolarmente onore al Trentino e alle sue istituzioni.

* * * * *

Segue il testo dell’interrogazione parlamentare a risposta scritta 4-104091 presentata il 21 ottobre 2021 dal deputato Riccardo Fraccaro nel corso della seduta n. 579:

con le interrogazioni parlamentari 4-04056 e 4-04059 presentate al Senato della Repubblica rispettivamente il 9 ed il 10 settembre 2020, poste rispettivamente all’attenzione del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare e del Ministro della giustizia, si segnalavano episodi di reiterato abusivismo edilizio riguardanti l’ex hotel «Panorama» nel comune di Nago-Torbole (Trento);

la vicenda è stata oggetto anche dell’interrogazione a risposta scritta n. 1820 presentata al consiglio della provincia autonoma di Trento e rivolta al presidente della provincia di Trento in data 7 ottobre 2020;

questi sono i fatti avvenuti:

con sentenza n. 730 del 1996, la corte di appello di Venezia dichiarava abusiva più della metà delle cubature dell’hotel in questione, posto in area vincolata. Dei 3.504 metri cubi realizzati solo 1.570 risultavano regolarmente autorizzati;

il Tar di Trento, con sentenza n. 125 del 2018 confermava le conclusioni della corte di appello, annullando il permesso di costruire, la variante e tre delibere della commissione edilizia comunale;

il comune di Torbole non provvedeva ad annullare la concessione né ad emettere ordinanza di demolizione, rilasciando invece una nuova concessione edilizia con volumetria superiore (4.070,70 metri cubi) in favore della ditta proprietaria dell’immobile;

rispondendo all’interrogazione provinciale n. 1820 sopra citata, il presidente della provincia autonoma di Trento affermava che, con nota del 4 ottobre 2019 il comune di Nago-Torbole avrebbe dichiarato di aver accertato che riguardo all’Hotel Panorama, «le volumetrie originarie sono risultate coerenti con i titoli abilitativi che ne avevano a suo tempo determinato la realizzazione, salvo uno scostamento inferiore al 2 per cento e quindi irrilevante sono il profilo edilizio, mentre le difformità prospettiche e distributive riscontrate sono state oggetto di regolarizzazione previo pagamento delle sanzioni di legge»;

dalla risposta di cui al punto precedente si evince che la provincia di Trento si sarebbe limitata a prendere atto di quanto dichiarato dal comune di Nago-Torbole ad una richiesta di informazioni del proprio servizio urbanistica e tutela del paesaggio;

come noto, il rispetto del principio dello Stato di diritto presuppone che i poteri dello Stato e le autorità amministrative debbano essere sempre vincolati ed operare conformemente alle leggi vigenti e alle sentenze emanate dagli organi del potere giudiziario –:

se i Ministri interrogati siano a conoscenza dei fatti riferiti in premessa e quali iniziative, per quanto di competenza, intendano adottare, urgentemente, al fine di salvaguardare un’area di rilevante pregio ambientale e paesaggistico, anche alla luce delle sentenze richiamate.
(4-10491)

* * * * *

I lavori attualmente in corso all’Hotel Panorama di Nago Torbole

Segui i canali per restare aggiornato:

One Reply to “Hotel Panorama di Nago-Torbole, il M5S deposita interrogazione parlamentare su condotta Comune”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...