Riforma fiscale e Irpef: dalla giunta di Trento uno schiaffo a lavoratori e imprenditori

La giunta provinciale di Trento rifiuta di confrontarsi con sindacati, associazioni imprenditoriali, ordini professionali e società civile in merito agli input sulla riforma fiscale allo studio del Governo. Questo il senso profondo della bocciatura della Proposta di ordine del giorno n. 1/128/XVI (Confronto partecipato su imposte locali e riforma fiscale) avanzata dal M5S nel corso dell’ultima sessione di Consiglio provinciale.

Continua a leggere “Riforma fiscale e Irpef: dalla giunta di Trento uno schiaffo a lavoratori e imprenditori”

Attività di febbraio 2022 – Newsletter n° 40

Il mese di febbraio del 2022 ce lo ricorderemo (purtroppo) come il mese dell’inizio della guerra in Ucraina, un macabro spettacolo al quale siamo costretti ad assistere con confusione, impotenza e una vena di indignazione per come la diplomazia internazionale prima non sia stata in grado di prevenire il conflitto e poi di gestire adeguatamente una crisi le cui cause erano latenti da anni per via dei grossi interessi delle grandi potenze imperiali e dell’alta finanza. Di fronte a una situazione così crudele, il M5S si è attivato mettendo a disposizione risorse accumulate con le restituzioni e predisponendo un vademecum per attivare la rete di solidarietà e per facilitare il contributo di imprese e cittadini che volessero fornire aiuti umanitari e donazioni in denaro a sostegno dei profughi ucraini.

Continua a leggere “Attività di febbraio 2022 – Newsletter n° 40”

Meno tasse ai redditi medio-bassi. Il M5S presenta emendamenti a Legge Provinciale su addizionale IRPEF

La prossima settimana il Consiglio provinciale di Trento discuterà un disegno di legge che fra le tante cose definirà l’addizionale IRPEF per la nostra Provincia. In Italia l’addizionale regionale è fissata all’1,23% dei redditi rilevanti a fini fiscali. Le Regioni e le Province Autonome hanno però la facoltà di aumentare tale quota fino ad un massimo del 3,33%. Il Trentino si avvia a mantenere l’addizionale minima (tranne che per i redditi superiori ai 50 mila euro, che è all’1,73%). A nostro avviso però si potrebbe e si dovrebbe lavorare sulle deduzioni d’imposta in modo da ridurre il prelievo fiscale sui redditi più bassi. Per questo motivo tramite una serie di emendamenti abbiamo proposto di rimodulare le deduzioni per tutti gli scaglioni di reddito, di applicare aliquote dimezzate sui redditi fino a 28 mila euro e di introdurre detrazioni d’imposta per le famiglie con figli a carico.

Continua a leggere “Meno tasse ai redditi medio-bassi. Il M5S presenta emendamenti a Legge Provinciale su addizionale IRPEF”

Disegno di legge su Irpef, Imis e Trentino Sviluppo: il M5S presenta una relazione di minoranza

A breve in Consiglio provinciale si discuterà il disegno di legge n.128 “Disposizioni in materia di addizionale regionale all’imposta sul reddito delle persone fisiche etc.”, a prima firma del presidente Fugatti. Si tratta di un documento breve ma dall’impatto non affatto trascurabile poiché contiene tre provvedimenti di notevole importanza ma pochissimo coordinati e attinenti gli uni agli altri: (1) interventi sulla normativa che disciplina l’addizionale regionale all’imposta sul reddito delle persone fisiche, (2) disposizioni riguardanti l’imposta immobiliare semplice e conseguenti interventi a copertura del minor gettito IMIS dei Comuni e (3) modifica di parte delle norme riguardanti le modalità di costituzione delle partecipate provinciali. Vista la rilevanza dei temi trattati, come ormai nostra consuetudine abbiamo depositato la relazione di minoranza alla proposta di legge, assumendoci l’onere di far sentire la voce delle minoranze su questo provvedimento.

Continua a leggere “Disegno di legge su Irpef, Imis e Trentino Sviluppo: il M5S presenta una relazione di minoranza”