Sicor, situazione grave. Solidarietà ai lavoratori, convocare quanto prima il Consiglio provinciale e incontrare i sindacati

Con scelta unilaterale la dirigenza della ditta Sicor di Rovereto ha annunciato ai sindacati la disdetta del contratto nazionale dei metalmeccanici. Si tratta di una decisione che appare arrogante e incomprensibile, se non alla luce della volontà di far saltare il banco nella convinzione di poter fare qualsiasi cosa senza ripercussioni, tanto più che essa è susseguente alla disdetta, anch’essa unilaterale da parte dell’impresa, degli accordi aziendali interni.

Ricordiamo che la Provincia Autonoma di Trento a suo tempo (2010-2013) cedette a Sicor lo stabile da 20.100 metri quadri di superficie che l’azienda attualmente occupa e ciò avvenne a prezzo di favore, tanto è vero che all’epoca l’amministratore delegato del gruppo definì l’intervento della controllata provinciale Trentino Sviluppo come “senza dubbio determinante” per l’insediamento a Rovereto. A distanza di qualche anno l’azienda ha cambiato proprietà e a quanto pare anche filosofia ma i benefici ricevuti restano, così come rimane l’obbligo per l’ente pubblico di intervenire a sanare una situazione per la quale appare molto difficile trovare una spiegazione economica, visto e considerato che fatturato e utili dell’azienda sono sempre risultati positivi in questi anni.

A fronte del comportamento messo in atto dalla dirigenza della Sicor e dei riflessi che esso sta già iniziando ad avere su tutto il sistema economico/sociale trentino è necessario e urgente che l’incontro chiesto dai sindacati con tutto il Consiglio provinciale possa svolgere quanto prima all’insegna del massimo coinvolgimento.

Alla luce dei fatti il M5S trentino sostiene le ragioni dei lavoratori, rigettando in pieno i comportamenti messi in atto dall’azienda che a buona ragione possono solo essere definiti come “pirateschi”.

* * * * *

Qui la richiesta di convocazione di un ciclo di audizioni presso la Seconda commissione permanente del Consiglio provinciale inoltrata al presidente di commissione Luca Guglielmi

3 Replies to “Sicor, situazione grave. Solidarietà ai lavoratori, convocare quanto prima il Consiglio provinciale e incontrare i sindacati”

  1. Ecco, caro Alex, questo tuo articolo andrebbe stampato su volantini e distribuiti davanti ai cancelli della Sicor perché sia messo a conoscenza degli operai.

    Non penso che tutti gli operai leggano il Blog ed è giusto quindi portare loro a conoscenza sia la solidarietà che le intenzioni del M5S con il ciclo delle audizioni da te richiesto in Consiglio, non ti pare?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...