La Provincia non pensi di spendere più di quanto previsto per lo stadio del ghiaccio di Baselga di Piné, una vicenda gestita con opacità e sciatteria.

Il M5S del Trentino è contrario a spendere più di quanto previsto per lo stadio del ghiaccio di Baselga di Piné, cifre che già appaiono esorbitanti, specie alla luce del caro-vita e delle difficoltà economiche di fronte alle quali si trovano tantissimi cittadini italiani e trentini. Fare altrimenti sarebbe una scelta non solo scriteriata ma addirittura ingiustificabile.

La  sciatteria con cui  fin dall’inizio è stata gestita la partita dello stadio del ghiaccio di Baselga di Pinè non può e non deve stupire. Semplicemente si tratta di conseguenze inevitabili quando un’opera viene realizzata senza avere altro scopo che spendere denaro pubblico in gran quantità per far felici poche ma ben introdotte e ricche persone. Il M5S trentino si è già più volte occupato della questione di Piné presentando interrogazioni e atti di competenza a sottolineare come ci si stesse preparando a sperperare un’enorme quantità di denaro pubblico senza alcuna reale idea di come rendere fruttuoso l’intervento al termine dell’evento olimpico. Ad un certo punto si era arrivati addirittura a prendere in considerazione l’idea di interventi per 180 milioni, quando lo stadio del ghiaccio di Torino, oggi adibito a centro conferenze, ne era costati 40 nel 2006. 

Pur essendo scesi a più miti consigli, come si sta vedendo in questi giorni le criticità inerenti allo stadio del ghiaccio sono rimaste tutte, con soggetti nazionali e internazionali a spingere per spendere di più, perché lo scopo di queste persone non è avere un evento sostenibile, con benefici duraturi nel tempo per le comunità che lo ospitano ma intascare il più possibile e scaricare i danni sul prossimo. 

Fin da subito il M5S ha chiesto trasparenza riguardo alle spese per la realizzazione delle Olimpiadi invernali e a un certo punto ha anche ottenuto la promessa che ci sarebbe stata. I problemi di fondo però sono sempre quelli: le Olimpiadi dovrebbero essere un grandissimo evento sportivo ma gran parte del sistema politico/economico le intende solo come occasioni per saccheggiare le casse pubbliche senza curarsi delle conseguenze per i contribuenti che saranno chiamati a ripianare i debiti contratti per soddisfare i capricci di questi soggetti. 

*Comunicato inviato agli organi di stampa provinciali in data 18 gennaio 2023

* * * * *

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...