Padre Kino. La commissione approva all’unanimità il disegno di legge per valorizzare la figura dell’esploratore noneso e per ampliare l’ambito della ricerca scientifica e delle relazioni culturali a livello internazionale

Nella mattinata di ieri 4 aprile 2023, la Quinta commissione permanente del Consiglio provinciale di Trento ha approvato all’unanimità il disegno di legge avanzato dal M5S per la valorizzazione del grande esploratore e religioso trentino, Padre Eusebio Francesco Chini, meglio noto come Padre Kino.

L’iter del disegno di legge presentato il 16 giugno 2022 ha preso ufficialmente il via il 2 febbraio 2023 con l’illustrazione della proposta legislativa in Quinta commissione permanente del Consiglio provinciale. La proposta nasceva da un ordine del giorno approvato nell’estate del 2021 per onorare la memoria del missionario noneso e dalla disponibilità del Ministro degli Esteri di valorizzare la figura concedendo il patrocinio nel caso di costituzione di una fondazione a lui dedicata.

Per quanto riguarda il contenuto specifico del disegno di legge, il cuore del provvedimento prevede che i soggetti interessati a tutelare e a promuovere la figura e le opere di Padre Kino entrino a far parte della Fondazione Museo Storico, la quale a sua volta offrirà un supporto scientifico e organizzativo a tutte le attività volte alla valorizzazione della figura storica di Padre Kino. Inoltre il Museo Storico promuoverà “attività di studio, ricerca, formazione e divulgazione nelle seguenti materie:

  • storia dell’evangelizzazione e della colonizzazione europea delle Americhe;
  • fenomeni e processi migratori dall’Europa alle Americhe e interni al continente americano;
  • sviluppo economico e sociale, cultura, ambiente, educazione, salute e diritti umani dei popoli indigeni delle Americhe;
  • collaborazione culturale e scientifica fra Italia, Stati Uniti messicani e Stati Uniti d’America”.

Resta comunque aperta la possibilità che l’Associazione Padre Francesco Eusebio Chini, il Comune di Predaia, la Comunità della Val di Non e altri enti interessati, si costituiscano in una fondazione per tutelare al meglio la figura di Padre Kino, collaborando a loro volta col Museo Storico.

Importante sottolineare come gli esperti chiamati ad esprimersi in Commissione si siano spesi a favore del disegno di legge.  

Questa la sintesi degli interventi più significativi in Commissione. Il direttore dell’Associazione Trentini nel mondo, Francesco Bocchetti, ha dato da subito la disponibilità della sua associazione per strutturare e far crescere la nuova fondazione, come del resto Trentini nel Mondo aveva già fatto in passato per la Fondazione Museo storico. Nella nota scritta, invece, il presidente dell’associazione Armando Maistri ha espresso grande favore verso la valorizzazione della figura di Padre Kino, con la speranza che in tale processo potessero essere coinvolte le comunità trentine residenti in Messico e Stati Uniti. Ha inoltre ricordato come l’opera di Padre Chini e il modo in cui essa si è svolta affonda profondamente nella cultura trentina che a partire dalle Carte di Regola e dalla gestione collettiva del territorio

Il cancelliere vescovile Don Alessandro Aste è intervenuto a nome e per conto del vescovo Luigi Bressan, dimostrandosi favorevole alla valorizzazione di Padre Kino e facendo presente che l’arcidiocesi si sta spendendo per portare a termine il processo di beatificazione del religioso originario di Segno.

Il presidente dell’Unione famiglie trentine all’estero, Mauro Verones, ha dato il suo  entusiastico sostegno al disegno di legge, facendo presente come spesso la valorizzazione di personaggi storici quale è padre Chini sia sottovalutata, tanto da far sì che queste figure siano più conosciute all’estero che nel loro Paese d’origine.

Per Giuliana Cova, sindaco di Predaia è stato facile dirsi favorevole al disegno di legge, anche in virtù del lavoro svolto negli anni dal suo Comune a sostegno dell’associazione Padre Chini, alla quale ad esempio il municipio concede l’uso della sede. Predaia vuole continuare a dar forza alla figura di Padre Kino. Lo ha fatto nel 2022, rinnovando il gemellaggio con Magdalena de Kino e vuole continuare a farlo anche con gli strumenti messi a disposizione dal disegno di legge.

La docente di Storia dell’America del Nord all’Università di Firenze Alessandra Lorini ha dato conto della biografia di padre Eusebio Chini, e lo ha descritto come una figura che mette in contatto il Trentino col mondo, superando i confini degli Stati. Per Lorini, la fondazione dovrebbe portare avanti studi complessi sulla figura e la storia del missionario gesuita, attribuendo delle borse di studio a dottorandi e docenti che vogliano recarsi per questo motivo nell’area tra Stati Uniti e Messico. Inoltre, a suo avviso sarebbe interessante coinvolgere anche gli studenti delle scuole medie superiori e del primo triennio dell’Università con degli stage che li portino proprio al confine tra Messico e Stati Uniti.

Per il presidente dell’Associazione culturale padre Chini ha preso infine la parola Alberto Chini, il quale è anche un discendente di Padre Kino. Egli ha fatto presente la rilevanza della figura di padre Chini e la riconoscenza che ancora oggi suscita il ricordo nelle zone dove è stato attivo. A tal proposito ha ricordato le tre statue equestri dello scultore Julián Martínez presenti a Segno, Tucson e a Magdalena de Kino e i murales dedicati a padre Chini sulle facciate del museo a lui intitolato. A Sonora, ha detto poi, si respira un sentimento di riconoscenza verso il Trentino quasi imbarazzante tanto è forte; a livello diplomatico il nome di padre Kino apre tutte le porte. Alberto Chini ha specificato che nascita di una fondazione dedicata a Padre Kino permetterebbe al Trentino di interfacciarsi in maniera migliore e più efficace con molti interlocutori di livello internazionale. L’obiettivo per Chini è arrivare a ottenere lo status di fondazione provinciale per la sua associazione. A suo avviso bisogna lavorare di più per valorizzare la statua di Padre Kino presente nel famedio di Washington e ha anche reso noto di aver avuto contatti con il network statunitense Ewtn per realizzare una serie tv sulla causa di beatificazione di padre Kino.

Molti anche i contributi scritti pervenuti alla Commissione (disponibili alla consultazione tramite i link posti più in basso). Su tutti ne cito 3: quello di Giuseppe Biagini, il fondatore della Creative Knowledge Foundation e del  ramo statunitense dell’International Traditional Knowledge Institute USA. Biagini ha specificato che lui e le associazioni che rappresenta ritengono molto importante il sostegno che la Provincia di Trento darà all’istituzione della Fondazione Padre Francesco Eusebio Chini e quindi al ddl. Biagini ha sottolineato in particolare l’importanza dell’opera di Padre Kino riguardo alla comprensione delle necessità terrene delle popolazioni indigene, che padre Kino aiutò tramite le sue conoscenze in fatto di coltivazione, irrigazione, agricoltura e zoologia (ad esempio, introdusse sementi e animali d’allevamento adatti al clima delle regioni che visitò permettendo così agli abitanti di migliorare il proprio sostentamento). Ancora oggi molte delle tecniche e delle sementi che Padre Kino introdusse in Messico restano in uso, così come i sistemi di gestione idrica nella regione arida di Sonora, a testimonianza dell’impatto ancora attualissimo del missionario trentino sui territori in cui esercitò il suo magistero.

Anche Mark O’Hare, della Kino Historical Society, ha espresso grande interesse e supporto verso il disegno di legge depositato dal M5S, sottolineando anche i numerosi rapporti e contatti che intercorrono ancora oggi fra il Trentino e lo Stato dell’Arizona (il contributo scritto riportato sotto è in lingua inglese).

Infine il consultore degli emigrati trentini per il Messico, Eduardo Raul Zueck, ha a sua volta dato il suo appoggio al disegno di legge, ricordando i legami ancora oggi vivi e attivi tra Messico, Italia e Trentino, in gran parte dovuti all’azione e al magistero di Padre Kino, del quale ha ricordato la coraggiosa attività a favore delle popolazioni indigene del Messico, anche contro il parere e la volontà delle autorità dell’epoca, che spesso riducevano in schiavitù i nativi, pratiche alle quali Padre Kino sempre si oppose con coraggio e perseveranza (il contributo scritto riportato sotto è in lingua spagnola).

Il 4 aprile 2023 si è svolta una seduta della Quinta commissione permanente. In tale sede sono stati approvati gli emendamenti per riformulare il testo della proposta iniziale, attraverso i quali è stata trovata una convergenza tra la versione dei proponenti e le esigenze organizzative degli uffici della pubblica amministrazione provinciale, garantendo al contempo il massimo supporto all’attività promossa dall’associazione Padre Eusebio Chini congiuntamente con l’amministrazione comunale di Predaia (nota di sintesi dell’ufficio stampa del Consiglio).

* * * * *

Osservazioni scritte

Iter e documentazione

Il 2 febbraio 2023 il primo firmatario del disegno di legge illustra la proposta. La commissione programma le audizioni (verbale di seduta).

Il 1° marzo 2023 la commissione ascolta in audizione (nota di sintesi dell’ufficio stampa):

  • Don Alessandro Aste – Arcidiocesi a nome di monsignor Luigi Bressan
  • Mauro Verones – Unione Famiglie Trentine
  • Giuliana Cova – Comune di Predaia
  • Alessandra Lorini e Alberto Chini – Associazione Padre Eusebio Chini
  • Francesco Bocchetti – Associazione Trentini nel Mondo

Il 14 marzo 2023 la commissione ascolta in audizione (nota di sintesi dell’ufficio stampa):

  • assessore Mirko Bisesti – Assessorato alla Cultura
  • Giuseppe Biagini – fondatore dell’Istituto della conoscenza tradizionale Usa

Il 4 aprile 2023 la commissione modifica il testo della proposta legislativa ed approva gli emendamenti concordati tra l’assessore alla cultura Mirko Bisesti e il primo firmatario Alex Marini ed elaborati con il supporto del dirigente generale del dipartimento Roberto Ceccato (nota dell’ufficio stampa del Consiglio).

* * * * *

2 Replies to “Padre Kino. La commissione approva all’unanimità il disegno di legge per valorizzare la figura dell’esploratore noneso e per ampliare l’ambito della ricerca scientifica e delle relazioni culturali a livello internazionale”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...