Serodoli resti Serodoli, depositata interrogazione provinciale

Come ampiamente previsto e prevedibile, da qualche tempo si è riaperta la questione “Serodoli”. Per farla breve: in Val Rendena c’è una società impiantistica che desidera allargarsi su una zona naturale di altissimo pregio – Serodoli sopra Madonna di Campiglio, appunto – che per di più risulta pure essere la più rilevante di tutto il Trentino per concentrazione e qualità dell’acqua. Continua a leggere “Serodoli resti Serodoli, depositata interrogazione provinciale”

Fondi statali per i messaggi autogestiti gratuiti: la Provincia solleciti il Governo e si tenga pronta a ricorrere alla Corte Costituzionale

Le elezioni europee e politiche si avvicinano. Con il loro approssimarsi cresce di pari passo la necessità di varare misure per assicurare il massimo pluralismo. È in quest’ottica che ieri ho presentato un question time (QT) con cui sollecitato il presidente della provincia ad affrontare la stortura della mancata erogazione dei fondi per i messaggi autogestiti gratuiti (MAG) da destinare alle emittenti radiotelevisive locali private trentine. Continua a leggere “Fondi statali per i messaggi autogestiti gratuiti: la Provincia solleciti il Governo e si tenga pronta a ricorrere alla Corte Costituzionale”

Relazione del Difensore Civico. Approvate due proposte di ordine del giorno per valorizzare la figura

Ci sono ottime notizie per la tutela dei diritti dei cittadini. Nella seduta di oggi il Consiglio Provinciale ha approvato all’unanimità i 2 ordini del giorno che ho proposto per far sì che gli uffici del difensore civico ottengano più personale per svolgere il loro lavoro (proposta odg 1/XV – integrale a piè di pagina) e affinché siano stanziate le risorse per divulgare l’attività che svolgono (proposta odg 2/XVI), facendola meglio conoscere alla cittadinanza per cui sono pensati e nel cui interesse operano. A questi si aggiunge l’impegno del presidente del consiglio per far sì che tutti i comuni del Trentino sottoscrivano la convenzione con il difensore civico (interrogazione 333/XVI). Continua a leggere “Relazione del Difensore Civico. Approvate due proposte di ordine del giorno per valorizzare la figura”

Soddisfazione per le promesse di rilancio dell’ex ospedale di Ala

C’è una buona notizia per il presidio socio sanitario di Ala e di conseguenza per i cittadini bisognosi di assistenza e cure residenti . Ieri il presidente della Provincia si è impegnato a potenziare la struttura sanitaria utilizzando gli spazi disponibili per ampliare l’offerta di servizi destinati alla popolazione locale ed in particolare quelli riferiti alla lungodegenza e alle residenze sanitarie assistenziali. Continua a leggere “Soddisfazione per le promesse di rilancio dell’ex ospedale di Ala”

Attività di febbraio 2019 – Newsletter n.4

Tanto per cambiare il lavoro nel mese scorso non è mancato. Per fortuna però siamo riusciti a prenderci anche qualche soddisfazione. Continua a leggere “Attività di febbraio 2019 – Newsletter n.4”

Scomparsa Sandro Canestrini, esempio che vive e vivrà per sempre

Ieri è venuto a mancare l’avvocato Sandro Canestrini. Ex partigiano e uomo retto, ha sempre combattuto dalla parte dei più deboli contro i soprusi del potere. Prese le difese dei cittadini nei processi per il disastro del Vajont e per quello di Stava. Sostenne la parte civile nei processi per le stragi di Piazza Loggia Brescia e della bomba dell’Italicus. Si schierò per la salute dei cittadini nella triste e quanto mai attuale vicenda d’inquinamento della Montecatini di Mori.

Continua a leggere “Scomparsa Sandro Canestrini, esempio che vive e vivrà per sempre”

Il nuovo capitolo della nomina di Sgarbi al Mart

Ieri sulla stampa locale è ricomparso Vittorio Sgarbi. Nella sua magnanimità il noto politico fa sapere di non volersi formalizzare sul tipo di nomina da assegnargli all’interno del Mart. Non può essere presidente? Che lo facciano direttore scientifico. Non va bene nemmeno quello? Che lo si chiami Zorro (il celebre personaggio mascherato ma anche la “volpe” in spagnolo…).La stampa scrive che per lui l’importante sarebbe avere un ruolo per “dedicarsi al Mart”. Pur estasiato da tanta generosità, per le ragioni che ho ampiamente spiegato io resto contrario alla nomina di Sgarbi al Mart. Ho già provveduto a fare tutte le segnalazioni del caso a chi di dovere. Vedremo se basterà cambiare la definizione del suo ruolo per aggirare le norme. Continua a leggere “Il nuovo capitolo della nomina di Sgarbi al Mart”

Effettuata la prima rendicontazione: eccedenze per 3.460 euro

Con fine febbraio ho potuto effettuare la prima rendicontazione dello stipendio. Le eccedenze accumulate nel periodo novembre-dicembre 2018 sono di 3.460 euro. Trecento euro vanno destinati allo Scudo per la Rete. Restano quindi 3.160 euro che ho inviato su un conto intermedio in attesa di decidere a cosa destinarli. Continua a leggere “Effettuata la prima rendicontazione: eccedenze per 3.460 euro”

Intervento in aula sulla relazione programmatica del presidente della Giunta regionale Kompatscher

Dopo un lungo e faticoso travaglio, mercoledì 27 febbraio è finalmente venuta alla luce la Giunta regionale del Trentino-Alto Adige/Sudtirol.

Per quanto mi riguarda ho fatto un intervento esprimendo alcune considerazioni sulla relazione del presidente Arno Kompatscher. Ho sottolineato il ritardo con cui sono partiti i lavori dell’esecutivo e la totale assenza di dibattito riguardo agli obiettivi che dovrebbero essere perseguiti dalla Regione. In pratica si è parlato quasi esclusivamente della spartizione delle cariche e su quanti assessorati istituire…  In questo modo fra l’altro finendo per danneggiare l’immagine già men che splendente dell’istituzione regionale. Continua a leggere “Intervento in aula sulla relazione programmatica del presidente della Giunta regionale Kompatscher”

Nuovo elettrodotto di Pergine: impatto paesaggistico da contenere

Sono anni che un gruppo di cittadini consapevoli di Pergine e Civezzano si batte per ridurre il devastante impatto paesaggistico che lo spostamento della rete elettrica che passa per i loro paesi avrebbe sul territorio dell’Alta Valsugana. Il M5S chiede che siano ascoltati e sia data loro la possibilità di far valere le proprie ragioni rispetto a scelte che riguardano i loro centri abitati e le colline che li circondano. Continua a leggere “Nuovo elettrodotto di Pergine: impatto paesaggistico da contenere”