Attività di settembre 2019 – Newsletter n.11

La “crisi più pazza del mondo” aperta ad agosto da Salvini-Papeete, è stata chiusa a settembre dagli iscritti del M5S che col loro voto su Rousseau hanno dato il via libera alla nascita di un nuovo esecutivo assieme al Partito Democratico. Si è trattato di un esito per molti aspetti sorprendente ma a conti fatti era l’unico che avrebbe potuto, numeri alla mano, consentire alla Legislatura di proseguire evitando di permettere ai traditori leghisti di portare a compimento il loro piano per ottenere “pieni poteri”.

Penso sia importante mantenerci positivi e realizzare che è solo stando al Governo che il M5S può davvero cambiare le cose impedendo alle forze che col vecchio sistema ci sguazzavano di tornare a fare i comodi loro. Non è un caso infatti che appena fatto saltare il “Conte 1” la Lega fosse partita in quarta con promesse di revisionare il Reddito di Cittadinanza.

Io ho fatto il possibile per tenere il morale alto e controbattere ai detrattori che ci hanno attaccato (e che del resto lo facevano anche prima… ci attaccano a prescindere perché mettiamo a rischio i loro intrallazzi!). Cerchiamo di capire che le cose da realizzare per cambiare il Paese sono ancora tante e se vogliamo portare a termine gli obiettivi che ci siamo prefissati dobbiamo continuare a stare al Governo, non per “fame di poltrone”, come infatti sostiene la propaganda di chi ci vuole male, ma per responsabilità verso l’Italia e gli italiani, che non meritano di ricadere nelle fauci dei soliti faccendieri e dei loro servitori. Certo, il Governo col PD non è l’ideale, ma non lo era nemmeno quello con la Lega, che infatti ha approfittato della possibilità che gli abbiamo dato per fare 1 anno e mezzo di campagna elettorale e poi cercare di andare al governo per monetizzarla. Insomma, il mio parere è positivo riguardo al nuovo Governo, pur non nascondendo che ci saranno delle difficoltà da affrontare perché le forze che vogliono il M5S fuori dai giochi sono numerose, potenti e spietate. Comprendo che sia un passaggio delicato ed anche per questo ho cercato di spiegare il mio punto di vista sulla questione nella risposta alla lettera aperta di Walter Ferrari.

Settembre non è stato solo un mese caratterizzato dalla politica ai massimi livelli ma anche il mese della società civile e della difesa ambientale con il ritorno dei Fridays for Future, della lotta per tutelare l’area naturale di Serodoli dagli appetiti degli impiantisti spalleggiati da alcuni politici sin troppo accondiscendenti e col lancio di una petizione per scongiurare il martirio del Lago Santo. Nel mio piccolo, anch’io ho fatto la mia parte ma per far comprendere a tutti la necessità di cambiare modelli di sviluppo ci sarà da lavorare ancora molto.

* * * * * GOOD NEWS * * * * *

L’11 settembre il Consiglio provinciale ha approvato alcuni emendamenti e due proposte di ordine del giorno che avevo presentato. Si tratta di atti collegati alla riforma della legge sulla valutazione di impatto ambientale (VIA). Occupandomi da anni di partecipazione popolare ed avendo seguito in prima persona alcuni processi di VIA dalla parte dei cittadini sono particolarmente soddisfatto del risultato ottenuto. Non era affatto scontato si riuscisse a portare a casa impegni così importanti nell’ambito delle politiche pubbliche per la tutela ambientale e penso che questa volta possiamo senz’altro essere soddisfatti (qui il post riassuntivo Riforma della Valutazione di Impatto Ambientale: fatto un buon lavoro per estendere la partecipazione dei cittadini). Gli emendamenti hanno introdotto una disciplina più puntuale per quanto riguarda la pubblica assemblea nelle procedure di valutazione di impatto ambientale e una novità assoluta per quanto riguarda l’informazione istituzionale che la Provincia deve divulgare in merito ai ricorsi giurisdizionali che i cittadini possono promuovere a difesa dell’ambiente e per la salvaguardia del paesaggio. Gli ordini del giorno riguardano invece il monitoraggio riguardo la corretta attuazione dei principi sanciti nella Convenzione di Aahrus in merito a informazione, partecipazione e giustizia in materia di ambiente e l’impegno a promuovere l’istituzione di un fondo nazionale per la giustizia ambientale. 

Ecco qui i riferimenti agli impegni della Giunta:

Proposta del 5-set-2019 – 1/22/XVI
Rapporto provinciale biennale sull’attuazione dei principi della Convenzione di Aarhus riguardante il maggior coinvolgimento dei cittadini sui problemi di tipo ambientale
(ODG 78/XVI approvato l’11 settembre)
Proposta del 5-set-2019 – 2/22/XVI
Istituzione di un fondo provinciale per facilitare l’accesso alla giustizia ambientale
(ODG 79/XVI approvato l’11 settembre)

Il 10 settembre ho illustrato l’interrogazione a risposta immediata n.771/XVI tramite la quale ho dato conto della difficile situazione in cui versano molti apicoltori trentini e della conseguente necessità di dare loro sostegno. Le api sono animali importantissimi per la sopravvivenza dell’intero pianeta e non a caso sono state dichiarate “gli esseri viventi più importanti del pianeta”. A noi spetta fare tutto il possibile per evitare che si estinguano, altrimenti le seguiremo presto (su questo argomento leggi anche Api e apicoltori: una risorsa per ambiente e territorio che merita di essere sostenuta concretamente).

Il 18 settembre in Consiglio regionale è stata invece approvata una mia proposta di voto per la ratifica del protocollo addizionale della Carta Europea dell’autonomia locale sul diritto di partecipare agli affari delle collettività locali. Si tratta di una proposta su cui ho lavorato a lungo in qualità di primo firmatario del disegno di legge di iniziativa popolare sulla democrazia diretta 1/XV. Sono contento perché non sono solo riuscito a portare la questione all’attenzione del Consiglio regionale ma con l’approvazione del voto ora il tema arriverà dritto sul tavolo del Governo e del Parlamento. La ratifica del protocollo addizionale consentirebbe una tutela effettiva ed efficace del diritto dei cittadini a partecipare alla vita pubblica a livello comunale, provinciale e regionale resa più forte dall’ancoraggio internazionale garantito dalla firma della convenzione con il Consiglio d’Europa (a tal riguardo segnalo anche post con testo integrale del voto Chi la dura la vince! Il Consiglio regionale approva una proposta di voto del M5S per rafforzare il diritto dei cittadini a partecipare agli affari delle collettività locali!). 

* * * * *  BAD NEWS * * * * *

Continua la saga del nuovo ponte sul Caffaro opera pubblica pagata col denaro dei trentini (siamo nell’ordine dei milioni di euro…), in teoria per velocizzare il traffico fra la Lombardia e la nostra Regione, ma che è stato realizzato con tale perizia dal finire col rallentarlo, come inequivocabilmente dimostrato anche dalle prove di passaggio effettuate lo scorso 21 settembre. Siccome a tutto c’è un limite e qui la situazione è ormai ampiamente scivolata oltre il ridicolo, ho deciso di scrivere una lettera aperta al Ministro per gli Affari Regionali Boccia chiedendogli di interessarsi alla questione. 

* * * * * PROPOSTE BOCCIATE * * * * *

A settembre è stata anche approvata una legge provinciale che ha determinato in 12,5 milioni di euro circa la spesa per il risarcimento dei danni causati dalla tempesta Vaia a Dimaro, la stragrande maggioranza dei quali destinati all’acquisto a titolo compensativo di un campeggio privato distrutto dall’esondazione del rio Rotian. Siccome si trattava di una valanga di soldi pubblici ho presentato 2 proposte di Ordine del Giorno per stabilire alcuni vincoli all’impiego del denaro, legandolo ad un modello di turismo più evoluto e rispettoso dell’ambiente, aperto anche al recupero dei centri storici. Inoltre chiedevo una perizia terza per stabilire oltre ogni dubbio che l’ingente spesa fosse davvero giustificata. Proposte sensate? A me pare di sì, ma purtroppo la maggioranza non si è dimostrata dello stesso avviso, bocciandole. A quanto pare i criteri (vaghi) con cui spendere i soldi hanno voluto deciderli loro (qui la delibera di Giunta)!

Per approfondire la questione si può leggere anche Inutile parlare di tutela dell’ambiente e di controllo sulla spesa pubblica se poi si respingono verifiche e impegni qualificanti!, qui sotto invece le 2 proposte di Ordine del Giorno bocciate dalla maggioranza.

24-set-2019 – 1/27/XVI
Ulteriore perizia sul valore dei beni e dei danni subiti dal campeggio sito a Dimaro distrutto dall’alluvione del 2018
24-set-2019 – 2/27/XVI
Integrazione dei parametri per la concessione del contributo a favore delle strutture colpite da eventi calamitosi

* * * * * INTERROGAZIONI PRESENTATE NEL MESE DI SETTEMBRE * * * * *

In Consiglio regionale ho presentato un’articolata interrogazione (Int. n.30) con cui affronto il delicato tema della Giustizia trentina. Il nocciolo è il seguente: col loro lavoro i giudici di pace permettono di evitare che anche in Trentino i tempi della Giustizia si facciano biblici ma sono ormai pochi rispetto alla mole di adempimenti e compiti loro assegnati. Se si vuole che la Giustizia funzioni bisogna investirci, troppo comodo lamentarsi e cercare di trarre profitto politico da situazione che la politica stessa crea non mettendo a disposizione degli uffici le risorse necessarie a farli funzionare (sull’argomento si può leggere anche il post Giudici di pace: assumerne di nuovi per evitare il collasso della Giustizia trentina!)

Per quanto riguarda invece il Consiglio provinciale, ho come sempre presentato numerosi atti. Eccone il dettaglio:

2-set-2019 – 749/XVI
Mancata reperibilità sul territorio nazionale del farmaco Disipal
2-set-2019 – 750/XVI
Realizzazione di centrale idroelettrica in val Noana e annullamento in autotutela di delibera della Giunta provinciale ai fini di una più approfondita valutazione dell’impatto ambientale
3-set-2019 – 751/XVI

Dismissione delle quote di proprietà pubblica del pacchetto azionario di Mediocredito Trentino Alto Adige spa (leggi post)

4-set-2019 – 757/XVI

Ridefinizione degli obblighi collegati alla concessione di contributi ai sensi della legge provinciale n. 6 del 1999

4-set-2019 – 758/XVI

Esclusione degli insegnanti delle scuole d’infanzia con contratto part-time a tempo indeterminato dalla partecipazione al concorso per la stabilizzazione (leggi post)

5-set-2019 – 771/XVI

Sulla ripartizione di specifici contributi integrativi a sostegno degli apicoltori

5-set-2019 – 772/XVI

Audizione dei membri dell’osservatorio sulla mobilità sostenibile in sede di esame della petizione sull’adeguamento del servizio di trasporto da Pergine a Cognola per gli alunni frequentanti l’Istituto Comprensivo “Johannes Amos Comenius” di Cognola

5-set-2019 – 773/XVI

Entrata in vigore della nuova disciplina sui referendum provinciali e ritiro di quesito referendario sulla qualificazione come distretto biologico del territorio agricolo della Provincia

9-set-2019 – 776/XVI

Rispetto da parte dell’esecutivo dei termini di risposta alle interrogazioni

12-set-2019 – 789/XVI

Adempimento degli oblighi in materia di pubblicità e trasparenza previsti dal d. lgs. 33/2013 relativamente ai componenti del CDA del Centro Servizi Culturali S. Chiara

16-set-2019 – 797/XVI

Richiesta di ampliamento delle piste da sci avanzata da società impiantistiche (leggi post)

17-set-2019 – 807/XVI

Dotazione organica del personale del Consiglio provinciale

25-set-2019 – 826/XVI

Nomina dei componenti della commissione per il referendum

30-set-2019 – 841/XVI

Sull’organizzazione di una conferenza di informazione in tema di punti nascita

30-set-2019 – 842/XVI

Misure per il risparmio ed efficientamento energetico introdotte dalla legge provinciale n. 20 del 2012

* * * * * RISPOSTE OTTENUTE A SETTEMBRE * * * * *

26-set-2019 – risposta all’interrogazione 337/XVI dell’11-mar-2019
Valorizzazione delle organizzazioni del Terzo settore operanti in ambito locale
25-set-2019 – risposta all’interrogazione 608/XVI del 17-giu-2019
Progetti per la diffusione di plantigradi sull’arco alpino e procedure di raccordo con altre realtà territoriali regionali, nazionali ed estere
13-set-2019 – risposta all’interrogazione 718/XVI del 13-ago-2019
Sulle regole relative alla presentazione di emendamenti fuori dai termini regolamentari
13-set-2019 – risposta all’interrogazione 722/XVI del 19-ago-2019

Procedure selettive per la nomina del difensore civico, del garante dei diritti dei detenuti e del garante dei diritti dei minori

13-set-2019 –  risposta all’interrogazione 773/XVI del 5-set-2019

Entrata in vigore della nuova disciplina sui referendum provinciali e ritiro di quesito referendario sulla qualificazione come distretto biologico del territorio agricolo della Provincia

13-set-2019 – risposta all’interrogazione 776/XVI del 9-set-2019

Rispetto da parte dell’esecutivo dei termini di risposta alle interrogazioni

* * * * * PASSAGGI IN TELEVISIONE  E VIDEO * * * * *

17 settembre – Confronti su RTTR (ho parlato di Valutazione di Impatto Ambientale, Difensore Civico, del ristoro danni causati dalla tempesta Vaia, etc)

19 settembre – Trentino in Diretta su RTTR 

21 settembre – In attesa delle prove generali sulla rotatoria quadrata (diretta Facebook)

21 settembre – Le prove generali on the road (diretta Facebook)

27 settembre – Dalla piazza di Fridays for Future con Vigilio Valentini (Coordinamento Lavoratori Porfido) e Luca Modena (Coordinamento No A31) (diretta Facebook)

* * * * * INCONTRI, COMMENTI E INTERVENTI PUBBLICI * * * * *

3 settembre – Mediocredito Trentino Alto Adige Spa è una banca pubblica che funziona, incomprensibile volerla privatizzare!

3 settembre – “A Tu per Tu”, intervista con Gabriele Buselli

3 settembre – Appello al voto su Rousseau

5 settembre – Ecco la nuova squadra di Governo!

6 settembre – Concorsone insegnanti scuole materne: no alla discriminazione delle maestre assunte col part time!

8 settembre – Notizie preoccupanti dal fronte Serodoli…

9 settembre – Presentati 2 Ordini del Giorno per bilanciare la riduzione dei controlli ambientali che seguirà l’approvazione della riforma della Valutazione d’Impatto Ambientale

10 settembre – Api e apicoltori: una risorsa per ambiente e territorio che merita di essere sostenuta concretamente.

12 settembre – Il futuro del Paese e il ruolo del M5S: la mia risposta alla lettera aperta di Walter Ferrari

13 settembre – Elettrodotto della Valsugana: le criticità invece di calare, aumentano. Siano interrate almeno le parti più problematiche!

13 settembre – Giudici di pace: assumerne di nuovi per evitare il collasso della Giustizia trentina!

17 settembre – Le funivie chiedono lo scalpo di Serodoli, Tonina sparge fumo, io interrogo!

17 settembre – Riforma della Valutazione di Impatto Ambientale: fatto un buon lavoro per estendere la partecipazione dei cittadini

25 settembre – Inutile parlare di tutela dell’ambiente e di controllo sulla spesa pubblica se poi si respingono verifiche e impegni qualificanti!

30 settembre – Al Lago di Nambino per partecipare alla manifestazione in difesa di Serodoli

30 settembre – Selezione interna Fondazione Edmund Mach: azzeccati in anticipo i nominativi di 28 vincitori su 29!

20190928_Serodoli.jpg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...