Ecosostenibilità strutture pubbliche, il M5S spinge la Provincia a procurarsi i fondi statali messi a disposizione dal Governo Conte

Con una proposta di risoluzione approvata dal Consiglio provinciale abbiamo impegnato la Provincia di Trento ad attivarsi per intercettare i fondi per l’efficientamento energetico che il Governo Conte 2 ha messo a disposizione delle scuole e degli ospedali, compresi quelli trentini.

In Trentino ci sono ancora troppi edifici pubblici i cui sistemi di riscaldamento e raffreddamento sono alimentati tramite fonti energetiche non rinnovabili e i cui sistemi di illuminazione non utilizzano le tecnologie più efficienti. Tanto per fare un esempio, ogni anno per climatizzare e illuminare le nostre scuole consumiamo 3.500 tonnellate di petrolio equivalente (fonte: PEAP 2021-2030 – Capitolo 7, Scenari di decarbonizzazione 2030), ma il discorso non cambia se si osservano gli ospedali o le strutture municipali. Si tratta di dati che stridono se confrontati con l’ambizione della Provincia di Trento di essere uno dei territori italiani all’avanguardia per lo sviluppo ecosostenibile, anche in ragione delle proprie peculiarità ambientali e in un’epoca nella quale la parola d’ordine sembra essere (o dovrebbe essere?) quella transizione ecologica di cui tanto si parla.

Partendo dalla constatazione che il Governo Conte 2 aveva messo a disposizione fondi proprio per rendere ecocompatibili i sistemi di riscaldamento e di illuminazione delle strutture pubbliche, abbiamo proposto che la Provincia procedesse a mettere in campo tutte le iniziative necessarie per ottenere dallo Stato la quantità massima di fondi stanziati per questo scopo. Potrebbe sembrare scontato ma non lo è. Spesso la Provincia Autonoma di Trento, non si sa bene perché, ha mancato di impegnarsi ad ottenere le risorse statali che le spetterebbero di diritto. Un pericolo che ci siamo impegnati ad evitare con la nostra proposta di mozione, ben recepita dal Consiglio provinciale che l’ha fatta propria, dando mandato agli Uffici di attivarsi per garantire ai nostri territori tutte le risorse necessarie per rendere più efficienti e dunque meno inquinanti i sistemi di illuminazione e gli impianti di riscaldamento e raffreddamento e per convertire gradualmente le fonti fossili con fonti rinnovabili la cui energia sia prodotta con strumentazioni all’avanguardia che producano calore o elettricità rispettando l’ambiente.

* * * * *

Segue video di presentazione e testo integrale della proposta di risoluzione n. 80/34/XVI Collegata alla Comunicazione della Giunta n. 34/XVI “Documento preliminare del piano energetico-ambientale provinciale”. Approvata all’unanimità il 25 maggio 2021.

Risoluzione 71/XVI
Utilizzo degli incentivi statali per incrementare l’efficienza energetica degli edifici scolastici e degli ospedali trentini

La legge 13 ottobre 2020 , n. 126 “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104, recante misure urgenti per il sostegno e il rilancio dell’economia.” ha modificato il decreto legge 14 agosto 2020, n. 104 “Misure urgenti per il sostegno e il rilancio dell’economia”, introducendo  il seguente articolo:

“Art. 48-ter (Interventi di produzione di energia termica da fonti rinnovabili e di incremento dell’efficienza energetica di piccole dimensioni).
1. La misura degli incentivi per gli interventi di produzione di energia termica da fonti rinnovabili e di incremento dell’efficienza energetica di piccole dimensioni di cui all’articolo  28 del decreto legislativo 3 marzo 2011, n. 28, realizzati su edifici pubblici adibiti a uso scolastico e su edifici di strutture ospedaliere del Servizio sanitario nazionale è determinata nella misura del 100 per cento delle spese ammissibili. Sono fatti salvi i limiti per unità di potenza e unità di superficie già previsti e ai predetti interventi sono applicati livelli massimi dell’incentivo».”;

l’art. 48 (Incremento risorse per le scuole di province e città metropolitane) del D.L. 104/2020 prevede quanto segue:
“1. All’articolo 1 della legge 27 dicembre 2019, n. 160, il comma 63 è sostituito dal seguente: «63. Per il finanziamento degli interventi di manutenzione straordinaria e incremento dell’efficienza energetica delle scuole di province e città metropolitane, nonché degli enti di decentramento regionale è autorizzata, nello stato di previsione del Ministero dell’istruzione, la spesa di 90 milioni di euro per l’anno 2020, 215 milioni di euro per l’anno 2021, 625 milioni di euro per l’anno 2022, 525 milioni di euro per ciascuno degli anni 2023 e 2024 e 225 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2025 al 2029.»
2. Le maggiori risorse per gli anni dal 2021 al 2024 sono ripartite, con decreto del Ministero dell’istruzione, tra gli enti beneficiari sulla base dei criteri di riparto definiti con il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze e con il Ministro dell’istruzione, di cui all’articolo 1, comma 64, della legge 27 dicembre 2019, n. 160.
3. Agli oneri di cui al comma 1, pari a 125 milioni di euro per l’anno 2021, 400 milioni di euro per l’anno 2022 e 300 milioni di euro per ciascuno degli anni 2023 e 2024, si provvede ai sensi dell’articolo 114.”;

il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 7 luglio 2020 “Finanziamento degli interventi di manutenzione straordinaria e incremento dell’efficienza energetica delle scuole di province e città metropolitane” individua i criteri di riparto e le modalità di utilizzo delle risorse destinate al finanziamento degli interventi relativi ad opere pubbliche di manutenzione straordinaria ed efficientamento energetico delle scuole di province e città metropolitane di cui all’art. 1, comma 63, della legge 27 dicembre 2019, n. 160;

con Decreto Interministeriale n. 129 del 1 ottobre 2020 del Ministero dell’istruzione di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, è stata ripartita la somma complessiva pari ad € 855 mln per gli anni dal 2020 al 2024, a valere sul cap. 8105, piano di gestione 15, del bilancio del Ministero dell’istruzione;

lo stesso D.I. ha previsto l’intervento di un successivo decreto del Ministero dell’istruzione per il riparto delle maggiori risorse stanziate per le annualità dal 2021 al 2024 dall’art. 48, co. 1, del D.L. 104/2020;

in attuazione di quanto previsto dal D.I. 129/2020, all’esito della presentazione delle proposte di intervento inviate da province, città metropolitane ed enti di decentramento regionale, con Decreto del Ministero dell’Istruzione n. 13 dell’8 gennaio 2021 sono stati assegnati agli enti locali € 835.218.467,15, sulla base dei piani degli interventi presentati da Province, Città metropolitane ed Enti di decentramento regionale. Il decreto precisa che la somma residua, pari a € 19.781.532,85, sarà assegnata con successivo decreto del Ministro dell’istruzione in favore di ulteriori interventi individuati da Province, Città metropolitane ed Enti di decentramento regionale;

da ultimo, l’art. 1, co. 810 della legge 30 dicembre 2020, n. 178 “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2021 e bilancio pluriennale per il triennio 2021-2023”, modificando ulteriormente la legge di bilancio 2019 (L. 160/2019: art. 1, co. 63), ha previsto la possibilità di utilizzare le risorse anche per interventi di messa in sicurezza, di nuova costruzione e di cablaggio interno degli edifici scolastici;

tutto ciò premesso, il Consiglio provinciale impegna la Giunta provinciale ad

intraprendere le iniziative di competenza al fine di utilizzare gli incentivi previsti nella misura del 100% dall’art. 48-ter del decreto legge 14 agosto 2020, n. 104 “Misure urgenti per il sostegno e il rilancio dell’economia”, per innovare con interventi di produzione di energia termica da fonti rinnovabili e di incremento dell’efficienza energetica di piccole dimensioni gli edifici scolastici ed ospedalieri trentini;

One Reply to “Ecosostenibilità strutture pubbliche, il M5S spinge la Provincia a procurarsi i fondi statali messi a disposizione dal Governo Conte”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...