Acqua pubblica. Le risposte del M5S al Comitato Difesa Acque del Trentino

Seguono le risposte del M5S alle domande presentate dal Comitato Difesa Acque del Trentino a tutti i partiti che si propongono per le elezioni politiche del 25 settembre 2022.

* * * * *

Domanda – L’attuale quadro normativo nazionale vede nell’idroelettrico una risorsa strategica di produzione di energia da fonti rinnovabili. Tuttavia, gli strumenti legislativi attualmente in vigore non tengono sufficientemente in considerazione i danni ambientali di breve, medio e lungo termine causati dagli impianti idroelettrici e dalle opere ad essi connesse. Interi territori sono stati presi d’assalto dalla speculazione idroelettrica, innescata da una impropria e dissennata incentivazione statale. Questa prospettiva di sfruttamento indiscriminato difficilmente si concilia con la recente approvazione della modifica dell’art. 9 della nostra Costituzione Italiana che vede nella “tutela l’ambiente, la biodiversità e gli ecosistemi, anche nell’interesse delle future generazioni” un principio fondamentale della nostra nazione. Quale è la sua posizione e quella della sua lista/coalizione in proposito?

Risposta – Per tutelare i fiumi e i torrenti del Trentino va garantito come minimo il deflusso minimo vitale dei corsi d’acqua. Come M5S riteniamo però che sia necessario arrivare quanto prima a fare un passo in più, garantendo il deflusso ecologico, cioè  la portata istantanea minima al garantire un regime idrologico che consenta lo sviluppo della vita delle specie animali e vegetali sui nostri fiumi, in tal modo garantendo il raggiungimento degli obiettivi ambientali indicati dalla Direttiva Comunitaria Quadro in materia di Acque n. 2000/60/CE.

Domanda – Il Comitato permanente per la difesa delle acque del Trentino chiede ai nostri futuri rappresentanti presso il Parlamento di scrivere ed approvare, dopo una fase di consultazione pubblica, una legge che riconosca l’acqua come bene comune, elimini il concetto di pubblica utilità per gli impianti sotto i 3MW e coinvolga i Comuni nel processo autorizzativo, dando in tal modo pieno valore alle autonomie locali. Quale è la sua posizione e quella della sua lista/coalizione in proposito?

Risposta – Il M5S è da sempre a favore della tutela delle risorse acquifere come bene pubblico e collettivo ed assolutamente contrario a qualsiasi forma di loro privatizzazione. Non a caso il concetto di acqua come bene comune è uno dei principi fondanti del M5S. Il M5S è favorevole all’autonomia gestionale a livello locale dei piccoli impianti energetici, sostiene lo sviluppo delle comunità energetiche ed è pronto a sostenere queste battaglie in sede europea.

Domanda – L’Agenzia provinciale per la protezione dell’ambiente è stata istituita nel 1995, ma è stata oggetto di alcune modifiche nel 2014. Oggi questa Agenzia ha bisogno di una riforma radicale, che la tolga dal controllo della Giunta provinciale e le assegni un ruolo di autorità amministrativa autonoma e autorevole. Quale è la sua posizione e quella della sua lista/coalizione in proposito?

Risposta – Il M5S sostiene in pieno una riforma dell’APPA, e più in generale delle agenzie provinciali poste a tutela della cittadinanza, che le sottragga al controllo del potere politico. Garantire l’indipendenza di questi enti significa garantire che possano svolgere il loro ruolo nel migliore dei modi nel solo interesse pubblico dei cittadini e non di mandanti politici a loro volta legati a questo o a quel potentato economico privato. 

Domanda – La possibilità di accedere agevolmente a banche dati aggiornate, attendibili ed esaustive è alla base di qualsiasi processo democratico. Per quanto il Trentino sia relativamente sviluppato dal punto di vista dell’accessibilità delle informazioni sulle acque pubbliche, nel complesso queste provengono da quattro diverse entità (Ufficio Dighe, APRIE, Bacini Montani, APPA) che sembrano comunicare solo limitatamente. Sarebbe utile mettere a disposizione dei cittadini queste informazioni sia in forma puntuale che aggregata in un unico portale, che aiuti a rendere conto in ogni punto del tempo e dello spazio dello stato di salute di tutti i tratti fluviali trentini, in particolare evidenziando le interruzioni, i prelievi / rilasci e le portate che su di essi insistono, anche fondendo in tale strumento mappe da modelli idrologici. In particolare, chiediamo che vengano rese pubbliche le portate puntualmente derivate anche da centrali mini-idroelettriche, e che i sistemi di monitoraggio delle stesse (idrometri) vengano messi a sistema con quanto già a disposizione ad esempio per le grandi derivazioni. In un’ottica di trasparenza, chiediamo inoltre che lo Stato Italiano e la Provincia di Trento e i suoi uffici si impegnino ad aggiornare con tutti i dati richiesti il database europeo AMBER Barrier Atlas (cfr.AMBER Consortium (2020). The AMBER Barrier Atlas. A Pan-European database of artificial instream barriers.). Quale è la sua posizione e quella della sua lista/coalizione in proposito?

Risposta – Il M5S sostiene l’accesso trasparente e senza filtri dei cittadini a tutte le informazioni rilevanti che riguardano la loro vita e quella dell’ambiente in cui abitano. Per questo motivo diamo il nostro pieno sostegno ad ogni richiesta di razionalizzazione e messa a disposizione delle informazioni rilevanti sullo stato di salute delle acque pubbliche, da effettuarsi ovviamente nella maniera più esaustiva, completa e di facile accessibilità. 

Domanda – Con la delibera di giunta n. 1512 del 26/08/2022, l’attuale giunta provinciale ha voluto rendere i forum territoriali, fondamentali strumenti di partecipazione dei cittadini all’interno della gestione della Rete di Riserve, degli organismi del tutto facoltativi. Crediamo che la delibera si ponga in netto contrasto con quei principi, ormai affermati a livello europeo, che vedono nella partecipazione dei cittadini all’interno dei processi decisionali una risorsa fondamentale nella gestione delle tematiche ambientali su piccola e larga scala. Per queste ragioni chiediamo che venga sancita, all’interno della Rete di Riserve, l’istituzione obbligatoria di organismi di consultazione e partecipazione popolare. Quale è la sua posizione e quella della sua lista/coalizione in proposito?

Risposta – La scelta della giunta provinciale di rendere facoltativi i forum territoriali è sintomatica dell’atteggiamento anti-democratico che anima i partiti che la sostengono, non solo in materia di ambiente ma più in generale in qualsiasi ambito nel quale la partecipazione dei cittadini possa confliggere con i disegni di una certa politica e dei suoi mandanti economici. Per quanto riguarda il punto di vista del M5S è fin troppo facile ricordare che siamo da sempre a favore dell’estensione del diritto della cittadinanza ad avere voce in capitolo sulle scelte che la riguardano. Per noi il processo democratico non si esaurisce ad una votazione ogni 5 anni ma è un processo costante e per questo appoggiamo in pieno la richiesta di istituire organismi popolari dotati di parere vincolante all’interno delle reti delle riserve.

Domanda – Dalla riqualificazione fluviale all’evoluzione dei parametri di misurazione dello stato di salute delle acque, fino ad arrivare a nuovi sistemi di gestione dei rilasci, come il deflusso ecologico. La letteratura scientifica e il notevole progresso delle tecniche di intervento ci permettono di auspicare, per i nostri fiumi, una gestione futura che si discosta notevolmente dal presente, nella direzione di un sempre maggiore rispetto della funzionalità ecologica dei corpi idrici. Quale è la sua posizione e quella della sua lista/coalizione in proposito?

Risposta – Riteniamo che i corpi idrici debbano essere vissuti come risorse non solo economiche da sfruttare sino al loro sfinimento ma come beni ambientali viventi da tutelare in quanto fonti di vita e di benessere collettivo per le comunità sulle quali incidono. Come M5S facciamo quindi nostro l’auspicio di una gestione pienamente eco-compatibile dei corsi d’acqua non solo trentini ma nazionali ed europei e ci impegniamo per poterla realizzare, proponendo atti e proposte politiche in tal senso.

* * * * *

Segui i canali per restare aggiornato:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...