Attività di giugno 2021 – Newsletter n° 32

Giugno è stato un mese difficile. Non tanto per gli aspetti di politica locale, che più o meno si sono svolti nella loro ordinarietà, quanto piuttosto per quello che è successo fra Giuseppe Conte e Beppe Grillo. La riorganizzazione del MoVimento, che aspettiamo da tanto, troppo, tempo era stata affidata a Conte, “chiavi in mano”, ma Grillo ha fatto saltare tutto proprio sul filo di lana. Personalmente ritengo che le modalità con le quali s’è consumato lo strappo siano incredibili, incomprensibili e comunque assolutamente censurabili per il danno diretto e inequivocabile che arrecano al M5S, ai suoi attivisti e ai suoi elettori. Da Beppe e Giuseppe non mi aspettavo uno scontro che favorisce solo i nostri avversari, che infatti gongolano a partire da quelli più impegnati a distruggerci che si trovano apparecchiato un inaspettato e immeritato regalo (ne ho parlato anche in un’intervista al quotidiano online Il Dolomiti “Frattura Grillo-Conte, Marini: ”Ha spiazzato tutti. Distrugge rapporti e azzera identità e relazioni. Ma le responsabilità della situazione partono da lontano” del 30 giugno).

Al tempo stesso dobbiamo dirci che l’errore di fondo riguarda le modalità della riorganizzazione interna. Invece di farne un momento di crescita collettiva e di rilancio, i vertici hanno preferito dare l’incombenza di riformare tutto ad una persona sola, salvo poi decidere che non gli piaceva come intendeva cambiare il M5S, scaricandola quindi in malo modo. Un esito che avremmo potuto evitare facendo partecipare i nostri iscritti nella stesura del nuovo Statuto, dando prova di democrazia interna e maturità. Si è invece preferito calare le scelte dall’alto, affidandosi a una persona di grandi qualità come Giuseppe Conte, che però resta un uomo solo e che come tale non può riassumere in sé un intero movimento politico. La conseguenza è stata l’escalation degli ultimi giorni di giugno che ha gettato nello sconforto e nello smarrimento le tante persone che credono nel M5S e nei suoi ideali.

Cosa possiamo fare? Per quel che riguarda i massimi sistemi molto poco, purtroppo. In Trentino però, adesso che il lockdown è sospeso, possiamo tornare a incontrarci e confrontarci, perché è fuor di dubbio che senza il M5S e senza Conte gli unici a far festa saranno i soggetti che hanno saccheggiato l’Italia negli ultimi 40 anni, ed è gente alla quale non si può e non si deve lasciare campo aperto.

Quanto all’attività svolta nel corso del mese, gli eventi sono stati (come sempre) parecchi, così come il lavoro da svolgere. Fra i tanti segnalo la trasferta a Brescia con Francesco Garibaldi e il docente universitario Giovanni Merlo per discutere di un progetto di sviluppo storico/culturale/turistico che ripercorrendo le gesta dei garibaldini nella Terza Guerra d’Indipendenza troverebbe il suo apice nelle valli del Chiese e di Ledro.

A inizio mese ho visitato l’istituto Lorenzo Guetti per conoscere il progetto “Tanti piccoli passi per ridurre la nostra impronta sulla Terra”, finanziato con le restituzioni delle eccedenze dei portavoce M5S con l’iniziativa Facciamo EcoScuola. Il progetto verrà ultimato nel corso dei mesi estivi installando un punto di ristoro interno all’istituto con fontanella d’acqua in sostituzione dei distributori automatici di merendine e bevande (bando degli ambiti del concorso interno e rendering del progetto). Ne ho approfittato per visitare anche l’istituto di formazione professionale Enaip di Tione e per informare i dirigenti delle 2 scuole del progetto di mobilità sostenibile promosso dal comune di Tione con i fondi provenienti dall’emendamento Fraccaro e della possibilità di installare delle colonnine per la ricarica delle e-bike lavorando congiuntamente con l’amministrazione comunale.

Sul disegno di legge 28/XVI, dedicato ai diritti dei minori, abbiamo presentato una relazione di minoranza per una lettura più approfondita delle problematiche riguardanti gli strumenti per la tutela dei diritti e 2 proposte di ordine del giorno (una, approvata, che impegna la Giunta a un’analisi di sistema con servizi sociali e scolastici sull’emergenza del disagio psicosociale e una, bocciata, riguardo all’autonomia funzionale ed organizzativa dei Garanti dei diritti), ricordando a  tutti che i problemi sollevati dai garanti e dal Difensore Civico restano a tutt’oggi irrisolti.

Discreto il risultato raggiunto sul disegno di legge in materia di minoranze linguistiche 79/XVI (Luca Guglielmi). Unitamente alla relazione di minoranza, con la quale abbiamo sottolineato l’urgenza di affrontare i problemi di rappresentanza dei comuni di montagna, abbiamo presentato anche due proposte di ordine del giorno: approvata la proposta 4/79/XVI Documentazione dei lavori del Consiglio delle autonomie locali”, la cui importanza è strategica ai fini di una maggiore trasparenza e di una migliore interazione tra CAL e Consigliero provinciale, mentre è stata respinta, la proposta 2/79/XVI “Avviare un confronto sui meccanismi di rappresentanza degli enti locali situati in zone di montagna e sul funzionamento dei Consigli per le autonomie locali”, a conferma del fatto che alla maggioranza provinciale non interessa aiutare le periferie ma solo sfruttarle elettoralmente.

Buoni i risultati ottenuti sul disegno di legge 70/XVI in materia di rifiuti (Claudio Cia), con 2 nostri ordini del giorno di spessore approvati dal Consiglio riguardo all’istituzione della Giornata provinciale dell’ambiente e al potenziamento della figura del coordinatore ambientale all’interno delle scuole trentine.

Infausto invece il destino delle due proposte di ordine del giorno collegate al disegno di legge 67/XVI sui contributi alle associazioni sportive (Pietro Degodenz): bocciata la proposta 1/67/XVI Criteri per l’attribuzione di contributi connessi alle attività sportive, con la quale si chiedeva alla Giunta di valutare il meccanismo di erogazione di contributi al volontariato utilizzato con successo dalla Provincia autonoma di Bolzano, e la 2/67/XVI Pubblicizzazione dei contributi relativi alle attività sportivecon la quale si chiedeva alla Giunta di rispettare la legge che obbliga alla pubblicazione delle sovvenzioni pubbliche erogate a soggetti privati e di supportare le associazioni sportive negli adempimenti in materia di trasparenza (a tal riguardo vedasi anche risposta all’interrogazione  2370/XVI).

Stessa sorte anche per le proposte di ordine del giorno in materia di ordinamento delle società partecipate collegate al disegno di legge 32/XVI (Claudio Cia) che toglie ulteriormente autonomia funzionale all’ateneo trentino: bocciata la proposta 1/32/XVI Pubblicizzazione delle procedure di candidatura per le nomine e designazioni di competenza della Provincia” e cassata anche la proposta 3/32/XVI Ricognizione sulle nomine provinciali”. Per l’ennesima volta la destra trentina ha detto no alla trasparenza sulle procedure di nomina nelle società partecipate negando altresì una ricognizione sulla composizione dei consigli di amministrazione delle società partecipate.

Nel corso della seduta di Consiglio di fine giugno ho presentato due proposte di risoluzione collegate all’informativa sull’andamento degli infortuni sul lavoro. La prima (103/38/XVI – Misure per contrastare gli infortuni sul lavoro ed aumentare i livelli di sicurezza) è stata ritirata per essere assorbita nella risoluzione 76/XVI “Azioni volte al miglioramento della sicurezza sul lavoro in provincia di Trento”. La seconda (104/38/XVISottoscrivere col Commissariato del Governo un protocollo per i controlli contro il fenomeno del caporalato) è stata approvata con un emendamento concordato con la Giunta a prima firma della consigliera Sara Ferrari alla quale mi ero rivolto per fare da relatrice alla mia proposta.

A fine giugno è iniziata la discussione sul disegno di legge riguardante la regolamentazione delle produzioni biologiche in Trentino, presentata con l’evidente scopo di sabotare il referendum che si terrà a settembre. I lavori non si sono conclusi a causa del conflitto con fra maggioranza e opposizione. Proseguiremo il 20 luglio, intanto abbiamo presentato alcuni emendamenti – tra i quali segnalo quelli per rafforzare la collaborazione interistituzionale sulla ricerca, dei quali uno per vietare la localizzazione di impianti di trattamento dei rifiuti nei territori dei biodistretti, e quattro ordini del giorno di merito (rispettivamente su:
1) promozione della fecondazione delle api,
2) informazioni al pubblico riguardo al referendum di settembre,
3) miglioramento della selezione delle sementi,
4) collaborazione fra istituzioni per i distretti di confine riguardo l’agricoltura biologica)
oltre ad un certo numero di ordini del giorno ostruzionistici per far scendere la Giunta a più miti consigli e per esigere rispetto per l’iniziativa referendaria per istituire il biodistretto trentino.

Il 18 giugno si sono svolte le audizioni sui due progetti di modifica dello Statuto di autonomia a mia prima firma. Sono stati ascoltati il professore di diritto pubblico comparato Roberto Toniatti, il professore ed ex presidente della regione Val d’Aosta Roberto Louvin, l’ex giudice della Corte dei Conti Gianfranco Postal, il professore di diritto tributario Andrea Giovanardi e il presidente dell’Associazione Più Democrazia in Trentino Stefano Longano. Le audizioni hanno permesso di aprire il confronto su questioni di fondo come il rapporto tra il legislativo e la Giunta; sulla necessità di passare da un’autonomia di tipo finanziario, quindi ancora legata alle scelte del Governo e del Parlamento, a un’autonomia di tipo tributario, quindi interamente responsabile; fino al ruolo che i cittadini possono avere sulle decisioni fiscali del governo provinciale, quindi sul controllo della spesa pubblica (qui la nota di sintesi prodotta dall’Ufficio stampa del Consiglio provinciale “Il futuro del Trentino? L’autonomia tributaria”).

Da segnalare anche che nel mese di giugno è stata pubblicata un’interrogazione dell’europarlamentare Sabrina Pignedoli, alla quale avevamo richiesto di presentare l’atto per avere una quadro comparato delle iniziative degli stati membri dell’UE e per disciplinare l’uso delle ciclabili da parte delle persone con disabilità (E-002626/2021). È arrivata inoltre la risposta all’interrogazione della deputata del M5S Elisa Tripodi con cui si chiedevano al ministero della Giustizia delucidazioni sul rapporto tra politica locale e Magistratura in provincia di Trento (4-08558). Sempre a livello parlamentare segnalo inoltre l’interrogazione del deputato Paolo Parentela sul caso della ginecologa scomparsa Sara Pedri (4-09735).

Rinnovo delle cariche del Consiglio e della Giunta regionale: il 25 giugno in accordo con le minoranze consiliari, ho presentato all’aula la candidatura di Sara Ferrari come vicepresidente del Consiglio per dare rappresentanza alle opposizioni nell’Ufficio di presidenza. Sono inoltre intervenuto con una lunga riflessione sulla relazione programmatica presentata dal candidato Presidente della Regione Maurizio Fugatti e sulle priorità istituzionali da perseguire nella seconda parte della consiliatura, focalizzando l’attenzione sull’Agenzia regionale della Giustizia e sulla mancata istituzione dell’Osservatorio sulla criminalità organizzata (nota di sintesi dell’ufficio stampa del Consiglio regionale)

Sommario:

Good news 
Bad news
Elenco interrogazioni e mozioni presentate giugno
Risposte a interrogazioni ottenute nel mese di giugno
Incontri, commenti e interventi pubblici

Good news

⭐ Istituita la giornata provinciale dell’ambiente
Grazie all’approvazione di un nostro ordine del giorno è stato fatto un ulteriore passo in avanti sul fronte della difesa dell’ecosistema che ci circonda e del sostegno all’associazionismo. Abbiamo ottenuto l’istituzione di una giornata provinciale dell’ambiente, che servirà a coordinare e a sostenere l’attività delle tante associazioni trentine che si occupano di tenere pulito il territorio. Fare rete con scuole e istituzioni provinciali è il modo migliore per rendere efficaci ed efficienti queste attività che sono di grandissima importanza per garantire il rispetto della natura e la qualità della vita di ciascuno di noi.

⭐⭐ Potenziata l’educazione ambientale nelle scuole
Sempre a tema ambientale, in Consiglio è passato un altro nostro ordine del giorno che proponeva di garantire incentivi alle scuole affinché introducessero la figura del coordinatore ambientale. Molti istituti scolastici ne sono già dotati ma per fare un passo ulteriore serve che le Istituzioni collaborino e si aiutino a vicenda. Abbiamo detto più volte che la battaglia su clima e ambiente non la vinceremo noi ma le generazioni future. Quello che possiamo fare è educarle ad agire e a comportarsi meglio di quanto purtroppo abbia fatto chi le ha precedute. L’approvazione della nostra proposta serve proprio a muoverci in quella direzione.

⭐⭐⭐ Strumenti per il monitoraggio del fenomeno del caporalato
Il caporalato nel mondo del lavoro non è qualcosa che esiste solo nel sud Italia. Purtroppo agricoltura, trasporti e anche il terziario ne risentono pure in Trentino. Il problema è complesso e per farvi fronte servono interventi in collaborazione fra le autorità deputate, che purtroppo non sempre agiscono in maniera coordinata. Ecco dunque che abbiamo presentato una nostra proposta di risoluzione, approvata dal Consiglio, tramite la quale si incentivano le pratiche di controllo a tutti i livelli per contrastare il caporalato e lo sfruttamento dei lavoratori, ad esempio facendo collaborare le forze dell’ordine locali con la guardia di finanza, ma anche sollecitando lo Stato a mettere a disposizione più ispettori del lavoro perché negli ultimi anni le dotazioni organiche sono crollate e non a caso questo trend è coinciso con l’aumento delle pratiche di sfruttamento.

⭐⭐⭐⭐  In arrivo un fondo per la sicurezza sul lavoro
Nell’ultimo anno in Trentino c’è stato un aumento degli infortuni sul lavoro, che per il 2020 sono stati ben 7.640. Dati che ci hanno portati a presentare una proposta di risoluzione che sollecita l’istituzione di un fondo per la sicurezza sul lavoro simile a quello realizzato dalla Provincia di Bolzano, che tuteli lavoratori e piccoli imprenditori dai rischi connessi alla loro attività lavorativa. Allo stesso tempo serve anche mettere in campo una strategia mirata a ridurre gli incidenti in ambito lavorativo e per questo, col medesimo atto, abbiamo proposto di definire i prossimi obiettivi a partire da quanto già sviluppato a livello nazionale (incentivi alle imprese che promuovono la sicurezza sul lavoro, agevolazioni fiscali per chi forma il personale, sostegno all’ammodernamento delle imprese agricole ed edili, ecc). La buona notizia è che la Giunta ha espresso parere favorevole sulla proposta. Tuttavia, sullo stesso tema, un’ulteriore nostra proposta è stata presentata dal consigliere Giorgio Tonini. Le due proposte sono state pertanto accorpate e convertite nella risoluzione di sintesi 76/XVI.

Bad news

🚫 Acqua Chiese sfruttata e svenduta
È incredibile constatare quanto poco importi a chi ci governa di tutelare l’ambiente e i territori periferici del Trentino, buoni giusto per raccattare qualche voto in campagna elettorale, per poi tradirli alla prima occasione. Serve un esempio? Basta guardare alle scelte della maggioranza provinciale riguardo all’acqua del fiume Chiese, dai 12 ai 16 milioni di metri cubi d’acqua ceduti alla Lombardia (che li userà per continuare a irrigare i campi per inondazione sprecandone a ettolitri…) in cambio di neanche un milione di euro. Questi soldi non verranno spesi a favore dell’ambiente e comunque del territorio del Chiese, ma per finanziare l’abbattimento di una casa storica situata nel bacino idrografico del Sarca, tanto per ribadire che a chi sta a Trento della Valle del Chiese e della difesa dell’acqua importa meno di zero, l’importante è svegliarsi dopo 5 anni e scendere a fare promesse per raccattare qualche voto, tanto qualche gonzo che abbocca lo trovano sempre.

🚫🚫 Osservatorio criminalità organizzata affossato dalla maggioranza
Contrasto alle infiltrazioni mafiose in Trentino? No grazie, c’è tempo. Questo in sintesi l’atteggiamento della giunta provinciale che a parole dice di condividere la necessità di istituire l’Osservatorio sulla criminalità organizzata (che in Trentino non c’è, a differenza dei mafiosi che invece ci sono eccome…), ma nei fatti ha scaricato tutto sulla Regione dove la pratica è arenata, visto che la maggioranza tiene tutto fermo. Una vergogna e una presa in giro che ricorda le tattiche più oscure e spregevoli messe in atto dai politici della prima Repubblica. Forse il problema non è che manca l’accordo politico per introdurre l’Osservatorio, quanto piuttosto che l’accordo c’è eccome… solo per non istituirlo!

🚫🚫🚫 ‘Ndrangheta a Lona Lases, agli omissis trentini rispondiamo con interrogazioni romane
Sempre a tema mafie e affini, un altro sconcertante evento riguarda una nostra interrogazione su quanto avvenuto a Lona-Lases a seguito delle dimissioni del sindaco. Avevamo chiesto lumi sul possibile condizionamento dell’attività comunale da parte della malavita. Per tutta risposta il Consiglio provinciale ha ben pensato di censurare il nostro atto coprendolo di omissis. Privacy? Strano, perché, tanto per fare un esempio, far sparire il nome del Comune dove sono avvenuti i fatti non sembra tutelare il diritto alla privacy di nessuno e appare piuttosto come un goffo tentativo di insabbiamento. Per non saper né leggere né scrivere abbiamo chiesto aiuto al deputato Riccardo Fraccaro che ha presentato un atto analogo in Parlamento. Sarà un caso ma lì nessuno si è sognato di censurare nulla… chissà come mai…

🚫🚫🚫🚫 Mancata realizzazione sito web dell’Osservatorio della mobilità sostenibile
L’Osservatorio sulla mobilità sostenibile esiste, ma la sua esistenza è un segreto ben nascosto che la Provincia di Trento non sembra essere pronta a rivelare al pubblico. Chi comanda ci ha fatto sapere che in fondo gli enti interessati sanno già tutto, quindi, aggiungiamo noi, che bisogno c’è di disturbare i cittadini? Ci sarebbe quella piccola cosa chiamata Democrazia, e quell’altra, la trasparenza. Ma si tratta di materie sulle quali i nostri prodi comandanti non sono mai stati molto ferrati, e che quindi preferiscono ignorare, tanto a chi importa di dare voce in capitolo alle persone nel nome delle quali si esercita il mandato elettorale… giusto?

🚫🚫🚫🚫🚫 La farsa del conflitto di interessi del presidente del Consiglio Kaswalder
Dobbiamo dargliene atto, il presidente del Consiglio Kaswalder non cessa di stupire. Come noto il suo voto è stato decisivo per far sì che l’Ufficio di presidenza del Consiglio provinciale decidesse a più riprese di ricorrere contro le sentenze a favore di un dipendente da lui licenziato, per di più assumendo dei costosi professionisti esterni invece di utilizzare quelli a disposizione della pubblica amministrazione. Conflitto d’interessi? Appare chiaro come il sole ma lui dice di no… e siccome basta la sua parola (meglio di certi confetti…) la questione è chiusa, con buona pace della verità e del rispetto per le Istituzioni.

🚫🚫🚫🚫🚫🚫 Sospeso il risarcimento che Sgarbi doveva versare per avermi diffamato
Come previsto il presidente del Mart, critico d’arte, sindaco, politico e chi più ne ha più ne metta è riuscito a rinviare il pagamento dei danni comminato a suo carico dal tribunale di Macerata. Motivo? È parlamentare e quindi esige che su di lui si esprimano “i suoi pari”. Come detto non si tratta certo di qualcosa di sorprendente, visto che aveva dichiarato a più riprese di voler arrivare proprio lì, resta però un po’ di fastidio nel vedere come in Italia resista una gestione delle controversie legali più consona all’Ancien Régime che all’età contemporanea…

Elenco interrogazioni presentate a giugno

2723/XVI del 3-giu-2021
Costituzione dell‘osservatorio regionale sulla legalità e sulla criminalità organizzata

2735/XVI del 4-giu-2021
Nomina dei componenti dell’Autorità per le minoranze linguistiche

2736/XVI del 4-giu-2021
Quali soluzioni per la delocalizzazione di un’attività produttiva impattante nella zona di Quaere di Levico

2737/XVI del 6-giu-2021
Valorizzazione del compendio immobiliare “Alloggi ex Manifattura Tabacchi” di Rovereto

2749/XVI dell’8-giu-2021
Condizionamento della criminalità organizzata sull‘attività amministrativa di alcune amministrazioni comunali

2767/XVI del 15-giu-2021
Misurazione dell’onere burocratico per imprese e cittadini e meccanismi per la raccolta di proposte di semplificazione delle procedure

2769/XVI del 15-giu-2021
Pubblicazione dei progetti e degli studi di fattibilità relativi alla realizzazione di una ferrovia delle Valli dell’Avisio

2776/XVI del 17-giu-2021
Oscuramento di dati contenuti in una precedente interrogazione

2800/XVI del 24-giu-2021
Estendere agli italiani residenti all’estero iscritti all’AIRE la gratuità dei musei trentini (post sul blog)

2817/XVI del 30-giu-2021
Possibilità di svolgere un referendum consultivo sulle chiusure domenicali contestualmente al referendum propositivo sul distretto biologico trentino

Risposte a interrogazioni ottenute nel mese di giugno

22-giu-2021 risposta all’interrogazione 108/XVI dell’11-dic-2018
Rimborso da parte della Provincia al datore di lavoro degli emolumenti versati per i lavoratori impegnati in attività di protezione civile

3-giu-2021 risposta all’interrogazione 2202/XVI del 25-gen-2021
Realizzazione da parte di enti locali o enti gestori del patrimonio di uso civico di progetti sperimentali di sviluppo delle zone montane

4-giu-2021 risposta all’interrogazione 2097/XVI del 29-dic-2020
Azioni dirette a promuovere la valutazione della legittimità,regolarità ed ammissibilità dei referendum popolari nei comuni della Provincia di Trento

8-giu-2021 risposta all’interrogazione 2598/XVI del 26-apr-2021
Richiesta di rimborso delle spese legali da parte di un consigliere provinciale

8-giu-2021 risposta all’interrogazione 2614/XVI del 3-mag-2021
Verifica di eventuali obblighi di astensione per conflitto di interesse nell’adozione di alcune deliberazioni dell’Ufficio di presidenza

8-giu-2021 risposta all’interrogazione 2723/XVI del 3-giu-2021
Costituzione dell’osservatorio regionale sulla legalità e sulla criminalità organizzata

9-giu-2021 risposta all’interrogazione 2347/XVI dell’1-mar-2021
Sistemazione delle strade di montagna che collegano il Trentino alla Val Vestino (Brescia)

10-giu-2021 risposta all’interrogazione 2563/XVI del 20-apr-2021
Servizi erogati dall’opera universitaria trentina e grado di soddisfazione degli utenti

11-giu-2021 risposta all’interrogazione 2171/XVI del 19-gen-2021
Problematiche sanitarie ed ambientali conseguenti alla realizzazione di campi sportivi in erba sintetica

11-giu-2021 risposta all’interrogazione 2370/XVI del 5-mar-2021
Favorire il rispetto degli obblighi legali di trasparenza da parte delle associazioni sportive

22-giu-2021 risposta all’interrogazione 108/XVI dell’11-dic-2018
Rimborso da parte della Provincia al datore di lavoro degli emolumenti versati per i lavoratori impegnati in attività di protezione civile

22-giu-2021 risposta all’interrogazione 717/XVI del 12-ago-2019
Diffusione della conoscenza sul ruolo svolto dall’Osservatorio sulla mobilità sostenibile

24-giu-2021 risposta all’interrogazione 2323/XVI del 18-feb-2021
Erogazione di aiuti alle emittenti radiofoniche e televisive locali colpite dal drastico calo nella raccolta pubblicitaria nel periodo dell’emergenza sanitaria

24-giu-2021 risposta all’interrogazione 2458/XVI del 29-mar-2021
Verifiche propedeutiche alla messa in sicurezza della parete rocciosa della “placche di Baone”

24-giu-2021 risposta all’interrogazione 2595/XVI del 23-apr-2021
Permessi per i vigili del fuoco volontari dipendenti di pubbliche amministrazioni

24-giu-2021 risposta all’interrogazione 2669/XVI del 17-mag-2021
Efficienza del servizio di trasporto delle persone disabili in provincia di Trento

24-giu-2021 risposta all’interrogazione 2735/XVI del 4-giu-2021
Nomina dei componenti dell’Autorità per le minoranze linguistiche

25-giu-2021 risposta all’interrogazione 2352/XVI dell’1-mar-2021
Interventi di messa in sicurezza degli argini del fiume Sarca (post)

29-giu-2021 risposta all’interrogazione 1922/XVI del 3-nov-2020
Problemi organizzativi all’ospedale di Tione in conseguenza dell’epidemia in corso

29-giu-2021 risposta all’interrogazione 2380/XVI del 9-mar-2021
Segnaletica per i parcheggi riservati a persone invalide nelle aree di proprietà di ITEA

29-giu-2021 risposta all’interrogazione 2800/XVI del 24-giu-2021
Estendere agli italiani residenti all’estero iscritti all’AIRE la gratuità dei musei trentini

30-giu-2021 risposta all’interrogazione 2664/XVI del 14-mag-2021
Utilizzo degli alloggi della ex Manifattura Tabacchi a Rovereto come sede della Compagnia della Guardia di Finanza

Incontri, commenti e interventi pubblici

02 giugno 2021 – La festa della Repubblica, nata da un referendum

03 giugno 2021 – La ferrovia Rovereto-Riva del Garda: terminato lo studio di fattibilità affidato a RFI la Provincia attuerà 2 processi partecipativi

04 giugno 2021 – Indennità consiglieri regionali del TAA/ST: la maggioranza vorrebbe aumentarle ma si vergogna. Intanto sabota le commissioni e si rifiuta di fornire i dati

04 giugno 2021 – M5S indebolito? La casta torna a fare manbassa! 

05 giugno 2021 – Giornata mondiale dell’ambiente: Noriglio da il buon esempio!

06 giugno 2021 – Razzismo e ipocrisia

07 giugno 2021 – Autostrada del Brennero: il M5S ottiene i dati del progetto Urban Pass fra Trento e Rovereto. I costi sono stati contenuti.

08 giugno 2021 – Tribuna politica trentina (video)

10 giugno 2021 – Competenti a prescindere 

10 giugno 2021 – Disagio giovanile causato dal Covid-19: il Consiglio approva proposta del M5S per frenare il fenomeno

10 giugno 2021 – Opera Universitaria trentina nelle mani della maggioranza, ultimo capitolo di una svolta autoritaria!

11 giugno 2021 – La destra trentina dice (ancora) no alla trasparenza sulle procedure di nomina nelle società partecipate

13 giugno 2021 – Maggioranza di lotta e vitalizio!

15 giugno 2021 – Ponte Caffaro: telecamere nuove per ponti vecchi…

15 giugno 2021 – La maggioranza dice l’ennesimo NO alla trasparenza. Negata una ricognizione sulla composizione dei consigli di amministrazione delle società partecipate!

15 giugno 2021 – Il M5S apre la strada al potenziamento dei coordinatori ambientali nelle scuole del Trentino

15 giugno 2021 – Il M5S ottiene l’istituzione di una giornata provinciale dell’ambiente

16 giugno 2021 – Criminalità organizzata: la maggioranza affossa l’Osservatorio con tattiche veterodemocristiane

17 giugno 2021 – Promuovere il territorio con la cultura: la terza guerra d’Indipendenza in Trentino

17 giugno 2021 – Alla maggioranza provinciale non interessa aiutare le periferie ma solo sfruttarle elettoralmente

18 giugno 2021 – In ricordo di Adil Belakhdim

21 giugno 2021 – Sedute del Consiglio delle Autonomie locali visibili a tutti? Il M5S apre la strada

23 giugno 2021 – Garanti: il M5S presenta una relazione di minoranza per ricordare a tutti che i problemi di fondo restano irrisolti

23 giugno 2021 – Kaswalder decide su se stesso. Conflitto d’interesse? Assolutamente no… dice lui!

24 giugno 2021 – Disabili e trasporti, Provincia impreparata

24 giugno 2021 – Leon Goretzka, atleta dell’anno per i diritti civili

24 giugno 2021 – Distretto Biologico Trentino: PRIMA il refendum POI la Legge!

24 giugno 2021 – La Provincia di Trento svende l’acqua del Chiese agli interessi agricoli lombardi e usa i soldi per opere stradali su altri territori!

24 giugno 2021 – Mafie: chiesti al Ministro dell’Interno verifiche e accertamenti su infiltrazioni mafiose in Trentino

25 giugno 2021 – Infrastrutture e opere stradali, opportunità di sviluppo o mangiatoia per i soliti amici della politica?

30 giugno 2021 – Musei gratuiti per gli i residenti all’estero: in Italia si, in Trentino no!

30 giugno 2021 – Sgarbi: sospeso il risarcimento per insulti, ecco cosa ne penso

⭐ Newsletter dei mesi precedenti ⭐
Iscriviti alla newsletter mensile ⭐

Seguimi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...